HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
AMARSI? CHE CASINO!

1


REPORTAGE
FRANCIA
Il sesso e i francesi

 Non sono più galanti e romantici come un tempo:
i francesi fanno l'amore una volta a settimana e
durante la loro vita hanno in media 10 partner
sessuali e soprattutto sono adepti dell'adulterio.




 
 


Lo studio dell'istituto Ifop per il settimanale Marianne rivela che i francesi di oggi fanno meno sesso di un tempo, ma il 9% di loro ha rapporti almeno tre volte a settimana. Resta anche alto il livello di soddisfazione: tre quarti degli intervistati si dicono contenti della propria vita sessuale.

Francesi più disinibiti di un tempo, più disponibili a pratiche una volta considerate trasgressive, la sodomia, il cunnilingus, la fellatio non sono più considerati atti eccezionali, marginali o impuri, i francesi nell' alcova ricercano il piacere che può anche essere scisso dai sentimenti, per gli uomini come per le donne. Una ricerca del piacere definita un edonismo tranquillo. Dalla ricerca risulta che gli atti sessuali continuano a percorrere uno schema classico ma con una apertura verso le pratiche un tempo considerate minoritarie e trasgressive.

Quello che è cambiato è anche l'atteggiamento delle donne verso il sesso e la contraccezione. Sono più numerose che in passato le donne che separano la sessualità dai sentimenti, soprattutto le giovani sembrano aderire a modelli più maschili e ammettono che per fare sesso non è sempre necessario il permesso del cuore.

Secondo François Kraus, direttore ricerche di Ifop, il 22% delle francesi ha scelto il pube completamente nudo per avere un profilo più giovane. Chi opta per questa scelta ha una vita sessuale più intensa. Di sicuro lo spunto arriva dai film pornografici che sembrano colpire nel segno con le ragazze sotto i 35 anni. Anche la religione sembrerebbe incidere sulla depilazione: quella totale è scelta per lo più da donne atee.

Oltre il 40% delle francesi ammette di aver incontrato almeno una volta un uomo tramite dating e il venti per cento ammette di giocare su più tavoli. Questo comportamento non è nuovo: risale all’era del Minitel. Il Minitel era un terminale che poteva essere utilizzato per digitare e inviare messaggi simile ai servizi Videotel in Italia. Ha raggiunto la massima popolarità negli anni ’90, quando servizi come 3615 Cum e Ulla gestivano bacheche di messaggi e servizi di chat per incontri di sesso occasionale.

Ora è stato sostituito dalle app tipo Adopteunmec ed incarna l’ambivalenza che molte donne francesi provano per gli appuntamenti online. All’apparenza è un sito per conoscere persone divertenti e talvolta romantiche; ma in realtà è un luogo da una botta e via. Il logo di Adopteunmec, che si traduce in “adottare un uomo”, è una donna che mette un uomo in un carrello della spesa. Il sito è stato lanciato nel 2007 ed è diventato rapidamente uno dei siti di incontri più popolari in Francia. Il brand e l’interfaccia estendono la metafora del dating come shopping, incoraggiando le donne eterosessuali a sfogliare la collezione di uomini come se scorressero vestiti e borse.

Dietro questo gioco di marketing c’è l’idea di partner romantici o sessuali come oggetti di consumo, ma con un’inversione di ruoli che rende le donne “nuove clienti, o persino nuove predatrici” laddove un tempo sarebbero state loro le prede.

È proprio il modo di dire: Liberté, egalité, sexualité, infatti uno dei più grandi marchi dell’industria del porno, Dorcel, è a Parigi. Il più grande sito per incontri online, Meetic, è francese. La più fornita libreria erotica online si chiama Clearpassion. Fr” e il museo d’Orsay ha fatto scandalo inaugurando Masculin/Masculin, una collezione di nudi maschili in abbondante quantità e riuniti eccezionalmente in un unico, prestigioso tempio dell'arte. … con tanto di indicazioni stradali che propongono tre direzioni: "Eterosessualità", "Omosessualità", "Bisessualità". Nel percorso ci si imbatte nei "tarocchi del sesso", un televisore sul quale è possibile vedere il backstage di un film pornografico, un quiz per indovinare quali sono le zone erogene: che banalità pensare che esista solo il "punto G".

Insomma una liberazione erotico-culturale, l'ennesima, che assume toni sempre più sofisticati, osé, goderecci anche in tempi cupi e difficili, o forse proprio per questo...











 
 
 





ARTICOLO DI ADAMO BENCIVENGA
 FONTI
http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2013/10/25/liberte-egalite-sexualite.html?rss
https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2002/03/03/sesso-si-ma-trasgressivo-la-francia-si.html
https://www.stile.it/2017/07/23/preferenze-hot-cosa-piace-italiani-francesi-id-159304/
https://www.ilmattino.it/societu00e0/piaceri/francesi_fanno_meno_sesso_ma_soddisfatti_studio_ifop-432447.html#:~:text=PARIGI%20%2D%20Non%20sono%20pi%EF%BF%BD,Marianne%20su%20un%20campione%20di
http://www.beunsocial.it/che-cosa-si-aspettano-le-donne-francesi-dal-dating-online/


FOTO GOOGLE











1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1