HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
CINEMA CHE PASSIONE!


1

LA COMMEDIA SEXY ITALIANA
LE POLIZIOTTE
La Commedia sexy non è un vero e proprio genere cinematografico, forse sarebbe meglio definirlo un sotto-genere, soprattutto italiano, unico nel panorama cinematografico mondiale, in voga fra gli anni settanta ed i primi anni ottanta del secolo scorso.





ALTRI ARTICOLI

Le insegnanti
La Famiglia

 

 


Nel precedente articolo sulla commedia sexy all’italiana abbiamo parlato delle insegnanti e delle studentesse le cui avvenenze hanno popolato per anni le fantasie degli italiani. In questo capitolo parliamo invece delle poliziotte e figure simili. La sotto sotto categoria della fase femminile del film poliziottesco prende spunto dalla pellicola di Steno: La poliziotta, del 1974. Le storie quasi tutte in fotocopia attingono nei luoghi di caserme, preture, ospedali militari, commissariati e da qui si incarnano ruoli come la poliziotta impersonata magnificamente da Edwige Fenech nel film La poliziotta fa carriera del 1976 diretto da Michele Massimo Tarantini. La bella Edwige in questo caso impersona la figura di Gianna che si arruola nella polizia, ma si rivela un fiasco totale. Infatti la sbarazzina agente di polizia, durante i primi casi a cui viene assegnata, commette una serie di errori ma complice la sua avvenenza fisica finirà per mettere a segno un paio di colpi clamorosi e ricevere elogi e promozioni.

Nel film La Pretora di Lucio Fulci invece, pellicola dello stesso anno, la bella Edwige recita il doppio ruolo della severissima pretora Viola Orlando e della sorella gemella Rosa, prostituta di classe e attrice a luci rosse protagonista di una Biancaneve porno. Il film è famoso per il primo nudo integrale dell'attrice ed ha avuto grossi problemi con la censura.

Nello stesso anno esce La dottoressa del distretto militare, un film di Nando Cicero che vede protagonista manco a dirlo Edwige Fenech nei panni di una procace dottoressa chiamata a sostituire un superiore in un ospedale militare, è fermamente decisa a smascherare i soldati che, per ottenere un congedo o rinviare la partenza, si fingono malati. Un compito non facile per la provocante dottoressa, che risveglia i più bassi istinti in decine di reclute sessualmente represse.

Nel 1977 Nando Cicero dirige ancora la Fenech nel film La soldatessa alla visita militare in cui l’abituale confusione di un campo militare viene scossa dall'arrivo di un ufficiale medico decisamente piccante: la bella soldatessa straborda nella sua divisa, e con le sue forme prorompenti turba gli animi dei commilitoni e scatena le fantasie erotiche dell'irreprensibile colonnello.

L’anno dopo sempre Nando Cicero dirige ancora la Fenech nel film La soldatessa alle grandi manovre dove un'avvenente dottoressa deve compilare una relazione sulle passioni e i comportamenti amatori di alcuni soldati. Il taglio ovviamente è estremamente popolare al limite della barzelletta-movie, nel 1979 Michele Massimo Tarantini ci prova con La poliziotta della squadra del buon costume con una svampita Edwige Fenech nei panni di un’ambiziosa poliziotta che combina molti pasticci ma ogni tanto ne infila una giusta, come quando, facendosi credere spogliarellista, sgomina un incredibile traffico di donne.
Nel 1980 è la volta di Luciano Salce che dirige la bella Adriana Russo, titolare dello spaccio della caserma, in Riavanti... Marsch! Cinque uomini di mezza età vengono richiamati per un corso di aggiornamento nella caserma militare dove 20 anni prima avevano svolto il servizio di leva.


Nel 1980 è invece Nadia Cassini a interpretare una bellissima dottoressa nella pellicola La dottoressa ci sta col colonnello diretta da Michele Massimo Tarantini. Il film racconta le vicende di un ufficiale, poco dotato virilmente, che si rivolge a una dottoressa americana specialista in trapianti, perché gli cambi il pene con quello di un soldato dotatissimo. L'operazione riesce, ma il risultato non è quello che si aspetta l'ufficiale... l'organo infatti viene rigettato nel momento del bisogno ed il colonnello finisce tra le voci bianche.

Nel 1981 ancora Michele Massimo Tarantini ci riprova con La poliziotta a New York sempre con la spumeggiante poliziotta Edwige Fenech la quale sfruttando le sue innegabili doti fisiche, e un bel po' di innata fantasia riesce con successo a consegnare alla giustizia due bande rivali di spacciatori.
Sempre nel 1981 con la regia di Michele Massimo Tarantini esce La dottoressa preferisce i marinai. La protagonista questa volta è Paola Senatore e narra le vicende di due disoccupati assunti da una impresa di pulizie in un albergo, dove alloggiano i marinai di una nave militare, con il comandante e una spia al servizio dell'Urss.

Nel 1982 è la volta del film La gorilla, una pellicola comica diretta da Romolo Guerrieri e interpretata da Lory Del Santo nei panni di una guardia del corpo, esperta di karate. La bella Lory finirà per essere reclutata da una prostituta tiranneggiata un esoso protettore.








 















        GUARDA LA GALLERY COMPLETA       

 
 
 




WEB REPORTAGE
© All rights reserved
FONTI
https://it.wikipedia.org/wiki/Commedia_sexy_all%27italiana
https://it.wikipedia.org/wiki/Categoria:Film_commedia_sexy_all%27italiana
https://supercazzola.it/le-regine-della-commedia-sexy-allitaliana/


© Riproduzione riservata























1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1