HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
MUSICA PASSIONE
Storia delle Canzoni

1

Prinçesa
Il racconto di un sogno proibito
Fabrizio De Andre' 1996






 

 

Adamo mi parli del brano Prinçesa?
È un brano di Fabrizio De André inserito nel tredicesimo e ultimo album d'inediti del cantautore italiano Anime salve pubblicato il 19 settembre 1996 dalla BMG Ricordi e realizzato con Ivano Fossati, compositore di gran parte della musica.

Come andò l’ellepì?
Ebbe un ottimo riscontro di critica e commerciale. Gli fu assegnata la Targa Tenco 1997 e raggiunse la prima posizione nella classifica dei dischi più venduti raggiungendo in seguito la certificazione di triplo disco di platino in Italia.

Parliamo di Prinçesa?
È il primo brano del disco e trae spunto dall'omonimo libro autobiografico di Fernanda Farias de Albuquerque, scritto con l'ex brigatista romano Maurizio Iannelli, in cui viene narrata la storia della trans brasiliana Fernandinho, nata in un corpo sbagliato e cresce col desiderio di essere qualcun altro convivendo con la noncuranza della madre.

Come viene descritta da De Andre’?
Una descrizione cruda: Fernanda si presenta con le piccole tette che mostra slacciando la sua camicia. È un gesto simbolico tra ciò che si è e ciò che si vorrebbe essere. E' palese che in questo voler mostrare ci sia il desiderio di farsi accettare dalla società, di far accettare il sogno di ciò che si vorrebbe essere. Lei combatte contro il suo destino e vorrebbe far l’amore come una donna mentre la parte mascolina di lui "resiste, vomita e si contorce dal dolore". Insomma un perenne contrasto tra l'essere nato maschio ed il più forte desiderio di femminilità.

Poi cosa succede?
Alla fine abbandona l'infanzia contadina per seguire quel suo desiderio di femminilità, trasferendosi in città per farsi operare e correggere chirurgicamente quello che considera un errore della natura e diventare finalmente donna. Fernandinho si sottopone ad un intervento chirurgico, diventa Fernanda, detta “Princesa”, ed inizia a praticare il mestiere più antico del mondo. È un viaggio verso un nuovo continente ma soprattutto un viaggio interiore, alla ricerca della propria identità, del proprio sogno.

Una storia amara…
Certo, il raggiungimento della sessualità desiderata fin da bambino non aveva tenuto conto della brutalità nella quale sarebbe stata vissuta e per seguire i suoi sogni Prinçesa continua a prostituirsi. E qui c'è il piccolo capolavoro nel capolavoro:
"dove tra ingorghi di desideri
alle mie natiche un maschio s'appende
nella mia carne tra le mie labbra
un uomo scivola l'altro si arrende"
Alla fine Prinçesa inizia una nuova vita: diventa l'amante di un avvocato di Milano.

Una storia vera…
Fernanda Farias de Albuquerque nasce nelle campagne del Nord Est del Brasile, come detto lascia presto la sua terra e si trasferisce nelle grandi metropoli brasiliane, dove si sottopone a terapie ormonali e interventi chirurgi. Inizia a prostituirsi. A causa delle violenta repressione della prostituzione transessuale, nel 1988 decide di trasferirsi in Europa, prima in Spagna e poi in Italia. Prima a Milano e poi a Roma, dove continua a prostituirsi e diventa eroinomane. Nell’aprile del 1990 viene arrestata a causa di un tentato omicidio e condannata a sei anni e quattro mesi di reclusione. Nel carcere di Rebibbia le viene diagnosticata la sieropositività. Nel carcere scrive la sua storia che presto diventa un libro pubblicato nel 1994. Dopo aver scontato la sua pena si trasferisce nelle Marche dove viene trovata morta vicino ad Ancona nel maggio del 2000. Le circostanze del ritrovamento fanno pensare ad un suicidio, ufficialmente registrato come causa del decesso.












 








Il testo
Sono la pecora sono la vacca
Che agli animali si vuol giocare
Sono la femmina camicia aperta
Piccole tette da succhiare
Sotto le ciglia di questi alberi
Nel chiaroscuro dove son nato
Che l'orizzonte prima del cielo
Ero lo sguardo di mia madre
"Che Fernandinho è come una figlia
Mi porta a letto caffè e tapioca
E a ricordargli che è nato maschio
Sarà l'istinto sarà la vita"
E io davanti allo specchio grande
Mi paro gli occhi con le dita a immaginarmi
Tra le gambe una minuscola fica
Nel dormiveglia della corriera
Lascio l'infanzia contadina
Corro all'incanto dei desideri
Vado a correggere la fortuna
Nella cucina della pensione
Mescolo i sogni con gli ormoni
Ad albeggiare sarà magia
Saranno seni miracolosi
Perché Fernanda è proprio una figlia
Come una figlia vuol far l'amore
Ma Fernandinho resiste e vomita
E si contorce dal dolore
E allora il bisturi per seni e fianchi
In una vertigine di anestesia
Finché il mio corpo mi rassomigli
Sul lungomare di Bahia
Sorriso tenero di verdefoglia
Dai suoi capelli sfilo le dita
Quando le macchine puntano i fari
Sul palcoscenico della mia vita
Dove tra ingorghi di desideri
Alle mie natiche un maschio s'appende
Nella mia carne tra le mie labbra
Un uomo scivola l'altro si arrende
Che Fernandinho mi è morto in grembo
Fernanda è una bambola di seta
Sono le braci di un'unica stella
Che squilla di luce di nome Princesa
A un avvocato di Milano
Ora Princesa regala il cuore
E un passeggiare recidivo
Nella penombra di un balcone
O mato
O céu
A senda
A escola
A igreja
A desonra
A saia
O esmalte
O espelho
O baton
O medo
A rua
A bombadeira
A vertigem
O encanto
A magia
Os carros
A policia
A canseira
O brio
O noivo
O capanga
O fidalgo
O porcalhão
O azar
A bebedeira
As pancadas
Os carinhos
A falta
O nojo
A formusura
Viver
Fonte: LyricFind
Compositori: Fabrizio De Andre' / Ivano Fossati / Maurizio Jannelli
Testo di Prinçesa © Sony/ATV Music Publishing LLC















 

 
 
 



L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA
 GRAZIE A:

https://it.wikipedia.org/wiki/Anime_salve#Prin%C3%A7esa
https://zon.it/fabrizio-de-andre-princesa/
https://genovaquotidiana.com/2020/01/08/il-vero-volto-e-la-storia-di-princesa-la-protagonista-della-canzone-di-de-andre/
https://www.antiwarsongs.org/canzone.php?lang=it&id=43439
IMAGE GOOGLE



LEGGI LA STORIA DELLE ALTRE CANZONI SU MUSICAPASSIONE


1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1