HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
RACCONTI


1

Adamo Bencivenga
Il sapore della fantasia





Photo Pavel Ryzhenkov


   
 


BEN TORNA A CASA, HA L’ARIA STANCA. RACHEL SUA MOGLIE E’ DISTESA SUL DIVANO, STA GUARDANDO LA SUA SERIE PREFERITA IN TV.
RACHEL Cosa c’è Ben ti vedo stanco.
BEN Tesoro ci ho pensato molto venendo a casa. Devo dirti una cosa che non ti farà piacere…
RACHEL Spero cose non tristi.
BEN Invece sì…
RACHEL Dai non mi tenere sulle spine…
BEN Faccio sesso con un’altra donna.
RACHEL Ma sei pazzo? Non ci credo, dimmi che stai scherzando!
BEN È vero Rachel, sono mesi che tento di dirtelo.
RACHEL Chi è lei?
BEN La tua collega nonché amica del cuore…
RACHEL Gloria???
BEN Sì.
RACHEL Che troia! E da quanto tempo?
BEN Circa sei mesi.
RACHEL Sei mesi! Perché non me lo hai detto prima?
BEN Perché sono un vigliacco e detesto fare del male…
RACHEL Ma intanto ci vai a letto! Sei un pezzo di merda!
BEN Lo so.
RACHEL Sei un bastardo, e non fare quella faccia da cane bastonato, il tuo dispiacere è solo l’imbarazzo di avermelo detto, ma non di scoparci!
BEN Comunque mi dispiace.
RACHEL È irrilevante! Cosa cazzo me ne faccio del tuo dispiacere e poi di che ti dispiace?
BEN Di tutto.
RACHEL Ci fai sesso o ti sei innamorato di lei?
BEN Perché fai domande cretine? Sai bene che è sposata!
RACHEL E che significa? Non ti puoi essere innamorato di una donna sposata?
BEN Ci faccio solo sesso… I sentimenti non c’entrano niente in questa storia.
RACHEL Quante volte?
BEN Tre a settimana.
RACHEL Tre? E come cazzo ho fatto a non accorgermi di nulla... Ho accanto un mostro e non lo sapevo cazzo!
BEN Questo significa che tengo a te! Io ti amo Rachel.
RACHEL Ma smettila… sei solo finto! Bel modo di amarmi. E scusa dove te la scopi?
BEN Per le prime volte in un motel, ora abbiamo affittato una piccola mansarda a due passi da casa sua…
RACHEL E suo marito lo sa?
BEN Altra domanda cretina!
RACHEL Tu scopi con un’altra ed io sarei la cretina?
BEN Ovvio che non lo sa.
RACHEL Mi sembra tutto assurdo, dimmi che è solo un incubo. E poi con Gloria, dimmi che non è vero, ma come è successo?
BEN L’ho incontrata un giorno all’uscita della vostra scuola, stavo aspettando te. Lei mi ha invitato a bere un caffè e da lì è iniziata.
RACHEL Quindi invece di aspettare me hai preferito andare con lei.
BEN Non sono riuscito a trattenermi… portava un paio di pantaloni aderenti ed un top scollato… mi faceva sangue. Il pomeriggio stesso siamo andati in un motel.
RACHEL Scusa, ma non potevi tenertela per te sta cosa?
BEN In che senso?
RACHEL Mi hai detto che sono sei mesi che vi vedete di nascosto per cui potevi continuare a farci l’amore, insomma ci scopavi durante il giorno e la sera tornavi a casa senza che nulla fosse successo.
BEN Ma tu sei mia moglie, non posso continuare a mentirti.
RACHEL Senti Ben io sono solo la cogliona che ti aspetta la sera e ti prepara la cena.
BEN Non parlare così. Non ti ho mai fatto mancare niente, neanche il sesso.
RACHEL Immagino che ti sarai organizzato bene, tre volte con lei, tre con me a giorni alternati e la domenica riposo assoluto.
BEN Quindi avresti voluto che non ti avessi detto niente.
RACHEL Ma sì, perché non credo alla tua sincerità, ti sei solo voluto scaricare la coscienza. Ed ora il problema è tutto mio.
BEN No, è anche mio!
RACHEL Non ci posso credere cazzo! Ma proprio con lei? La conoscono tutti l’insegnante tutta di un pezzo.
BEN Non ti capisco…
RACHEL Te lo sei dimenticato? L’anno scorso giravano certe voci su di lei a scuola… Il preside le ha dovuto anche cambiare sezione.
BEN Di che genere?
RACHEL Ma dai che te l’ho detto che si scopava un alunno. Che fai ora cadi dalle nuvole?
BEN Non lo ricordavo.
RACHEL Ben non essere distratto per favore!
BEN Ah sì scusa, non lo faccio più…

RACHEL BALZA IN PIEDI, APRE L’ARMADIO E INIZIA A PREPARARE LA VALIGIA.
BEN Che fai?
RACHEL Me ne vado. Ti lascio campo libero così potrai anche evitare di pagare l’affitto della mansarda per tre scopate a settimana.
BEN Dai aspetta, vieni qui dobbiamo parlare. Non farmela pagare perché sono stato sincero con te.
RACHEL Oh sì tesoruccio bello, mi sa che stai pensando che dovrei anche ringraziarti per avermi confessato che mi metti le corna con quella troia.
BEN Calmati dai.
RACHEL Senti, ma come si fa scopare?
BEN E dai smettila…
RACHEL Sono masochista e curiosa, dimmelo.
BEN Di solito è lei che sale su di me…
RACHEL Lo immaginavo, tu disteso e immobile col coso dritto e lei sopra… Come le assatanate represse.
BEN Dai ti prego torna qui, parliamo…

RACHEL TORNA A SEDERSI SUL DIVANO.
RACHEL Toglimi una curiosità, quando siamo andati a cena a casa sua, voi avevate già scopato?
BEN Sì, è successo qualche giorno prima
RACHEL Quindi quella sera già stavate insieme?
BEN Si.
RACHEL Ed io cogliona non me ne sono accorta di nulla, mi hai fatto pure fessa. Sei un uomo indegno!
BEN Scusa, ma come avresti fatto ad accorgerti? Quella sera non ci siamo neanche parlati…
RACHEL Chissà quante sguardi languidi e quante occhiate libidinose… Ed io che parlavo candidamente dei miei alunni e dei problemi che avevamo a scuola. Non ci posso credere cavolo!
BEN Dai Rachel per favore!
RACHEL E scusa quando siete andati in cucina da soli, immagino che…
BEN Mi ha baciato, ma io le ho detto che era pazza.
RACHEL Ma ti piaceva vero sentirla calda e troia?
BEN Sì certo.
RACHEL Che pezzo di merda, ora capisco quando la sera esci col telefono in mano e mi dici che vai a prendere una boccata d’aria… Chiami lei vero?
BEN Il tradimento è una cosa brutale, lo so, senza l’inganno e la menzogna non esisterebbe.
RACHEL E forse è proprio l’inganno, il proibito che ti attrae! Sei un meschino ti piace farmi fessa! Ma come funziona? Come è possibile fare questo ad una persona che conosci da tanti anni e che ci hai vissuto insieme?
BEN Te l’ho detto non so spiegartelo, è successo e basta.
RACHEL Non è sufficiente, cazzo te lo devi chiedere! C’è sempre un momento prima e uno dopo. Quello prima è fatto di razionalità in cui si decide di resistere o meno, in cui ti passa davanti tutta la tua vita, gli affetti, la fiducia, l’amore. È lì che si decide di essere egoisti o meno, è lì che si decide di tradire. Beh caro, io a questa cosa avrei resistito. Tu no! Ok ora vado via. Lasciami preparare la valigia.
BEN Non voglio che tu vada via… e poi a quest’ora, è pericoloso fuori.
RACHEL Perché qui dentro è sicuro? Voglio uscire e incontrare altre persone, divertirmi, andare a ballare e perché no… fare sesso con uno sconosciuto. Almeno sono sicura che lui non mi abbia ancora tradito.
BEN Sarei geloso .
RACHEL Oh bella questa! E allora indovina quanto le mie viscere si stiano arrovellando ora a causa tua…
BEN Non posso dire che sono geloso? E poi non voglio che ti butti via.
RACHEL Tu non hai più pretese su di me, ma noto che nonostante tutto ti piaccio ancora allora…
BEN Ovvio.
RACHEL Sei sicuro? Mi ami? Non ci posso credere!
BEN Si che ti amo!
RACHEL È strano, ma ti amo anche io, ma allo stesso tempo ti odio perché me lo stai dicendo. Allora perché lo hai fatto? Lasciami andare ora…
BEN Sono egoista voglio te e voglio lei.
RACHEL Ma come fai a parlare così? L’amore non si può spartire.
BEN Ma io non credo che sarò mai felice con lei. È solo una questione di sesso e di fantasie…
RACHEL Oh no non lo sarai perché nessuna ti amerà così tanto come ti ho amato io.
BEN Resta non andare.
RACHEL Resto se mi prometti di ripensaci. Potrei azzerare tutto e tu lo sai.
BEN Ci ripenserò te lo giuro.
RACHEL Per favore, ripensaci adesso.
BEN Adesso no, sono confuso.
RACHEL Ma intanto posso continuare a vederti? Posso vederti ancora? Rispondimi.
BEN Non lo so, ma ora ho solo voglia di scoparti brutalmente.

RACHEL SI ALZA LA GONNA.
RACHEL Guardala, la vuoi? Ti piace ancora vero?
BEN Brava, non hai messo le mutandine!
RACHEL Ti prego rispondimi!
BEN Certo che la voglio, non ti posso resistere.
RACHEL Che farai invece se sarò io a trovare qualcun altro?
BEN Spero di consolarmi con lei per non pensarti.
RACHEL E invece io mi lascerò andare… Senza di te tutto cambia, non avrò più vincoli.
BEN Che farai?
RACHEL La puttana.
BEN Perché?
RACHEL Perché gli uomini di noi donne hanno bisogno solo della fica, dei sentimenti non ci fanno niente, sono solo merda, qualcosa che a lungo andare puzza.
BEN Non dire così.
RACHEL Ma ti sei guardato? Ti sei giudicato? Che hai di diverso rispetto agli altri?
BEN Non sono uguale agli altri, io ti desidero.
RACHEL Ecco vedi? Nulla di diverso, hai solo voglia della mia fica.
BEN Voglio leccarla, sentire il sapore.
RACHEL Di che credi che sappia? L’odore non cambia. È l’amore che la fa sentire diversa, che la fa sentire di fragola o di miele, ma in realtà è perfettamente uguale alle altre.
BEN Cambia se sei stato prima a letto con un’altra…
RACHEL E tu ci sei stato Ben vero? Oggi vero? Gliel’hai leccata?
BEN Lo faccio sempre.
RACHEL E la sua che sapore ha?
BEN Lo stesso tuo sapore.
RACHEL Quindi non senti alcuna differenza.
BEN L’odore di fica mi inebria…
RACHEL Così tanto che la sua ti ha rincoglionito.
BEN Dai andiamo di là.
RACHEL Non ancora. Dillo che mi desideri.
BEN Sono pazzo di te.

BEN L’ABBRACCIA, MA RACHEL CI RIPENSA.
RACHEL Ma non sarò più l’unica, vero?
BEN Nessuna donna lo è.
RACHEL Vuoi che mi abitui all’idea di non essere la tua sola donna? È questo che vuoi vero Ben?
BEN Lo stai già facendo.
RACHEL Non è vero. Sono incazzata e mi sto ribellando.
BEN Succede, ma poi tutto torna come prima.
RACHEL Ma come cazzo fai ad essere così sicuro? Non sei l’unico uomo a questo mondo!

RACHEL SI DIVINCOLA DALL’ABBRACCIO DI BEN.
RACHEL Vuoi che assaggi il tuo cazzo? Immagino che tu non ti sia ancora fatto una doccia.
BEN No.
RACHEL E dimmi cosa avete fatto?
BEN L’ho leccata, l’ho preparata per bene e poi abbiamo scopato.
RACHEL È venuta tanto.
BEN È questo che mi fa impazzire di lei.
RACHEL Perché? Io non vengo come lei?
BEN Non è la stessa cosa, tu sei diversa.
RACHEL Quindi ora se te lo prendessi in bocca saprebbe di lei.
BEN Ovvio per questo te lo chiedo.
RACHEL Quindi vuoi che assaggi il suo sapore?
BEN Lo hai già fatto altre volte senza tanto storie.
RACHEL Sì, ma ora lo so.
BEN E che differenza fa? Dai inginocchiati. Facciamolo qui.
RACHEL Aspetta, voglio prima sapere una cosa.
BEN Dai fai in fretta.
RACHEL È successo anche al contrario? Ovvero che sei andato da lei sporco di me?
BEN Perché lo vuoi sapere?
RACHEL Perché voglio eccitarmi anch’io. Glielo hai detto?
BEN Non solo… si è eccitata tantissimo. Lo ha preso in bocca senza tante storie. Mi capisci ora perché sono attratto da lei?
RACHEL Quindi anche io dovrei eccitarmi al pensiero.
BEN Che c’è di male? Meglio il sapore di un’altra donna che il disgusto di un uomo squallido, noioso e senza fantasia.
RACHEL Tu ne hai da vendere, lo sai vero?
BEN Ti prego non andare oltre, seguimi.
RACHEL Ok scusa, allora dimmi come l’hai presa oggi? In cucina? Nel bagno? In terrazza?
BEN Oggi in cucina mentre preparava un caffè.
RACHEL Com’era vestita?
BEN Portava una gonna leggera nera.
RACHEL Ti piaceva il suo sedere vero?
BEN Dai inginocchiati, poi te lo dico.
RACHEL Aspetta cavolo! E poi che è successo?
BEN Cosa vuoi che sia successo?
RACHEL Dici che anch’io potrei riconquistarti così?
BEN Lo stai già facendo.
RACHEL Vuoi scopartela adesso o dopo?
BEN Tutto dipende da te, da quanto sarai brava.

RACHEL SI INGINOCCHIA.
RACHEL Puzzi di lei!
BEN Lo senti veramente l’odore?
RACHEL Lo sento nella misura in cui ci pensi.
BEN Ci penso, vedo la forma del suo sedere, mi eccita, mi avvicino, le stringo prima le tette poi infilo la mano sotto la sua gonna, la tocco e lei ci sta.
RACHEL Dai Ben continua.
BEN Mi piace perché è una donna sensuale, bella, troia, perché si è fatta mezza scuola e poi è tua amica!
RACHEL Concentrati Ben, ora che le stai facendo?
BEN Sento il suo odore, ci faccio l’amore e più la prendo più desidero te.
RACHEL Gridalo ora che vuoi solo me.
BEN Più ti voglio e più lei diventa evanescente.
RACHEL Oh tesoro sì, te lo pulisco ben bene fino a quando sparirà anche il minimo sapore di lei.
BEN Oh sì fallo!
RACHEL Lo faccio anche se mi rendo conto che la fantasia non ha sapore!
BEN Non ha sapore, ma ritorna tutte le sere… altrimenti come faresti a pulirlo ogni volta?
RACHEL Ecco appunto. La fantasia te la concedo. Anzi puoi chiamarmi anche col suo nome se vuoi.
BEN Lo farò.
RACHEL Ok allora.
BEN Vai.





 
FINE

  





 
 
 



Il racconto è frutto di fantasia.
Ogni riferimento a persone e fatti realmente accaduti è puramente casuale..


© All rights reserved
TUTTI I RACCONTI DI ADAMO BENCIVENGA


© Adamo Bencivenga - Tutti i diritti riservati
Il presente racconto è tutelato dai diritti d'autore.
L'utilizzo è limitato ad un ambito esclusivamente personale.
Ne è vietata la riproduzione, in qualsiasi forma, senza il consenso dell'autore












1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1