HOME   CERCA NEL SITO   CONTATTI   COOKIE POLICY
 
 1
CHE FINE HA FATTO?
 


Lee Skelton
La signora Rocher
Ricordate l’affascinante nobildonna vestita di giallo dello spot dei
Ferrero Rocher? Seduta in una lussuosa Rolls Royce, diceva:
“Ambrogio, avverto un leggero languorino” e veniva subito
soddisfatta dal premuroso autista

 



 
 


 

Era il 1992 quando la Ferrero lanciò una fortunatissima serie spot televisivi per i suoi cioccolatini, che fece scoprire agli italiani la figura del maggiordomo-autista più famoso della pubblicità italiana: il mitico Ambrogio e soprattutto la splendida elegantissima Lee.
Seduta sul sedile posteriore, l'aristocratica signora sfoglia una rivista e dice:
«Ambrogio!».
«Signora...» Le risponde l’autista.
«Avverto un leggero languorino... La mia non è proprio fame, è voglia di qualcosa di buono. Dovremmo tenere in auto qualcuno di quei Ferrero Rocher» dice lei.
«Mi ero permesso di pensarci signora».
Ambrogio schiaccia un pulsante, e magicamente si apre uno scomparto da cui fuoriesce un vassoio pieno di luccicanti cioccolatini. La signora gradisce e dice con garbata malizia: «Bravo Ambrogio, pensi proprio a tutto».

Il suo nome vero è Beverly ed è nata il 23 gennaio 1958 a Berkeley Heights, cittadina di 20 mila abitanti nel New Jersey. Prima di tre figli di una famiglia benestante, papà ingegnere e mamma casalinga diventa modella quasi per caso. A 20 anni decide di trasferirsi a New York. Qui conosce un agente francese che le propone di diventare indossatrice. Nel 1981 arriva in Europa, sfila per Armani a Milano e Lancetti a Roma. A Parigi conosce Givenchy, il sarto di alta moda, che la vede come la nuova Ava Gardner.
Perennemente a dieta scopre che la vita della modella è molto dura perché le ripetono costantemente che è non deve essere la donna a portare il vestito, ma il vestito a portare la donna.

Poi però all’età di trent’anni le richieste iniziano a diminuire per cui cerca lavori alternativi sempre nel mondo dello spettacolo. Interpreta qualche spot pubblicitario tipo quello della Neutro Roberts e della Johnnie Walker. Si fa conoscere finché arriva l’offerta per girare uno spot per una pubblicità di cioccolatini. Serve una donna tipo soap opera e che assomigli a Joan Collins.
A quel punto la bella Lee si reca a Milano e conosce Ambrogio, al secolo Paul Williamson, attore di teatro londinese che ha 65 anni.
Fa qualche provino su una Rolls Royce e viene scelta per il suo carisma da nobildonna. Quella pubblicità è durata all’incirca otto anni! Una popolarità incredibile! La riconoscono per strada, al supermercato, chiedono autografi e lei gelosa della sua privacy decide di farsi da parte.

Poi però Lee nobildonna ci è diventata davvero infatti poco dopo sposa il principe romano Lorenzo Borghese, si dedica alla vita aristocratica e dopo 15 anni e due figli, nel 2000 divorziano finché un altro amore, quello per l’imprenditore Guido Venturini, l’ha portata a scoprire la passione per i vini in Toscana. Oggi la nobildonna dello spot Ferrero Rocher vive nella campagna toscana è una sommelier e gestisce insieme al marito l’azienda di famiglia producendo vino di nicchia per 30 mila bottiglie.

A proposito ma che fine ha fatto Ambrogio? Classe 1939, è il tipico inglese dalle buone maniere e l'atteggiamento impettito. Paul Williamson ha continuato a fare l’attore e ad oggi ha collezionato apparizioni soprattutto in numerose serie tv britanniche, come “Coronation Street”, e in alcuni film come “Emma” o “Turisti per caso”.




 















1


ARTICOLO A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
FONTI:
https://tv.fanpage.it/lee-skelton-
https://www.caffeinamagazine.it/
https://www.tuttivip.it/t

FOTO GOOGLE IMAGE


 







SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1
 
Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e
l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.

( All images and materials are copyright protected 
and are the property of their respective authors.

If the author deems improper use, they will be deleted from
our site upon notification.) Scrivi a
liberaeva@libero.it


Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione.
L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY



TORNA SU (TOP)
 

LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati
  Contatti