HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1


1

Alla Corte dei Re
Luigi XV
Il Beneamato






(Versailles, 1710 – Versailles, 1774)

 

 

Luigi XV di Borbone, detto il Beneamato, fu re di Francia dal 1715 fino alla sua morte. Ereditato il trono dal bisnonno Luigi XIV all'età di 5 anni. Trascorse i primi anni della sua vita in relativa tranquillità sotto l'attenta guida di diversi precettori.
A differenza di Luigi XIV non ebbe mai contatti diretti con la vita politica del suo Paese. Il disinteresse per la politica indebolì il potere della Francia a livello europeo e contribuì a gettare le basi per lo scoppio della Rivoluzione francese.
Sovrano a 13 anni, ebbe una pessima eredità: eguagliare il magnifico Re Sole, suo bisnonno. Schivo e mondano, timido e galante, annoiato ed energico, pigro e intelligente: Luigi XV fu un sovrano dalla personalità complessa e sfaccettata.
  
Manipolato dalle favorite ma severo con i suoi consiglieri, non seppe accorgersi della crisi che minacciava di dilaniare il Paese.
All'inizio del regno ottenne grandi consensi da parte del popolo, che arrivò a tributargli l'appellativo di "Beneamato". Con il passare degli anni però la sua debolezza nel prendere decisioni e l'intrigante e costante presenza delle sue amanti ne fecero crollare la popolarità, tanto che alla sua morte per le vie di Parigi impazzarono i festeggiamenti, com'era accaduto anche per Luigi XIV, e il suo funerale dovette essere celebrato di nascosto e nottetempo per evitare, com'era capitato con il suo predecessore, che il feretro venisse sottoposto al pubblico dileggio.

Il futuro Luigi XV nacque nel Castello di Versailles il 15 febbraio 1710, sotto il regno del bisnonno Luigi XIV. Era il terzogenito di Luigi, duca di Borgogna e di Maria Adelaide di Savoia. Suo nonno paterno era il Gran Delfino Luigi di Borbone detto Monseigneur, figlio del Re Sole.
Come l'avo Enrico IV e come il bisnonno Luigi XIV, Luigi XV amava molto le donne, ma, come Luigi XIII, con esse si trovava in grande imbarazzo.

Quando venne firmato il suo contratto di matrimonio, Luigi aveva appena 15 anni; la sua sposa sei anni di più. Tutti in Francia erano sbalorditi per la scelta della sposa del re. Il sovrano più potente d'Europa riceveva in sposa infatti una giovane, Maria Leszczyńska, figlia del detronizzato re di Polonia, che non aveva nessuna dote e non era nemmeno particolarmente attraente. Tuttavia Luigi dimostrò di apprezzare la sua sposa e la notte delle nozze la coppia reale consumò il matrimonio. Nell'arco di pochi anni, dal 1727 al 1737 la regina partorì dieci volte, dando alla luce due figli maschi, dei quali uno, Filippo, morì a tre anni mentre l'altro, Luigi Ferdinando di Borbone, fece in tempo a raggiungere la maggiore età ma morì prima del padre.
Il rapporto con la regina fu comunque sempre piuttosto tempestoso: dopo un primo periodo di fedeltà, Luigi tradì la moglie ripetutamente e finì per abbandonarla nei suoi appartamenti, come era successo alla precedente regina, Maria Teresa, costretta a convivere con lo stuolo delle amanti del Re Sole.

Luigi restò sempre teneramente affezionato ai suoi figli, specialmente alle tante femmine. Ecco l'elenco dei figli di Luigi XV:
-  Luisa-Elisabetta (14 agosto 1727 - 6 dicembre 1759), duchessa di Parma;
-  Enrichetta Anna (14 agosto 1727 - 10 febbraio 1752);
-  Maria Luisa (28 luglio 1728 - 19 febbraio 1733);
-  Luigi, Delfino di Francia (4 settembre 1729 - 20 dicembre 1765), padre di Luigi XVI, Luigi XVIII e Carlo X
-  Filippo (30 agosto 1730 - 17 aprile 1733)
-  Adelaide (23 marzo 1732 - 27 febbraio 1800), si recò a Roma, scampando agli orrori della rivoluzione
-  Vittoria Luisa (11 maggio 1733 - 7 giugno 1799), si recò a Roma con la sorella maggiore Adelaide
-  Sofia Filippina (17 luglio 1734 - 3 marzo 1782), morì prima della rivoluzione
-  Maria Teresa Felicita (16 maggio 1736 - 28 settembre 1744)
-  Luisa Maria (5 luglio 1737 - 23 dicembre 1787), divenne suora

Figli illegittimi
Luigi XV ebbe altri otto figli al di fuori del matrimonio:

da Pauline Félicité de Mailly, marchesa de Vintimille (1712 - 1741)
-  Carlo-Emanuele di Ventimiglia (1741 – 1814), marchese di Luc
da Louise O'Murphy (deceduta nel 1814)
-  Agathe Louise de Saint-Antoine de Saint-André (1754 – 1774)
da Marguerite Catherine Haynault, marchesa de Montmélas (1736 - 1823)
-  Agnese Luisa di Montreuil (1760 – 1837)
-  Anna Luisa de La Réole (1762 – 1831)
da Lucie Madeleine d'Estaing (1743 - 1826)
-  Agnese Lucia Augusta (1761 – 1822)
-  Afrodite Lucia Augusta (1764 – 1819)
da Anne Couffier de Romans, baronessa de Meilly-Coulonge (1737 - 1808)
-  Luigi Aimé di Borbone, abate (1762 – 1787)
da Jeanne Louise Tiercelin de la Colleterie, mademoiselle de Bonneval (1746–1779):
-  Benedetto Luigi Le Duc, abate (1764 – 1837)
 
Le favorite di Luigi XV

-  Louise Julie de Nesle, Contessa de Mailly –
-  Pauline Félicité de Nesle Contessa de Vintimille –
-  Marie Anne de Nesle la Tournelle Duchessa de Chateauroux –
-  Jean Antoinette Poisson Le Normand d'Etiolles Marchesa di Pompadour –
-  Jeanne Bècu Beauvernier Contessa Du Barry
Sicuramente la favorita più importante nella vita del sovrano.
Jeanne-Antoninette Poisson nacque da una famiglia borghese, non nobile, e questo fu l'unica cosa che le venne rinfacciata per tutta la sua vita. Fin da piccola fu iniziata all'idea che sarebbe divenuta la favorita del Re e fu educata dalla madre e dal patrigno proprio per supportare al meglio questo ruolo. La soprannominarono "Reinette" (Reginetta) e per tutta la vita lei sarebbe rimasta sempre Reinette de Pompadour, infatti regnò proprio come una regina.

 

 















 

 
 
 



L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA
 GRAZIE A:

http://it.wikipedia.org



IMAGE GOOGLE


ELENCO INTERVISTE IMPOSSIBILI

 

1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1