HOME   CERCA NEL SITO   CONTATTI   COOKIE POLICY
 
 1
CHE FINE HA FATTO?
 
 

Agostina Belli
Dall’infanzia al successo, dalla vita privata al
 tragico omicidio che coinvolse la madre
e che rimane tuttora irrisolto.


 



 
 


 

Luminosa e raffinata, lunghi capelli castani, grandi occhi chiari. Agostina Maria Magnoni, in arte Agostina Belli, è stata il sogno proibito degli adolescenti italiani negli anni Settanta.

Diventata famosa negli anni 70, nasce il 13 aprile del 1947 nel quartiere milanese del Giambellino. Da ragazza lavora come segretaria alla Rinascente, ma il suo sogno è il cinema. Si trasferisce a Romo e il suo esordio è datato 1968, nel film Banditi a Milano di Carlo Lizzani.
Inizia a farsi notare nel 1972 quando interpreta la moglie di Giancarlo Giannini in Mimi metallurgico ferito nell’onore per la regia di Lina Wertmuller e nei due film successivi L’ultima neve di primavera di Raimondo Del Balzo e in Sepolta viva di Aldo Lado e soprattutto nel 1974 grazie al personaggio di Sara nello splendido Profumo di donna di Dino Risi con Vittorio Gassman che le fa vincere il Globo d'oro alla miglior attrice rivelazione. In questo periodo incontra il suo futuro compagno, l'attore norvegese Fred Robsahm, cognato di Ugo Tognazzi. L'uomo, amante del mare, si trovò al centro di uno scandalo di droga che lo portò ingiustamente in carcere
Tra le protagoniste della commedia erotica all'italiana, interpreta tra gli altri film Il piatto piange di Paolo Nuzzi, tratto da Piero Chiara. I giornali al tempo esaltano una sua presunta rivalità con l’altro sex symbol dell’epoca, Laura Antonelli Con Telefoni bianchi vince la Targa d'oro ai David di Donatello 1976. In questo periodo posa nuda per l'edizione italiana di Playboy.

Negli anni novanta Agostina dopo aver recitato nella serie La voce del cuore con Gianni Morandi si ritira di fatto dalle scene. Torna nel 2006 al cinema con due film minori dopo una pausa di dieci anni.

Nel 1970 Agostina è protagonista indiretta di un fatto di cronaca che coinvolse sua madre. Adele, titolare di una pensione in via Copernico, nei pressi della Stazione Centrale di Milano, è infatti vittima di un delitto rimasto irrisolto. La donna era stata massacrata a coltellate, quando aveva 55 anni. Dopo solo un anno il caso fu archiviato. Agostina non ha mai smesso di chiedere giustizia convinta che l’assassino è lo stesso che uccise a Milano, tra gli anni ’60 e i ’70, altre sei donne.

Oggi Agostina ha 71 anni e vive in un’abitazione tra le campagne di Bracciano.






 











 





1


ARTICOLO A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
FONTI:
https://it.wikipedia.org/wiki/Agostina_Belli#
https://www.lettoquotidiano.it/2021/01/24/chi-e-agostina-bell
https://www.bigodino.it/spettacolo/che-fine-ha-fatto-agostina-belli
https://it.notizie.yahoo.com/blogs/multisala/agostina-belli-

FOTO GOOGLE IMAGE


 







SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1
 
Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e
l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.

( All images and materials are copyright protected 
and are the property of their respective authors.

If the author deems improper use, they will be deleted from
our site upon notification.) Scrivi a
liberaeva@libero.it


Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione.
L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY



TORNA SU (TOP)
 

LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati
  Contatti