HOME   CERCA NEL SITO   CONTATTI   COOKIE POLICY
 
 1
CHE FINE HA FATTO?
 
 



Annamaria Clementi
La sexy attrice protagonista delle commedie sexy all'italiana


 



 
 


 

Annamaria nasce a Roma nel 1953, dotata di un fisico statuario ha il suo periodo di notorietà fra il 1977 ed il 1990. Entra nel mondo dello spettacolo esibendosi nuda su alcune televisioni private della capitale, soprattutto Telefantasy, nel programma Buonanotte con Emmanuelle, dove si presenta distesa sopra un letto mentre risponde al telefono. Poi per il programma nazionale Playboy di mezzanotte, che tiene incollato al video molte persone a caccia di trasgressioni.

Si fa conoscere e debutta nel cinema nel 1977 con “Casotto” di Sergio Citti. Non fa molto: è una delle ginnaste che si vedono passare sulla spiaggia, appare nel sogno e si trova racchiusa in una conchiglia.

Annamaria è bella, aspetto mediterraneo dai capelli neri, grandi occhi scuri, labbra carnose e sguardo sensuale.
Il suo agente le cambia il nome per farla spacciare come attrice straniera quindi da Annamaria Romoli diventa Annamaria Clementi in omaggio dell’attore francese molto famoso all’epoca:
Pierre Clémenti.

Il cinema è scritto nel suo destino e sempre nel 1977 gira “Emanuelle e gli ultimi cannibali” di Joe D’Amato dove ricopre il suo primo vero ruolo da attrice. Il film fa parte della serie apocrifa di Emanuelle Nera ossia un erotico contaminato dal cannibal movie. Lavora insieme a Laura Gemser, Gabriele Tinti e Monica Zanchi e nel film viene squartata viva dai cannibali.

L’anno dopo appare senza veli in qualità di ragazza Playmate sulla rivista per soli uomini Playmen e l’anno successivo su Playboy.

Nel 1978 gira un film in Grecia “Ishyri dosi... sex” mai uscito in Italia. In corso d’opera si rischia la rottura perché il produttore ci prova spudoratamente.

Tornata in Italia nel 1979 gira tre film:
“Amanti miei” di Aldo Grimaldi con Cindy Leadbetter e Francesca Antonaci (Gegia). È un erotico spinto in cui Annamaria interpreta una bellissima Carla che va a letto con il marito della protagonista.
“L'infermiera di notte” di Mariano Laurenti con Gloria Guida,
Lino Banfi, Alvaro Vitali e Mario Carotenuto. Una commedia degli equivoci. Annamaria ricopre il ruolo della moglie insoddisfatta di un pugile, che cerca di sedurre IL vicino di casa, ma i tentativi vanno sempre a vuoto anche perché sul più bello arriva sempre il marito.
Il terzo film dell’anno a cui partecipa è: “Il porno shop della settima strada” di Joe D'Amato, quello di Emanuelle nera. Si tratta di un thriller erotico ambientato a New York. Annamaria fa la pupa di un boss e titolare di un sexy shop che viene presa in ostaggio da due ladri e si cimenta in varie sequenze hard.

Nel 1980 gira “Bionda fragola” di Mino Bellei qui è accreditata col suo nome anagrafico. Si tratta una pellicola sul mondo gay in cui due omosessuali vivono come marito e moglie, ma alla fine arriva il terzo incomodo. Annamaria è protagonista di un nudo fugace sdraiata sull’amaca di un terrazzo.


L’anno successivo la vediamo in “La settimana al mare” di Mariano Laurenti. Protagonisti sono Bombolo, Cannavale e Annamaria Rizzoli. La Clementi se la cava molto bene interpretando una prosperosa turista.

Il 12 febbraio 1980 appare in copertina sull’Espresso.

Poi più nulla o quasi. La vediamo in splendida forma senza veli sulla rivista Blitz, ma successivamente si ferma per una gravidanza. Poi due film che lei stessa definisce da dimenticare ossia “La puritana” di Ninì Grassia e “Provocazione fatale” di Ninì Grassia.

Di lei si parla per presunte relazioni con Diego Abatantuono, con Paolo Villaggio. Abbandona il cinema, si sposa, si separa quasi subito dal marito e passa brutti momenti, anche dal punto di vista economico.
Vive facendo oroscopi sfruttando la vecchia passione per l’astrologia, frequenta un corso per truccatrice e rientra nel mondo del cinema con un nuovo ruolo. Collabora con Ferzan Ozpetek come truccatrice. Pare sia stata la musa ispiratrice di Saturno contro che il regista scrive insieme al fratello di lei Gianni Romoli.







 

























1


ARTICOLO A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
FONTI:
https://it.wikipedia.org/wiki/Annamaria_Clementi
https://www.giornalepop.it/annamaria-clementi-nella-commedia-sexy/

FOTO GOOGLE IMAGE


 







SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1
 
Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e
l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.

( All images and materials are copyright protected 
and are the property of their respective authors.

If the author deems improper use, they will be deleted from
our site upon notification.) Scrivi a
liberaeva@libero.it


Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione.
L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY



TORNA SU (TOP)
 

LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati
  Contatti