HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
RACCONTI


1

Adamo Bencivenga
La donna della stazione






   
 


STAZIONE FERROVIARIA DI SAN MAURO
ORE 7:30 PM
La donna è seduta sulla panchina, tormenta il suo telefono muto e attraverso la nebbia guarda alternativamente i binari vuoti e il grande orologio a muro, porta un grosso cappotto, un cappello nero con la veletta ed un rossetto vistoso che le sborda le labbra. Nella mano sinistra guantata tiene stretta una piccola borsa di pelle nera, ma è senza valigia.
D’improvviso si alza, come se avesse preso una decisione, si allontana sui suoi bei tacchi di vernice nera, va verso la biglietteria, legge distrattamente gli orari dei treni, parla con un addetto in divisa, sembra conoscerlo, poi ritorna, la sua andatura è lenta, il suo comportamento regale, avrà sì e no cinquantacinque anni. Scuote la testa e si rimette seduta sulla stessa panchina, nello stesso posto, esattamente sul lato destro. Si avvolge nel suo cappotto e accavalla le gambe fasciate da un finissimo velo nero. Di nuovo guarda i binari vuoti, poi il grande orologio a muro. Sono passati appena due minuti.

Ad un tratto un rumore di treno, passa veloce e non si ferma, ma lei sembra non accorgersi, rimane immobile dritta nel suo sguardo anche quando spunta dalla nebbia un uomo di bell’aspetto sui quarant’anni. Anche lui porta un grosso cappotto color cammello, anche lui un cappello nero. Ha una piccola valigia di pelle marrone che poggia sulla panchina, ma non nota subito la donna.

UOMO Cazzo è il quarto treno che passa senza fermarsi, ma qui non fermano mai questi treni di merda?
LA DONNA ORA GIRA LENTAMENTE IL SUO VISO, MA NON SEMBRA INTERESSATA. L’UOMO LA NOTA.
UOMO Oh signora, non l’avevo notata, perdoni il mio sfogo.
DONNA Non si preoccupi, ha ragione ad essere arrabbiato.
UOMO Sono desolato, mi perdoni, di solito non mi esprimo in questo modo. Che figura!
DONNA Diceva?
UOMO Dicevo che questi benedetti treni qui non fermano mai ed io devo essere a Ferrara per questa sera.
DONNA Ha un appuntamento?
UOMO Sì certo.
DONNA Galante?
UOMO Scusi non capisco… che importanza potrebbe avere?
DONNA Beh credo che la sua amica stasera dovrà aspettare ed anche parecchio perché il prossimo treno passerà tra circa due ore. C’è un guasto sulla linea che porta a Ferrara.
UOMO Ah bene… mi fa piacere…

L’UOMO PRENDE IL SUO TELEFONO, È NERVOSO FA QUALCHE PASSO E CHIAMA, MA NESSUNO RISPONDE, ALLORA MANDA UN MESSAGGIO. POI RITORNA DALLA DONNA. LEI LO GUARDA MALIZIOSAMENTE.
DONNA Non le risponde vero?
UOMO Senta, ma lei è un bel tipo sa…
DONNA Mi appassionano le storie d’amore, specialmente se sono vissute.
UOMO Signora perdoni, ma la trovo quanto meno indiscreta.
DONNA Dato che dobbiamo aspettare non vedo altro modo per ingannare il tempo…
UOMO Parlando di me?
DONNA Intendevo chiacchierando un po’… L’argomento è a piacere.
UOMO Quindi?
DONNA E quindi pensavo quale tema migliore possa essere l’amore?
UOMO Lei è esperta in amore mia signora?

LA DONNA COMINCIA A RIDERE, PRIMA LENTAMENTE, POI ESPLODE IN UNA RISATA FRAGOROSA. POI SMETTE DI COLPO.
UOMO Ho detto qualcosa di ridicolo?
DONNA Oh no no, non si preoccupi, se fossi esperta in amore non sarei qui da sola seduta su una panchina della stazione…
UOMO Perché? Una donna esperta in amore non aspetta un treno?
DONNA Forse sì, forse no, ma di sicuro si è stancata di aspettare…
UOMO Quindi lei non aspetta un treno?
DONNA La speranza è l’ultima a morire.
UOMO Non mi dica che è stata lasciata signora… una bella donna come lei poi… Sarebbe davvero un delitto.
DONNA Oh lei è gentile sa. Si era presentato male, ma ora sta recuperando.
UOMO Chiedo ancora scusa, non sono solito…
DONNA Stia sereno… l’ho già perdonata.
UOMO Signora mi scusi la franchezza, ma io ora vorrei solo prendere il primo treno a disposizione, per il resto non sono qui per risultare simpatico a chicchessia…
DONNA Tranquillo si goda il panorama ed apprezzi la serata, prima o poi il treno passerà e di certo non dipenderà dal suo umore.
UOMO È una stazione come tutte le altre, cosa dovrei guardare? Poi con questa nebbia che penetra nelle ossa…
DONNA Le piccole stazioni a me hanno messo sempre tristezza, ha ragione, ma hanno anche un certo fascino retrò… e poi, sa cosa le dico? Alle volte non dipende da cosa si guarda, ma da chi guarda.
UOMO Mi crede insensibile vero?
DONNA Oh no, non sia così precipitoso, non le mancherei mai di rispetto, del resto lei è uno sconosciuto ed io ho imparato a non giudicare le persone al primo impatto.
UOMO Beh non direi… Mi ha già squadrato come un foglio bianco ed ha deciso che devo andare ad un incontro galante.
DONNA Perché non è vero?
UOMO Ha anche detto che sono insensibile…
DONNA Questo non posso saperlo, ma di certo so che è impaziente…
UOMO Quindi?
DONNA Deduco che lo sia perché deve andare dal suo amore e non vuole fare tardi. Questo è già tanto mi creda.
UOMO Grazie lei è una donna arguta e gentile.
DONNA Immagino che lei non sia sposato vero?
UOMO Lo sono, lo sono e da molto tempo.
DONNA Allora chi l’aspetta non è sua moglie vero?
UOMO Come fa a saperlo?

LA DONNA SCUOTE LA TESTA.
DONNA Povero signore mio! Bloccato su questa panchina tra la nebbia e costretto a parlare con una vecchia romantica come me.
UOMO Ma lei non è vecchia!
DONNA Dipende da cosa si guarda. Diciamo che ho vissuto abbastanza per non sentirmi giovane e sprovveduta.
UOMO Però non mi ha risposto.
DONNA Ho amato anche io… forse troppo.
UOMO E ora?
DONNA Dopo che si è conosciuto l’amore, la passione e quello strano sentimento che distrugge tutto e tutti cosa vuole aspettare?
UOMO Disillusa?
DONNA Non da lui, ma dalla vita. Lei è giovane e si goda la vita finché può.
UOMO Grazie per il consiglio, ma già faccio quello che posso.
DONNA Sa cosa le dico? Fortunato chi non ha mai conosciuto l’amore, non sa cosa si è perso e quindi non può rimpiangerlo.
UOMO Lei ragiona come se l’amore fosse unico…
DONNA Se non lo è stato, non era un vero amore.
UOMO E quindi? Dopo cosa succede?
DONNA Se si è amato intensamente e poi per qualche motivo finisce, di sicuro si continua a vivere, ma tutto diventa più semplice perché tutto scivola.
UOMO Lei non si sorprende più di nulla?
DONNA Vivo da spettatrice, osservo gli altri, ma anche questo ha un suo fascino, mi creda.

I DUE RIMANGONO A FISSARE I BINARI. UN BARBONE CIUCCIA LA SUA BUSTA DI VINO A DUE PASSI DA LORO.
DONNA Sono sicura che anche quell’uomo avrebbe tante storie da raccontare…
UOMO Beh di certo qualche delusione…
DONNA La sua amante è giovane vero?
UOMO Oh no, scusi se mi permetto, ma avrà più o meno la sua stessa età.
DONNA Allora avevo ragione a dire che sono vecchia!
UOMO Lei è una donna affascinante…
DONNA … e lei un uomo in vena di complimenti.
UOMO Non le piace essere corteggiata?
DONNA La bellezza ad un certo punto svanisce e allora si preferisce il corteggiamento allo specchio. Praticamente ci si illude, ma in realtà è solo un inganno.
UOMO Perché pensa che il corteggiamento sia un inganno?
DONNA Nella stragrande maggioranza delle volte è una truffa, serve solo per portare una donna a letto.
UOMO Allora insisto…
DONNA Oh lasci stare la prego. Non è credibile. Se fossi stata la sua amante vedrei nei suoi occhi almeno il ricordo di essere stata bella. E poi penso che lei abbia già tanti altri impegni in fatto di amore…
UOMO Perché mi lamentavo dei treni che non passano mai?
DONNA Me lo ha detto lei che ha un’amante e una moglie… la prego non faccia marcia indietro per una banale conquista…
UOMO Lei non è banale e comunque penso di essere in grado di giudicare tra una bella donna e un bluff.
DONNA Per bluff intende l’apparenza vero?
UOMO Da che mondo è mondo non sono gli uomini che si truccano…
DONNA Ha ragione, noi donne facciamo del tutto per apparire affascinanti, ma poi c’è sempre un momento a cui non possiamo sottrarci…
UOMO Dicevo per dire, ma non riguarda lei…
DONNA Tranquillo… Magari se mi vedesse nuda, oppure senza questa veletta, cambierebbe idea.
UOMO Nuda? Sarebbe un sogno!
DONNA C’è di meglio al mondo mi creda… a cominciare dalla sua amante.
UOMO Ma se la vedessi nuda assaggerei il gusto proibito e peccaminoso della conquista…
DONNA Lo dicevo io che era un seduttore, poche volte mi sbaglio sa…
UOMO Noto una punta di negatività nelle sue parole…
DONNA Ma no, come le ho detto prima, mi scivola tutto e lei del resto ora sta facendo solo il suo mestiere di uomo.
UOMO Fare l’uomo è un mestiere?
DONNA I cacciatori tanto tempo fa segnavano una tacca sul loro fucile ogni volta che catturavano una preda, il mondo nonostante tutto non è cambiato, mi creda.

IN LONTANANZA SI SENTE IL FISCHIO DI UN TRENO. L’UOMO SI ALZA.
DONNA Non si prenda pena, non è il suo treno.
UOMO Anche questo non ferma?
DONNA C’è tempo. Ancora un’ora e mezza più o meno. Lo vede che è impaziente? Se fosse stato il suo treno ora mi saluterebbe lasciando a metà il nostro discorso.
UOMO La vita mia signora è fatta di coincidenze.
DONNA Io le chiamo destino, troppo romantica?
UOMO Lei crede che il destino in qualche modo ci abbia fatto incontrare?
DONNA Oh questo è sicuro, ma esiste per fortuna anche un libero arbitrio…
UOMO Io le piaccio?
DONNA Lei sa di essere un bell’uomo.
UOMO Anche lei è una bella donna.
DONNA Questo gatto si morde spesso la coda però…
UOMO Ma non mi ha risposto… Le piaccio?
DONNA Lei ha già due donne a cui pensare, sarei di troppo.
UOMO Le donne non sono mai troppe.
DONNA Ascolti ma lei cosa ci prova a tradire sua moglie con una donna più anziana?
UOMO Il tradimento non è sempre colpa di chi tradisce…
DONNA Perdoni la mia curiosità, ma con sua moglie ci fa l’amore?
UOMO Certo io sono un tipo che onora tutte le tavole a cui mangia.
DONNA E non nota le differenze?
UOMO Sarebbe un delitto non notarle… Del resto ogni donna ha la sua caratteristica.
DONNA Ed io secondo lei quale avrei?
UOMO Lei è una donna sensuale, apparecchierebbe la tavola in mondo impeccabile. Anzi le dirò di più… a prima vista credo che sia già sontuosamente apparecchiata per il piacere dei miei occhi.

LA DONNA RIMANE UN ATTIMO IN SILENZIO. POI SORRIDE.
DONNA A questo punto sarei curiosa di chiederle come… ma penso che ci stiamo spingendo troppo oltre… In fin dei conti siamo due perfetti sconosciuti.
UOMO Ci stiamo conoscendo no?
DONNA Vedo che non lascia la presa.
UOMO Quando vedo una bella donna non mi tiro mai indietro.
DONNA Come un bimbo davanti ad un giocattolo che non può avere…
UOMO Oh sì, adoro giocare con le bambole… ma in carne ed ossa.
DONNA Quindi me lo dica chiaramente ci sta provando con me?
UOMO Mi sembra del tutto evidente.
DONNA Mi dà un incarico gravoso allora…
UOMO Quale?
DONNA Se io accettassi la sua corte lei tradirebbe di fatto due donne stasera a causa mia.
UOMO Non si sentirebbe orgogliosa?
DONNA Lei conviene con me che è un ruolo molto delicato.
UOMO Un ruolo in cui lei si districherebbe benissimo, ne sono certo.
DONNA Una cosa l’ho capita però… lei ha la passione per il vintage…
UOMO Continua a non rispondere…
DONNA Vuole che gonfi il suo orgoglio di maschio?
UOMO Perché no?
DONNA Tra donne c’è sempre competizione e sinceramente farne aspettare due insieme non può che rendermi superbamente fiera…
UOMO Posso intenderlo come un assenso?
DONNA Più che un assenso mi sembra un modo per rendere l’attesa meno snervante.
UOMO Dice che stiamo solo riempiendo un buco?
DONNA Lei lo sta riempiendo e non vedo altro modo per descrivere questa situazione.
UOMO Adesso darei chissà cosa per scoprire perché mai lei è qui. Non è normale incontrare una donna così affascinante seduta su una panchina e disponibile a parlare.
DONNA Non sono qui per riempire un buco, semmai un vuoto…

LUI LA FISSA, NOTA IL DETTAGLIO DELLA CUCITURA DELLA CALZA.
UOMO Vorrei abbracciarla ora…
DONNA La prego parliamo d’altro. La sua amante è bella vero?
UOMO Non quanto lei…
DONNA La prego si svesta per un attimo dei panni del seduttore.
UOMO Ma sono sincero! Le sto dicendo la verità!
DONNA Ne ho di esperienza mio caro e so che non c’è mai una parola di verità in un corteggiamento. Altrimenti non sarebbe tale.
UOMO La verità è che mi ha colpito molto.
DONNA E mi dica stasera rinuncerebbe a lei per una signora conosciuta su una panchina di una stazione di periferia della quale non sa nulla, cosa ci faccia qui, dove sia indirizzata e se prende il prossimo treno.
UOMO Perché mai sarebbe qui mia cara?
DONNA Ci sono tanti motivi per essere seduta su una panchina di una stazione.
UOMO Qualunque sia il suo motivo lei è senz’altro una donna romantica.
DONNA Per il dettaglio della calza? O cosa? Ho notato che mi guardava estasiato.
UOMO A lei non sfugge nulla. Le sue caviglie sono pura poesia.
DONNA Ora mi rendo conto che non conosce neanche il mio nome…
UOMO Cosa vuole che conti? Lei ha un fascino particolare. Il suo modo di parlare, il suo velato cinismo, la sua malcelata indifferenza, il suo profumo, il suo sguardo, la sua veletta, la cucitura, il suo rossetto…
DONNA Non mi dica che si sta innamorando di me?
UOMO E se così fosse? Mi crede pazzo vero?
DONNA Fino ad un attimo fa avrei detto solo un furbetto…
UOMO Ha cambiato idea?
DONNA Mio signore accetto la sfida e la voglio mettere alla prova…
UOMO Sono pronto!
DONNA Rinuncerebbe a quel treno per me? Le ricordo che il prossimo passerà solo domattina alle sei e quaranta tre.
UOMO Perché porre dei limiti alla Provvidenza? Abbiamo tempo no?
DONNA Crede che una donna si accontenti di un bacio e una promessa?
UOMO Io amo la donna a prescindere dal tempo.

LA DONNA RIDE.
DONNA Lei già mi ama? Non sia ridicolo. Ascolti cosa fa nella vita?
UOMO Sono uno scrittore.
DONNA Allora si spiega tutto, gli scrittori sono sempre in servizio e dove non riescono aggiungono un po’ di fantasia.
UOMO Non capisco
DONNA Immagino sia in cerca di ispirazione e poi non considererebbe questo tempo uno spreco. Vero?
UOMO Io so che lei mi ha colpito, è di una sensualità disarmante.
DONNA Vede che è uno scrittore? Lei usa le parole per mestiere come un artigiano i suoi attrezzi.
UOMO Lei è scivolosa come una saponetta mia signora. Alzo le mani e mi arrendo.
DONNA Uomini e donne usano le proprie armi.

L’UOMO SI ALZA E SI TOGLIE IL CAPPELLO PER SALUTARE LA DONNA.
UOMO Vabbè ci ho provato e mi è andata male. La saluto e cambio panchina.
DONNA Non faccia il permaloso per conquistare una donna ci vuole una massiccia dose di pazienza, lo sa vero? Affondare il colpo, ritirarsi, cambiare argomento, tornarci, girare intorno insomma come fa un gatto con la sua preda.
UOMO Lei non assomiglia ad una preda… Anzi mi sembra che le parti siano invertite.
DONNA Data la differenza di età forse sono solo un po’ più smaliziata di lei.
UOMO Questo l’ho capito, per questo rinuncio a malincuore mi creda.
DONNA Non faccia così, torni qui e soprattutto non si prenda sul serio, la vita è anche gioco e divertimento, nonostante tutto.
UOMO Volevo appunto dimostrarle che sono serio.
DONNA Ah sì? Come quando dice alla sua amante che non scopa con sua moglie? O quando nega a sua moglie di avere un’amante?
UOMO Da che mondo è mondo le bugie fanno meno male della verità.
DONNA Se ci si crede sì, ma io ho il vizio di non credere specialmente se a dirle è un corteggiatore che mi vuole portare a letto.

ORA E’ L’UOMO A RIDERE.
UOMO Anche se volessi qui non c’è nessun letto…
DONNA Vuole che in una stazione di periferia così romantica e retrò non ci sia un posto buio e angusto per un po’ di intimità?
UOMO Lei lo conosce?
DONNA Se si vuole si trova. E poi lei è uno scrittore… la fantasia non le manca. Sono sicura che farebbe diventare quel posto una suite a cinque stelle.
UOMO Oh madame qui c’è solo una stella e quella è lei.
DONNA Come volevasi dimostrare… Lei è sempre in servizio.
UOMO Vorrei rendermi utile…
DONNA Utile? Non capisco.
UOMO Lei non sta aspettando alcun treno vero?
DONNA Sto aspettando qualcuno che non si farà vivo né oggi e né mai.
UOMO Perché ne è così sicura?
DONNA È una storia lunga e non voglio rattristarla.
UOMO È tanto che lo aspetta vero?
DONNA Tanto da conoscere a memoria tutti gli orari dei treni.
UOMO Quindi non è disillusa come mi era parso di capire, anzi direi caparbia…
DONNA Le ho detto che tutto ora mi scivola addosso anche l’attesa.
UOMO Le posso offrire un caffè?
DONNA Il bar è chiuso purtroppo.
UOMO O suvvia ci metta un po’ di fantasia…
DONNA E lei mi dia un pretesto valido per alzarmi.
UOMO Pensavo alla suite…
DONNA Oh la prego non sia così banale
UOMO Potrebbe essere un modo per alleggerire l’attesa…
DONNA Fuochino…
UOMO Un modo per rivivere qualcosa di già vissuto.
DONNA Ecco ora va meglio…

LA DONNA SI ALZA
UOMO Le posso dare il mio braccio?
DONNA E a lei va di passeggiare?
UOMO Sarebbe un onore per me.
DONNA Le prometto che non perderà il suo treno.
UOMO Quindi lei non prenderà quel treno… Giusto?
DONNA Sto iniziando ad apprezzare la sua insistenza.
UOMO Vorrei sapere tutto di lei.
DONNA Cosa vuole che le dica? Sono anni che vedo passare treni…
UOMO Ha perso la speranza?
DONNA Sono pazza vero? Mi siedo su quella panchina ogni santo giorno nonostante abbia la certezza assoluta che lui non tornerà più.
UOMO Tutti i giorni? Vestita così?
DONNA Il tempo per me non è passato.
UOMO Immagino allora quanti uomini prima di me l’avranno importunata.
DONNA Lei è stato gentile.
UOMO Cosa le ha colpito di me?
DONNA Il fatto che ha già due donne e mi stuzzica essere la terza.
UOMO Quindi non sono una minaccia per la sua attesa vero?
DONNA Non sarà lei a farmi cambiare abitudini.
UOMO Quindi se domani per caso passassi di qui, la ritroverei seduta su quella panchina.
DONNA Ecco, ora sa qualcosa in più di me.

I DUE ORA PASSEGGIANO LUNGO I BINARI.
DONNA Ascolti, ma chi preferirebbe ci vedesse ora? Sua moglie o la sua amante?
UOMO Nessuna delle due. Sono entrambi morbose e possessive.
DONNA E a lei immagino faccia piacere essere conteso.
UOMO C’è qualcosa di meglio nella vita?
DONNA Comunque chi delle due? È un gioco risponda.
UOMO Lei è molto bella, nessuna delle due crederebbe ad un’amica.
DONNA Ma io non vorrei mai essere una sua amica e mai vorrei che loro mi scambiassero per tale.
UOMO Meglio essere la terza donna?
DONNA Dopo la seconda siamo tutte meteore, è un ruolo che preferisco.

LA DONNA RIDE.
UOMO Ora la sento più leggera. Merito mio?
DONNA Si consideri un uomo fortunato, stiamo passeggiando sottobraccio dentro una stazione parlando del più e del meno… Se qualcuno ci vedesse penserebbe senz’altro che siamo due amanti.
UOMO Sì, ma non lo siamo. Purtroppo!
DONNA Aspetti, non sia precipitoso. Anche un amore estemporaneo ha le sue regole, le sue leggi e soprattutto i suoi tempi. Mi desidera tanto vero?
UOMO Se lei prendesse con me il prossimo treno, non so, potremmo appartarci… cercare la giusta occasione...
DONNA Mio caro, come le ho detto, io non prendo quel treno, ma non è detto che una stazione non possa ugualmente essere un luogo romantico.
UOMO La desidero follemente.
DONNA Tanto da fare una pazzia?

I DUE FANNO QUALCHE ALTRO PASSO IN SILENZIO, POI LA DONNA ENTRA NELLA PICCOLA SALA D’ATTESA. L’UOMO LA SEGUE.
DONNA Venga qui. Faccia piano e non si faccia sentire dall’addetto.
UOMO Sembra che conosca a memoria questo posto.
DONNA Non ho mai detto il contrario.
UOMO Non sono il primo vero?
DONNA Che importanza vuole che abbia? Del resto non è l’unico uomo al mondo ad avere una moglie e un’amante…
UOMO E lei non è l’unica donna al mondo che aspetta.
DONNA Eh già voi uomini ci fate sempre attendere, ma noi donne sappiamo sempre come ingannare l’attesa.
UOMO Facciamo in fretta vero?
DONNA Sta pensando alla sua amante che in questo preciso istante ha trovato il modo di ingannare anche lei il tempo? Tranquillo le prometto che non perderà quel treno e non farà aspettare la sua amante. Del resto le amanti sono vogliose per definizione e lei avrà modo di appagarla questa sera stessa.
UOMO Io ora voglio solo lei! Lei mi ha letteralmente stregato.

LEI PRENDE PER MANO L’UOMO. ENTRANO INSIEME IN UN RIPOSTIGLIO, CI SONO SCOPE, SECCHI, UN BERRETTO DA CAPOSTAZIONE, UNA SEDIA DI PAGLIA, UN MEZZO SPECCHIO ROTTO E UN LETTINO SFATTO.
LA DONNA APRE UN CASSETTO, PRENDE LA CHIAVE E CHIUDE LA PORTA.
DONNA Ecco ora qui siamo tranquilli.
UOMO Allora davvero conosce questo posto!
DONNA Questa era la stanza dove il mio povero marito si riposava quando faceva il turno di notte.
UOMO Lei è vedova? Mi spiace. E cosa faceva suo marito?
DONNA Il capostazione e ogni tanto per non lasciarlo solo venivo a trovarlo e facevamo l’amore sopra quel letto. Erano dei momenti intensi, irripetibili e pieni di passione. Attimi rubati con la paura che qualcuno ci interrompesse. Poi purtroppo l’anno scorso lui è venuto a mancare.
UOMO Ed ora perché viene qui?
DONNA Rivivo quei momenti.
UOMO Facendo l’amore?
DONNA Non conosco altro modo per ricordarlo intensamente.
UOMO Perché ha scelto me?
DONNA Io non l’ho scelta è lei che mi ha corteggiata. E poi a lei non serve una donna, dato che ne ha già due, ma solo vivere un momento di trasgressione, un attimo rubato all’attesa.
UOMO Come faceva con suo marito…
DONNA Lei prenderà quel treno e non ci saranno strascichi tra noi.
UOMO Quindi sarei il tipo perfetto?
DONNA Mi baci non perda tempo.
UOMO Posso sapere il suo nome?
DONNA Mi chiami “La donna della stazione.”
UOMO Potrebbe essere il titolo del mio prossimo racconto.
DONNA Sarà bellissimo, ne sono sicura.






 
FINE

  





 
 
 



Il racconto è frutto di fantasia.
Ogni riferimento a persone e fatti realmente accaduti è puramente casuale..


© All rights reserved
TUTTI I RACCONTI DI ADAMO BENCIVENGA


© Adamo Bencivenga - Tutti i diritti riservati
Il presente racconto è tutelato dai diritti d'autore.
L'utilizzo è limitato ad un ambito esclusivamente personale.
Ne è vietata la riproduzione, in qualsiasi forma, senza il consenso dell'autore












1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1