HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
MUSICA PASSIONE
Storia delle Canzoni

1

Lucio Battisti

Balla Linda
La leggerezza dell’essere
1968








 

 


Adamo mi parli del brano Balla Linda?
Balla Linda è una canzone composta da Lucio Battisti e Mogol, e interpretata dallo stesso Battisti, che la pubblicò il 29 aprile 1968 come lato B del singolo Prigioniero del mondo.

Come nacque?
Secondo fonti vicino a Battisti Balla Linda venne composta negli ultimi mesi del 1967. Poi giacque per alcuni mesi in un cassetto per poi essere ripresa nel febbraio del 1968 quando Battisti completò la musica e Mogol scrisse il testo. Pensa che la canzone piacque molto a Maurizio Vandelli, che chiese a Battisti di poterla interpretare con la sua Equipe 84; quest'ultimo, però, volle tenerla per sé.

Quando fu incisa su disco?
La registrazione avvenne negli studi Ricordi di Milano tra l’11 e il 14 marzo. L’11 aprile venne completato il missaggio.

Di che parla?
Il testo, scritto da Mogol, parla di una ragazza di nome Linda. Non è bellissima, né intelligente né ammaliante, ma la sua spensieratezza e la sua leggerezza riescono a far dimenticare al protagonista la sua precedente compagna, che aveva approfittato di lui: “Tu non fai come lei / tu non prendi tutto quello che vuoi…” e poi lo aveva lasciato.

Un canto alla leggerezza dell’essere…
Linda agli occhi del protagonista, appare una donna naturale e spontanea, si dona spontaneamente senza secondi fini meschini ed è così pura che la sua danza ricorda la metafora della leggerezza del vivere, coniata da Nietzsche.

Ebbe successo?
Il brano fu il primo successo in assoluto di Battisti come cantante, e il primo a diventare un "classico" della sua produzione. Nonostante oggi possa sembrare una canzone piuttosto tradizionale, per l'epoca il brano si presentava molto originale e fuori dagli schemi classici della canzone leggera. Ad esempio la struttura era invertita rispetto a quella tradizionale, infatti si apriva con il ritornello e solo dopo seguiva la strofa. Addirittura pare che la Ricordi, fece delle pressioni perché venisse cambiata e resa più tradizionale forzando alcuni versi in modo che presentassero la rima baciata. “Balla Linda balla come sai, balla Linda non fermarti” avrebbe dovuto essere cambiata in “Balla Linda balla come sai, balla Linda non fermarti mai”. Ovviamente non se ne fece nulla per l’opposizione di Battisti.

Come andarono le vendite?
Nonostante fosse stata scelta come lato B, finì con l'avere più successo di Prigioniero del mondo. Vendette quasi centomila copie, e fece entrare Battisti in hit parade per la prima volta da interprete, dove rimase per cinque settimane raggiungendo come picco l'undicesima posizione. Contemporaneamente il disco fu distribuito anche in Spagna e Brasile, e solo nel 1971 in Canada. Battisti partecipò al Cantagiro 1968 ottenendo un quarto posto nel girone Giovani. Nel marzo del 1969 il brano fu incluso nel primo album di Lucio Battisti.

Cover?
Ebbe successo anche fuori dall'Italia, nella versione dei gruppo californiano The Grass Roots raggiungendo la topten in Gran Bretagna e la 28esima posizione negli Usa . La versione inglese prese il titolo di "Bella Linda"; il testo fu tradotto in modo molto libero: in questa versione, infatti, il protagonista supplica la propria compagna Linda di non lasciarlo. Per quanto riguarda la versione italiana ricordiamo: Gianni Morandi; La Formula 3 e Mal.






 



















 

 
 
 



GUARDA IL VIDEO
https://www.youtube.com/watch?v=VGHA6-URAVI


L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA GRAZIE A:
https://it.wikipedia.org/wiki/Balla_Linda
https://www.rockol.it/news-710618/lucio-battisti-canzoni-primo-album-balla-linda

© RIPRODUZIONE RISERVATA


IMAGE GOOGLE



LEGGI LA STORIA DELLE ALTRE CANZONI SU MUSICAPASSIONE


1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1