HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
CINEMAPASSIONE
LE DIVE DEL MUTO



1




INTERVISTA IMPOSSIBILE A
Dorothy Gish
La sorella minore
Alta 157, dai capelli biondi e gli occhi azzurri
è stata un’attrice, scrittrice e regista
statunitense, famosa all'epoca del muto.
Era la sorella di Lillian Gish.







(Massillon, 11 marzo 1898 – Rapallo, 4 giugno 1968)

 

 

Madame le sue origini?
Sono la sorella minore di Lillian, sono nata a Massillon, nell'Ohio, da James Leigh, commesso viaggiatore, e Mary Robinson McConnell. Mia madre venne abbandonata da mio padre quando noi figli eravamo ancora molto piccoli. Lei era un’ex attrice e si adattò a fare la commessa in un grande magazzino e poi la titolare di un negozio di catering e caramelle quando ci trasferimmo a East St. Louis nell’Illinois.

Come entrò nel mondo dello spettacolo
Nel 1912 quando avevo appena 14 anni, Mary Pickford, un'amica canadese di infanzia che faceva l'attrice, ci presentò al famoso regista David Wark Griffith. Così sia io che Lillian cominciammo a recitare come comparse per la Biograph, la casa di produzione di New York. Pensi che al tempo guadagnavamo 50 dollari a settimana!

Nonostante sua sorella avesse cinque anni più di lei eravate praticamente identiche!
Sul set i registi trovarono difficile distinguere l'una dall'altra, così fecero indossare a Lillian un nastro blu tra i capelli e a me uno rosso. Lillian era sicuramente più brava di me, ma Griffith ci incluse entrambe nell'entourage del cast di An Unseen Enemy, iniziando così una carriera che ci avrebbe portato a diventare delle star di Hollywood

Le pesava essere “la sorella di Lillian”?
Assolutamente no, del resto mia sorella si era specializzata in ruoli fortemente drammatici. Quella rivalità fu creata ad arte dai giornali e dei produttori per una mera questione commerciale. Una volta Lillian disse: “Non ero capace di far ridere le persone, ma Dorothy poteva farle piangere e ridere, quindi era un'attrice migliore di me.”


Lei si distinse da sua sorella interpretando ruoli comici.
Beh sì ero un’attrice brillante interprete in particolare di commedie. Ebbi un successo personale nel ruolo della "Piccola Disturbatrice", una cantastorie comica. Dato il successo al botteghino interpretai tra il ’18 e il ’20 una serie infinita di cortometraggi molto popolari e con buone recensioni da parte della critica.

Anche lei subì il passaggio al sonoro…
Dagli anni '30 apparvi soltanto in cinque film tra i quali Centennial Summer di Otto Preminger nel 1946 e The Whistle at Eaton Falls, nel 1951, un film drammatico in cui recitai la parte della vedova del proprietario di un mulino.

Le dispiaceva che sua sorella la considerasse un’eterna bambina?
Lei adorava quel mio istinto fanciullesco e la mia innata assenza di responsabilità, anzi posso affermare con sicurezza che sia lei e mia madre mi viziarono così tanto che contribuirono a mantenermi bambina. Lillian in una sua intervista disse di me: “Era una bambina così spiritosa e incantevole che ci divertivamo ad assecondarla.”

La sua vita privata madame?
A 22 anni nel 1920 mi sposai con James Rennie, un attore di origine canadese conosciuto sul set del film Remodeling Her Husband, la regista del film era mia sorella Lillian. Per unirci in matrimonio fuggimmo a a Greenwich, nel Connecticut.
La cerimonia nuziale fu doppia perché insieme a noi si unirono in matrimonio anche l'attrice Constance Talmadge e l'uomo d'affari greco John Piagoglou. Io e Rennie rimanemmo insieme per 15 anni poi divorziammo nel 1935. Non mi risposai mai più.


Dorothy Gish morì nel 1968, di broncopolmonite, all'età di 70 anni, in una clinica di Rapallo, in Italia, assistita da sua sorella Lillian, che in quel periodo era impegnata sul set di un film a Roma. Fu sepolta nella Saint Bartholomew's Episcopal Church, a New York. Sua sorella Lillian morta nel 1993 venne poi sepolta accanto a lei. Per il suo contributo all’arte cinematografica le fu assegnata una stella sulla Walk of Fame al 6385 di Hollywood Blvd. Una stella alla Young Hollywood Hall of Fame ed un riconoscimento nell'American Theatre Hall of Fame. Nel 1973, il regista francese François Truffaut dedicò a Dorothy e a Lillian il film Effetto notte (La Nuit américaine). La dedica alle sorelle Gish chiude i titoli di testa del film.








 



























 

 
 
 



L'ARTICOLO E' A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATO REALIZZATO GRAZIE A:

https://it.wikipedia.org/wiki/Dorothy_Gish
https://en.wikipedia.org/wiki/Dorothy_Gish


IMAGE GOOGLE
Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it




INTERVISTE IMPOSSIBILI
ELENCO ALFABETICO      ELENCO CRONOLOGICO        ELENCO PER CATEGORIE




1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1