HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
RACCONTI


1

Adamo Bencivenga
Le note dei sensi





Photo Alexey Kartashov


   
 


Sai che sono bravo a cucire parole, ad imbastirle ogni sera coi fili di luna che sfilacciata si mostra come un’amante leziosa, incontrata per caso su un marciapiede di notte. E si fa la coda e la treccia per essere bella, sotto una pioggia fitta di foglie che si posa leggera sul cappello di raso ed io col mio ago ci attacco l’amore.

Sai che sono bravo a ricamare le note di una musica nuova su una spiaggia lontana ed ogni volta mi chiedo come sarebbe un incontro, perché quello che scrivo è solo mestiere, e fuori di qui non c’è la stessa poesia, non c’è quell’amore che dico e poi scrivo, non ci sono quei tetti, le antenne ed i gatti, le chiome dei pini che scorrono storti, lungo le strade che portano altrove.

Sai che sono bravo a ricamarti più bella, su uno sfondo che rosso ti indora la pelle e poi darti un nome, un volto gentile, che dondolo e cullo sfiorandolo appena. E poi muto ne seguo l’incanto che cresce, come se il mio silenzio ne raccontasse di cose, come se l’attesa fosse un gioco sottile, che dilata il mio vuoto e lo riempie d’amore.

Sai che sono bravo a cucire parole, ad imbastire le note oscillando nell’aria, stuzzicandomi i sensi, tormentandomi il cuore, come api operose che mi girano intorno, come grano di polline dolce e fecondo. Sono le note dei sensi che rispondono all’eco, di un lungo sospiro, liberandosi incerte, poi sempre più libere, volteggiano curve e danzano ad onde sospese nel vuoto. A scale ed a crome si lasciano andare nei giochi infiniti e visioni segrete, e rincorrono sogni non ancora vissuti, e richiamano canti mai prima ascoltati.

Le note dei sensi si ricompongono miti per poi riprodursi come cloni di suoni e riportano storie ormai consumate, in una sensuale miscela di un crescendo di suoni. E in questo vortice di note e passione, in cui da sempre mi cerco e ti trovo, come lo specchio del mio lago profondo, come le gocce, di lampadari e cristalli, che tintinnano al valzer di saloni di marmo, d’un violino tzigano, di una polka viennese, dame e monsieurs che si sfiorano appena, e si danno del voi senza guardarsi negli occhi.

Sai che sono bravo a cucire le note, adornarle con i seni del tuo presente che offri, una riga che corre sotto la gonna, ed io che ti guardo e noto il dettaglio, il merletto che esce, il seno che ammicca, e tu nell’attesa schiudi la bocca, per dissetarti al vapore delle stesse mie note, che cucio e ricamo e faccio l’orlo all’amore,

Sai che sono bravo a cucire parole, ad imbastirle ogni giorno coi fili del sole e coloro le gonne con una punta di giallo, e le faccio danzare aiutate dal vento, come uno sciame d’odori, un ballo all’aperto, ed io col mio ago ci attacco l’amore, perché tu ti lasci cullare dal sogno, che ora è ocra poi oro arrossato al tramonto, la luce che sfuma sul tuo viso perfetto, come un’amante che bacia e ti fa femmina bella.





 
FINE

  


 
 
 



Il racconto è frutto di fantasia.
Ogni riferimento a persone e fatti realmente accaduti è puramente casuale..


© All rights reserved
TUTTI I RACCONTI DI ADAMO BENCIVENGA


© Adamo Bencivenga - Tutti i diritti riservati
Il presente racconto è tutelato dai diritti d'autore.
L'utilizzo è limitato ad un ambito esclusivamente personale.
Ne è vietata la riproduzione, in qualsiasi forma, senza il consenso dell'autore












1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1