HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1


1

ALLA CORTE DEI RE
Carlo II
Il Monarca Allegro






(Londra,1630 – Londra, 1685)
Carlo II Stuart fu re d'Inghilterra, Scozia e Irlanda.

 

 

Nel 1644 il giovane Carlo ancora quattordicenne prese parte alla battaglia contro le forze del Parlamento e i puritani al fianco di suo padre. Due anni dopo quando fu chiaro che Carlo I avrebbe perso la guerra, temendo per l'incolumità del figlio, ed erede al trono, Carlo I ordinò il trasferimento del principe di Galles, per motivi di sicurezza.
Nel 1648 Carlo si rifugiò presso L'Aia, dove risiedeva la sorella Maria Enrichetta con il marito, Guglielmo II, principe di Orange. Qui Carlo ebbe modo di intrattenere una breve relazione sentimentale con Lucy Walter, la quale in seguito affermò, mentendo, di essersi sposata segretamente con il principe. Ebbero comunque un figlio illegittimo.
 
Intanto a Londra il padre re venne dichiarato traditore, condannato a morte e decapitato dinnanzi alla residenza reale il 30 gennaio 1649.
Alla morte del padre Carlo divenne re. Tuttavia il Parlamento si rifiutò di proclamare Carlo Re in Inghilterra ebbe inizio il periodo repubblicano, sotto il Protettorato di Oliver Cromwell.

Carlo non riuscì ad organizzare con efficienza la campagna di invasione. Per sei settimane il re fuggì, seguito dai suoi avversari, bramosi di catturarlo. Fu costretto a lasciare l'Inghilterra e fuggire in Normandia mascherato.
Si racconta che preparare una maschera per il sovrano non sia stata un'impresa facile, viste le sue insolite dimensioni (era alto più di 185 cm).

Per nove anni si rifugiò in Francia dove risiedeva già la madre, presso la corte del cugino Luigi XIV. Alla morte di Cromwell, il generale George Monck invitò formalmente Carlo a tornare in patria. Il 25 maggio del 1660 Carlo sbarcò su suolo inglese e il 29, giorno del suo trentesimo compleanno, entrò trionfalmente a Londra. Il 23 aprile 1661 venne incoronato Re d'Inghilterra, Scozia e Irlanda nella Abbazia di Westminster, come tradizione.

Dopo l'incoronazione di Carlo II venne costituito un nuovo parlamento, il Cavalier Parliament, caratterizzato da un forte sentimento anglicano e realista, che rimase in carica per diciassette anni.
Inizialmente favorevole alla linea politica del sovrano, all'inizio degli anni settanta il Parlamento cominciò ad osteggiare le decisioni prese da Carlo. Nel 1672 il re emanò la Royal Declaration of Indulgence, con la quale permetteva la libertà di culto ai cattolici e poneva fine all'atteggiamento anti-cattolico della Corte. Nello stesso anno diede inoltre pieno appoggio alla Francia cattolica del cugino Luigi XIV e diede inizio alla Terza guerra anglo-olandese.
Il Cavalier Parliament si oppose con decisione alla Dichiarazione di Indulgenza promossa da Carlo, affermando che il re non poteva modificare le leggi a suo piacimento senza la consultazione del Parlamento. Carlo revocò la Dichiarazione e fu costretto a sottoscrivere il Test Act, che imponeva diverse inabilità civili ai cattolici: per occupare una carica pubblica, per esempio, era necessario appartenere alla religione di Stato. Alcuni degli insegnamenti della Chiesa cattolica furono bollati come superstiziosi e tendenti all'idolatria.

La moglie di Carlo, Caterina, non riusciva a dargli un erede: ben quattro gravidanze furono fallimentari. L'erede di Carlo più probabile divenne perciò suo fratello, il cattolico Giacomo, duca di York. Per rassicurare Parlamento e popolo, Carlo diede la sua approvazione affinché la figlia di Giacomo, Maria, sposasse il protestante Guglielmo d'Orange.
 
Nel 1678, il sacerdote anglicano Titus Oates, che era stato gesuita, parlò pubblicamente di un Complotto papale, il "Popish Plot", che mirava, con la complicità della regina, ad eliminare fisicamente il re. Dopo una rapida inchiesta, furono processati e condannati a morte numerosi cattolici innocenti: il Popish Plot in realtà non esisteva, ma era una menzogna inventata probabilmente per confermare l'ostilità già dilagante nel regno verso il cattolicesimo, che con questo episodio raggiunse il vertice della crudeltà.

Nel 1679 Carlo decise di abolire il Parlamento e governò da sovrano assoluto. La mattina del 2 febbraio 1685 un ictus colpì il sovrano. Si spense quattro giorni più tardi presso il Palazzo di Whitehall all'età di 54 anni. Sul letto di morte, Carlo si convertì al cattolicesimo romano. A prenderne il posto fu il fratello Giacomo, che governò con il nome di Giacomo.

Come il padre Carlo I, protettore di grandi artisti, Carlo II fu un munifico patrono delle arti e delle scienze.
Inoltre Carlo, nel 1683, fu il primo sovrano inglese a permettere che a teatro i ruoli femminili fossero interpretati da donne e non da uomini travestiti, come accadeva sino ad allora.

Carlo II fu noto anche con il nome Merrie Monarch (Monarca allegro), a sottolineare il clima di edonismo della sua corte e il sollievo generale procurato dal ritorno ad una situazione di normalità dopo l'esperienza repubblicana con i Cromwell e i Puritani.

Morendo, Carlo non lasciò una discendenza diretta,. tuttavia il sovrano ebbe all'incirca dodici figli da sette diverse amanti; sei di essi nacquero dalla sua relazione con la sua amante Barbara Palmer, che fu insignita del ducato di Cleveland. Le altre sue amanti riconosciute furono Catherine Pegge, Louise de Kérouaille, duchessa di Portsmouth, Lucy Walter, Elizabeth Killigrew, Nell Gwyn e Moll Davis.
La maggior parte dei figli illegittimi di Carlo ricevette contee o ducati; gli attuali duca di Buccleuch e Queensberry, duca di Richmond e Gordon, duca di Grafton e duca di St. Albans discendono tutti in linea maschile da Carlo II.
Il popolo inglese si mostrava scontento di dover mantenere amanti e figli dei sovrani: di Carlo scrisse John Wilmot, celebre scrittore di satire:
«Senza tregua andava da una prostituta all'altra. Un monarca allegro, scandaloso e povero.»
Anche la principessa Diana Spencer discendeva da due dei figli di Carlo, Henry FitzRoy, primo duca di Grafton e da Charles Lennox.
William, duca di Cambridge, figlio di Carlo e Diana e secondo in successione al trono, sarebbe il primo sovrano d'Inghilterra a discendere da Carlo II.

Elenco delle amanti e figli illegittimi:

Da Margaret de Carteret
James de la Cloche

Da Lucy Walter
James Crofts (Antenato di Sara Ferguson).
James Crofts-Scott.

Da Elizabeth Killigrew
Charlotte Jemima Henrietta Maria FitzRoy

Da Catherine Pegge
Charles FitzCharles,
Catherine FitzCharles

Da Barbara Villiers Palmer
Anne Lennard
Charles FitzRoy
Henry Fitzroy (antenato di Diana Spencer)
Charlotte FitzRoy
George FitzRoy
Barbara FitzRoy

Da Nell Gwyn
Charles Beauclerk
James, Lord Beauclerk

Da Louise Renée de Penancoet de Kérouaille
Charles Lennox (antenato di Diana Spencer)

Da Mary Moll Davis
Lady Mary Tudor

 















 

 
 
 



L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA
 GRAZIE A:

http://it.wikipedia.org



IMAGE GOOGLE


ELENCO INTERVISTE IMPOSSIBILI

 

1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1