HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
INTERVISTA IMPOSSIBILE

1

Catwoman
La sensuale antieroina 
Lei si muove con grazia nella notte aggirandosi
furtiva per le strade di Gotham City.
E’ una bellissima ladra con sembianze di gatta: è Catwoman!







(DI FRANCESCA PANZACCHI)

 

 

Catwoman, il cui vero nome è Selina Kyle, è un personaggio dei fumetti creato dalla fantasia di Bob Kane e Bill Finger nel lontano 1940.

Questa sensuale antieroina nasce in una famiglia disagiata, con una madre che ha gravi turbe psichiche ed un padre violento. Rimane orfana a soli dodici anni, così viene affidata ad un orfanotrofio dal quale però riesce a scappare per divenire prima una prostituta e poi un’abilissima ladra.

Proprio a causa di questa sua attività di ladra si trova spesso costretta ad affrontare Bat-man, mentre il suo alter ego Selina si innamora di Bruce Wayne non potendo sapere che costui in realtà è proprio Bat-man, l’eterno rivale.
 
Un fruscio, nella penombra. Poi nessun rumore. Tendo l’orecchio e resto in allerta.
Non vedo nessuno, eppure avverto una presenza nella stanza. Un balzo fulmineo e lei mi compare davanti. Sembra uscita dal nulla. Sussulto per lo spavento, poi tiro un lungo respiro prima di parlare. Deglutisco lentamente e la saluto con un sorriso un po’ incerto…

Sorride anche lei, con le sue labbra perfette, rosse e scintillanti nel buio. Sembra quasi più un ghigno beffardo che un sorriso di saluto. Si siede per terra proprio come farebbe una gatta. Si accovaccia, mi studia. Mi sfida con lo sguardo.


Io intanto ho ripreso coraggio e mi siedo davanti a lei, sul pavimento, con le gambe incrociate, ma mi tengo a debita distanza.“Ti ringrazio per essere qui adesso, davvero non pensavo che saresti venuta…” Riesco a dirle tutto d’un fiato.

Poi proseguo e la incalzo con la prima domanda:
Cosa ti ha spinto ad accettare il mio invito?
La curiosità. E’ il motore di ogni mia azione.

Perché indossi questo costume? Che cosa rappresenta per te?
Ho creato io il mio costume, ispirandomi a Bat-man. L’ho cucito con le mie mani, l’ho riempito della mia anima. Rappresenta il mistero, il buio, il male… Ma anche la combattività e l’agilità propria dei felini. L’ho arricchito con la mia sensualità e la mia grazia.

Ami i gatti dunque e ti identifichi con loro…
Amo la loro sinuosità e la loro bellezza, l’agilità e l’eleganza. Non disdegno la loro crudeltà. Mi riconosco in essi perché abbiamo la stessa natura di abili predatori e la stessa capacità di giocare con le nostre prede, prima di ucciderle. Siamo esseri crudeli e sfuggenti.

Pronuncia queste parole con lentezza, quasi scandendole ed io rabbrividisco leggermente prima di porre la domanda successiva.

Qual’ è la tua arma migliore, il tuo asso nella manica?
Sono esperta nel combattimento corpo a corpo e la mia tecnica è insuperabile! Risponde sicura compiacendosi

Hai mai avuto paura?
Mai mentre combatto. Ho smesso di avere paura molto tempo fa.
Fa una pausa che non mi aspettavo, come se all’improvviso qualcosa la turbasse nel profondo.

Avevi paura quand’eri bambina? Di tua madre… O forse di tuo padre?
Mia madre era malata di mente. La sua follia la condusse alla morte.

Morì suicida vero?
Si suicidò quando io ero ancora molto piccola e questo mi segnò per sempre.

Parlami di tuo padre…Che tipo di persona era?
Mio padre era un violento. Con me e con mia madre, ci maltrattava spesso. Penso a lui soltanto con disprezzo, non posso perdonarlo o giustificarlo in nessun modo.

Tutto ciò è davvero molto triste. Quanti anni avevi quando rimanesti orfana?
Avevo soltanto dodici anni. Mi misero in un istituto dal quale però riuscii a scappare senza troppe difficoltà. E così la mia vita cambiò, ancora una volta.

Vuoi raccontarmi cosa accadde dopo quella fuga?
Divenni una prostituta. Non ne vado fiera, ma non ho rimpianti. Non avevo davvero molta scelta. Da lì a diventare una ladra il passo fu breve. Affinai la mia abilità giorno dopo giorno. Rubare gioielli è la mia vocazione, credo che il mio destino fosse segnato.

Nessun senso di colpa?
Nessuno.

Che cosa pensi del tuo acerrimo rivale, Batman?
Nutro per lui sentimenti contrastanti. Gli sfuggo, ma a volte sono tentata di restare. Vorrei imprigionarlo e fargli del male. Vorrei rinchiuderlo per sempre in una cella sotterranea e gettar via la chiave. Eppure so con certezza che, se anche riuscissi a farlo, non potrei allontanarmi da lui a lungo. Resterei a guardarlo attraverso le sbarre. Attraverso le sbarre della prigione che io stessa gli ho costruito.

Le tue parole davvero mi sconcertano, giurerei che tu sia innamorata di lui!
Innamorata? No. Io non posso amare nessuno.

Eppure c’è qualcosa che ti lega a lui, lo avverto da come ne parli. Davvero senti di poterlo negare?
Lui ha qualcosa di famigliare e sconosciuto allo stesso tempo. Ha compiuto scelte opposte alle mie eppure non è poi così diverso da me. Siamo due esseri differenti e non ci incontreremo mai se non per combattere eppure in qualche modo siamo legati per sempre: il bene non può esistere senza il male e viceversa… Questo è il nostro eterno legame.

Mentre rifletto sulla straordinaria ambivalenza dei suoi sentimenti lei balza in piedi di scatto e in un secondo è già sul davanzale, poi salta sul tetto e si lascia inghiottire dal buio dal quale poco prima era sbucata.
Io invece resto seduta lì ancora un po’, a fissare una finestra spalancata sulla notte, fin quando un miagolio lontano squarcia il silenzio… Ma forse è solo suggestione.

Francesca Panzacchi
  











 

 
 
 



L'INTERVISTA E' A CURA DI FRANCESCA PANZACCHI


IMAGE GOOGLE





INTERVISTE IMPOSSIBILI
ELENCO ALFABETICO      ELENCO CRONOLOGICO        ELENCO PER CATEGORIE




 

1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1