HOME   CERCA NEL SITO   CONTATTI   COOKIE POLICY
 
 1
INTERVISTA IMPOSSIBILE
 
 

Suzy Delair
C'est si bon!
 


 


 
 
(Parigi, 31 dicembre 1917 – Parigi, 15 marzo 2020)

  

 

Dotata di un'elegante naturale bellezza e mito del cinema francese negli anni ’40 e ’50 è stata la protagonista assoluta delle notti parigine esibendosi come cantante nei locali notturni. Si è spenta all’età di 102 anni. L'annuncio della scomparsa, avvenuta ieri, è stato dato dall'edizione online di Le Point.

Madame le sue origini?
Il mio vero nome è Suzanne Pierrette Delaire sono una parigina doc nata alla vigilia di Capodanno nel 1917. Sin dall’infanzia sognavo di fare l’attrice, ma i miei primi successi furono grazie al music-hall. Avevo sedici anni quando debuttai come cantante.

Quindi il cabaret fu il suo vero palcoscenico.
Sin dagli anni trenta mi dividevo tra cantante ed attrice. Come cantante riportai al successo il brano C'est si bon che grazie a me diventò una hit internazionale.

Si dice che le sue simpatie per gli occupanti tedeschi la favorirono nella carriera sul grande schermo.
Per quel motivo ci fu un vero ostracismo nei miei confronti. Comunque durante il periodo della Guerra lavorai molto con ruoli da protagonista grazie soprattutto al mio legame sentimentale durato più di un decennio col regista Henri-Georges Clouzot.

Lavorò molto con Clouzot…
Lui mi vide una sera durante una mia performance musicale in un cabaret di Parigi. Tra le pellicole più importanti ricordo i polizieschi: L’ultimo dei sei del 1941, L’assassino abita al 21 del 1942 dove interpretai Mila Malou, la fidanzata dell’ispettore Wens di Pierre Fresnay. Il nostro film Quai des Orfèvres (Legittima difesa), fu premiato con la Miglior Regia alla Mostra di Venezia del ’47.

Recitò con grandi registi…
Sono più che soddisfatta della mia carriera. Venni diretta da registi del calibro di Robert Siodmak in “The Crisis Is Over” del 1934, Marcel Carné in “Chicken Feed for Little Birds” del 1963 e René Clément in “Gervaise” del 1956 e “Is Paris Burning” del 1966.

Recitò anche in Italia vero?
Ho recitato per Mario Soldati in Botta e risposta nel 1950 e per Luchino Visconti in Rocco e i suoi fratelli nel 1960 dove interpretai la parte di Luisa, la proprietaria sella stireria.

Prese parte anche al film Atollo K del 1951, l’ultimo della coppia Stanlio e Ollio.
Forse per i problemi di produzione ed anche per la condizioni precarie di salute dei due attori americani il film fu un vero fallimento. Comunque interpretavo la parte di una cantante da nightclub che naufraga, con la coppia di comici, su un’isola deserta, ricca di depositi di uranio.


Nel 2000 è stata insignita dell'Ordre National du Mérite della Repubblica francese e nel 2007 le è stata conferita la Legion d'Onore. L'attrice è morta il 15 marzo 2020, a 102 anni, in una casa di riposo di Parigi.

...
 






 





















1


L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA
GRAZIE A:
https://it.wikipedia.org/wiki/Suzy_Delair
https://news.cinecitta.com/
https://www.repubblica.it/




FOTO GOOGLE IMAGE


 




SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1
 
Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e
l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.

( All images and materials are copyright protected 
and are the property of their respective authors.

If the author deems improper use, they will be deleted from
our site upon notification.) Scrivi a
liberaeva@libero.it


Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione.
L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY



TORNA SU (TOP)
 

LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati
  Contatti