HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
CINEMAPASSIONE
LE DIVE DEL MUTO



1

INTERVISTA IMPOSSIBILE
A
Anita Page
L'ultima star dei muti
Attrice e cantante americana del cinema muto
e primo sonoro. Famosa per aver ricevuto
in una sola settimana ben 10.621
lettere dai suoi fans. Tra queste, oltre 100 inviate
da Benito Mussolini, suo ardente ammiratore
e di lei profondamente innamorato

 





(Flushing, 4 agosto 1910 – Van Nuys, 6 settembre 2008)

 

 

Madame le sue origini?
Il mio nome vero è Anita Evelyn Pomares, sono nata a Flushing, nel Queens. I miei genitori erano Marino Leo Pomares Jr., un autista originario di Brooklyn e Maude Evelyn. Mio nonno paterno era spagnolo ed aveva lavorato come console a El Salvador.

Come è iniziata la sua carriera cinematografica?
Direi per puro caso. Un giorno mandai una mia foto alla mia attrice preferita Betty Bronson con su due righe nelle quali esprimevo il mio desiderio di conoscerla personalmente. L’addetto alla posta di Betty notò la mia foto, mi contattò e poi organizzò un provino con un direttore del casting ai Paramount Studios e successivamente con la MGM. Così iniziai a frequentare i set cinematografici e ben presto arrivarono le prime proposte di lavoro.

Quale fu il suo primo film?
Esordii per la MGM in una commedia drammatica nel 1928 Telling the World, ma solo alla mia seconda apparizione acquistai una certa popolarità nel film Our Dancing Daughters con Joan Crawford.

Era stata soprannominata “La bionda latina dagli occhi azzurri” e anche “La ragazza con il volto più bello di Hollywood”… Di lei dicevano che era ricca di charme con uno sguardo ammaliante e con movenze provocanti.
Avevo studiato recitazione alla Washington Irving High School di New York e grazie anche al mio aspetto mi feci spazio nel mondo del cinema. Gli anni migliori della mia carriera furono tra il 1928 e il 1930, dove interpretai diversi ruoli ed ero tra le attrici più impegnate di Hollywood. Comunque il mio grande successo fu l'interpretazione in La canzone di Broadway, primo lungometraggio sonoro vincitore dell'Oscar come miglior film, dove mi esibii anche come cantante.

Si dice che all’apice del suo successo ricevette in una sola settimana ben 10.621 lettere dai suoi fans…
Ricevevo più lettere di fan di qualsiasi altra star femminile, ad eccezione di Greta Garbo. Tra queste oltre 100 mi furono inviate da Benito Mussolini, mio ardente ammiratore. Mi scriveva parole infuocate di desiderio e secondo me si era realmente innamorato dato che mi arrivò una sua proposta formale di matrimonio.

Poi ancora giovanissima si ritirò… come mai?
Avevo solo 23 anni, il mio contratto era scaduto e quando andai a rinnovarlo la produzione mi negò l’aumento di stipendio, ci rimasi molto male, per cui pensai bene di ritirarmi dalle scene. Tornai sulle scene nel 1936 ma fu una breve apparizione, nel film Hitch Hike to Heaven.

Un anno dopo il ritiro si sposò…
Sposai il compositore Nacio Herb Brown nel 1934. Il matrimonio però fu annullato un anno dopo perché il precedente divorzio di mio marito non era stato formalizzato al momento del matrimonio. Poi mi sposai una seconda volta nel 1937 a Yuma, in Arizona con il tenente Hershel A. House, pilota della Marina. Ci trasferimmo a Coronado, nel sud della California, dove vivemmo insieme per 54 anni fino alla morte di mio marito nel 1991. Abbiamo avuto due figlie, Linda e Sandra.


Anita Page morì nel sonno all'età di 98 anni il 6 settembre del 2008 un mese dopo il suo 98esimo compleanno, nella sua casa di Los Angeles, dove aveva vissuto con l’ultimo compagno della sua vita Randal Malone. È sepolta nel cimitero di Holy Cross a San Diego. Per il suo contributo all'industria cinematografica, Anita Page ha una stella sulla Hollywood Walk of Fame al 6116 di Hollywood Boulevard.





















 

 
 
 



L'ARTICOLO E' A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATO REALIZZATO GRAZIE A:

http://www.cinekolossal.com/star2/p/page_anita/
https://en.wikipedia.org/wiki/Anita_Page


IMAGE GOOGLE
Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it




INTERVISTE IMPOSSIBILI
ELENCO ALFABETICO      ELENCO CRONOLOGICO        ELENCO PER CATEGORIE




1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1