HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
INTERVISTA IMPOSSIBILE

1

Mary Moll Davis
L'Amante del re
Mary "Moll" Davis è stata una cantante, attrice e
cortigiana britannica, che divenne una della amanti
del re d'Inghilterra Carlo II







(Westminster, 1648 - Londra, 1708)

 

 

Buongiorno Mary come va?
Bene bene sono appena rientrata da un’interminabile passeggiata a Kensington Garden, in questo periodo è splendido. Ed ora ho solo voglia di farmi una doccia calda, ma visto che mi ero impegnata, rispondo volentieri alle sue domande, ma non più di dieci ok?

Allora cominciamo subito… Lei è famosa per essere stata una delle amanti di Charles II…
Una delle preferite, prego… Immagino che lei voglia sapere cosa abbia trovato di tanto interessante in quell’uomo. Ebbene sì, mi affascinava innanzitutto il suo sfrenato edonismo, il suo lato ironico tanto che venne soprannominato Merrie Monarch.

E poi?
Dall’alto del suo metro e ottantacinque, misura fuori standard al tempo, emanava un carisma eccezionale, ma soprattutto era un uomo cordiale ed affabile, monarca di grandi qualità, mai desideroso di vendetta e di sangue, nonostante le sue vicissitudini ... Pensi che nel 1683, fu il primo sovrano inglese a permettere ufficialmente che a teatro i ruoli femminili fossero interpretati da donne e non da uomini travestiti, come accadeva sino ad allora.

Mary, quali sono le sue origini?
Sono nata nel 1648 vicino Westminster. Figlia illegittima del Colonnello Thomas Howard, Lord Barkeshire.

Sin da bambina covava un talento non comune per una donna di quei tempi…
Già, volevo fare l’attrice e non mi importava se a noi donne il palcoscenico fosse proibito. Da bambina recitavo favole e poesie, poi via via ruoli sempre più impegnativi sotto lo sguardo preoccupato di mia madre.

In seguito coronò il suo sogno?
Durante gli anni '60 entrai a far parte della compagnia teatrale 'Duke's Theatre Company', diretta da Sir William Davenant e divenni un’apprezzata cantante, ballerina ed attrice. Sir William mi aiutò molto prendendomi in simpatia.
 
Ma, nei suoi diari, Sir Pepys affermava che lei non fosse dotata di grande talento.
Sir Pepys era figlio di un sarto e sinceramente si intendeva più di aghi e di bottoni, ma da quanto so questa affermazione venne dalla moglie di Sir Pepys … e tra le altre cose, in un impeto d’ira, mi etichettò come “La slut più impertinente del mondo”, ma si sa che le donne difettano in obiettività quando parlano di altre donne…

Slut nel senso di sgualdrina vero?
Esatto, ma in seguito ebbe a spiegare che si riferiva soprattutto al mio modo eccentrico di vestire..

Qualche anno dopo incontra re Charles…
Correva il 1667 e lo incontrai in un caffè-house. Per me fu una vera fortuna… Lui mi mise gli occhi addosso per tutta la serata ed io di certo non mi sottrassi a quelle avances così dirette.

Si parla di una sua sfrontatezza nell’approccio col sovrano.
Beh era il mio modo di essere, ero libera senza legami e sentivo che quell’incontro avrebbe potuto cambiare la mia vita… ed infatti successe..
 
Tanto che tempo un anno abbandonò il palcoscenico…
Beh essere l’amante del sovrano era molto impegnativo, quindi mi ci dedicai a tempo pieno. Calcoli tra le altre cose che ebbi una figlia da Charles, Lady Mary Tudor.

E’ vera la storia dell’anello?
Nessuna storia, solo uno splendido regalo da 1000 sterline, una somma enorme al tempo, che sfoggiavo in ogni occasione per dimostrare la grande generosità di Charles e per distinguermi dalle altre sue amanti, naturalmente tutto questo nell’imbarazzo generale.

In effetti il sovrano era un leggendario donnaiolo…
La moglie, Caterina di Braganza, nonostante fosse sterile si ritrovò tra i piedi dodici figli illegittimi, risultato di alcune relazioni del marito con varie amanti.
 
Scusi l’indiscrezione, come erano i vostri incontri?
Ci incontravamo spesso nella mia magnifica casa di Suffolke Street. Il re stesso mi aveva aiutato ad arredarla. Pensi, la casa si articolava in tre piani ed ogni piano aveva quattro enormi vetrate e una scala imponente. Il re era imprevedibile, mai abitudinario e l’amore un qualcosa di paradisiaco.

Ma ben presto Charles si stancò definitivamente di lei…
Passammo circa due anni nell’assoluta incoscienza, nutrendoci di passione e sesso puro, ma io sin dall’inizio sapevo che non sarebbe durata in eterno. Avevo scelto il massimo e in quanto tale pieno di insidie. Mi sostituì con Nell Gwyn, ma a conferma della sua estrema sensibilità, mi diede in qualità di ex favorita una pensione annua di mille sterline.

Lo ha amato vero?
Molto. Nonostante le maldicenze nutrivo per lui un sentimento vero…

Ci fu anche un matrimonio nella sua vita…
Solo dopo la morte del re mi sentii effettivamente libera, nonostante lui mi avesse rifiutato in maniera plateale. Esattamente un anno dopo, nel dicembre del 1686, sposai il musicista e compositore francese James Paisible…


Mary "Moll" Davis muore a Londra nel 1708 all’età di sessant’anni.

















  



















 

 
 
 



L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA
 GRAZIE A:

http://it.wikipedia.org/wiki/Moll_Davis



IMAGE GOOGLE


ELENCO INTERVISTE IMPOSSIBILI

 

1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1