HOME   CERCA NEL SITO   CONTATTI   COOKIE POLICY
 
 1
GIALLO PASSIONE
 
 

L'amore in ufficio
Storie di romanticismo e sesso
Il fascino dell'illecito, ma non solo
 



 
 


 
.Secondo un recente sondaggio le storie d'amore in ufficio sono in costante crescita. Il 68% delle persone coinvolte nello studio ha, infatti, candidamente ammesso di essersi innamorato o di aver provato una forte attrazione mentre si trovava in ufficio e di aver ceduto alle lusinghe del collega o della collega. Capita soprattutto ai più giovani (all’incirca il 74% dei lavoratori) che, a quanto pare, fanno più fatica degli altri a tenere separati il lavoro dal cuore/sesso. Lo stesso sondaggio ci informa che meno di una coppia su tre nata tra una fotocopiatrice e uno scanner si è concluso col matrimonio/convivenza e che circa il 70% delle relazioni extraconiugali nasce in ufficio. Ossia tra coppie già sposate che trovano nel collega, il fascino del proibito!

Quel che è certo è che i dati parlano chiaro, i flirt in ufficio sono molti di più di quanto si pensi e sono una realtà consolidata e molto diffusa. Da un sondaggio fatto in Italia è emerso che più della metà degli intervistati ha avuto un appuntamento galante, uno su tre ha baciato un collega e addirittura un quarto ha avuto un rapporto occasionale di tipo passionale. In testa alle occasioni che hanno favorito la relazione abbiamo: il viaggio in missione, la festa aziendale e l’happy hour al di fuori dell’orario lavorativo.

Del resto tra una email e un foglio Excel buona parte della giornata, se non tutta, si trascorre tra colleghe e colleghi, di certo molte più ore di quelle che si passano col proprio compagno di vita. Ed ecco lì che il collega diventa inevitabilmente un compagno di banco, un amico con il quale ci si confida con il quale si scherza, si mangia, si litiga e si ride. Del resto quando si è in ufficio: gli uomini sono sempre impeccabili, le donne sempre ben curate e socievoli. Il sex appeal è alle stelle e l’occasione come si sa fa l’uomo ladro. Il corteggiamento è servito su un piatto d’argento e cedere alla tentazione dell’illecito è facile. Per cui è quasi inevitabile provare attrazione di tipo erotico/passionale o innamorarsi della persona che vediamo tanto frequentemente.

Però la verità è che, o sul piano relazionale o sul piano professionale, si creano sempre delle difficoltà insormontabili. A tale proposito circa il 60% degli intervistati ha dichiarato di aver preferito tenere nascosta la relazione per l’angoscia di finire sulla bocca di tutti i colleghi. Insomma innamorarsi del vicino di scrivania può rivelarsi particolarmente insidioso specie quando la relazione non cresce come si vorrebbe. L’amore in ufficio non è semplice: si rischia di rompere delicati equilibri ed è facile sentirsi a disagio anche nell’ambito professionale.

Per non parlare poi di quando queste relazioni si interrompono ed è per questo che in diverse multinazionali ci sono policy molto strette e severe (vedi licenziamento in tronco o alla meno peggio trasferimenti di ufficio o territoriali) che frenano il sorgere di storie d'amore in azienda. Oppure quando la relazione nasce tra un’impiegata e il capo o viceversa, è normale in questi casi che il rapporto sia inquinato alla base, il capo o la capa anche se involontariamente approfitta della sua posizione. Un ulteriore rischio è il mobbing post relazione: c’è una buona possibilità che i colleghi-ex amanti si facciano gli sgambetti, si danneggino, e mettano in scena dei veri comportamenti di mobbing, con un inevitabile danno personale e aziendale.


Ma c’è chi è convinto anche del contrario ossia che andare al lavoro con la consapevolezza di incontrare il collega carino può fare la differenza, come del resto arrivare presto in ufficio, essere sempre di buonumore, guardarsi da una scrivania all’altra, inviarsi il buongiorno a inizio giornata, e poi gli sguardi furtivi e ammiccanti al distributore di caffè e di merendine, i gesti lenti e sensuali in sala riunioni, le telefonate pretestuose e avvolgenti, le pause pranzo tanto attese sono abitudini che addolciscono le fatiche lavorative. Quando nasce un amore tutto diventa più roseo e dal sapore più intenso, anche la pratica più noiosa e più complessa assume un aspetto migliore.

Senza contare poi che il desiderio di piacere spinge a sfoderare le armi migliori anche in termini professionali. Il punto di forza delle storie d'amore in ufficio è che chi viene colpito dalla freccia di Cupido tra le scrivanie è solitamente più produttivo. Del resto avere al proprio fianco la persona che ci fa battere il cuore ci aiuta a credere di più in noi stessi. La presenza del nostro partner al lavoro ci rende, insomma, più forti e più inclini a dimostrare le nostre capacità e la nostra voglia di fare.

Ma allora dove sta la verità?
La diatriba sembra destinata a rimanere irrisolta. Anche perché a determinare se una liaison tra colleghi sia valida o meno è solo la contingenza del caso e la specificità delle persone coinvolte nella faccenda e soprattutto la parità di intenti. Se la relazione è sbilanciata anche il lavoro ne subirà le conseguenze.

..
..
 



 





1


WEB REPORTAGE
© All rights reserved
FONTI
https://www.vanityfair.it/mybusiness/
https://www.today.it/economia/lavoro/
https://www.lastampa.it/cultura/
https://www.nirvam.it/users/MagazineArticle.aspx?ID=133





© Riproduzione riservata

FOTO GOOGLE IMAGE


 
FINE










SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1
 
Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY



TORNA SU (TOP)
 

LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati
  Contatti