HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

 
     

 

 

     



Noi, compagne illegittime dei preti, chiediamo la parola
LE MOGLI DEI PRETI

Qualcuno le chiama "mogli dei preti",
ma in realtà sono concubine, amanti, compagne di vita segrete.
 

 

"E non venitemi a dire che è come stare con uno sposato, perché non è la stessa cosa: un'amante e una moglie combattono ad armi pari. Chi sta con un prete il suo uomo deve litigarselo con Dio in persona". Nelle parole delle donne che hanno scelto di vivere una relazione di amore o di sesso con un sacerdote ci sono, mescolate insieme, rabbia, impotenza, un pizzico di senso di colpa e una montagna di testardaggine.

Le "mogli dei preti", che poi mogli non sono, ma piuttosto concubine, amanti, compagne, parlano dei loro amori proibiti, dei loro uomini a metà. Lo fanno con passione e sincerità, ma anche con paura. Non vogliono essere identificate con i loro veri nomi, si raccomandano mille volte di essere protette e nascoste da false identità, in un misto di paura e quieto vivere. Raccontano tutte storie diverse che però, stringi stringi, sono la stessa: quella di una bugia detta per caso a cui ne segue un altro milione.

La storia di una relazione normale con alti bassi ripensamenti e ripicche, solo che, come dice una di loro "è con uomo che di mestiere fa il prete".
 

 



“Amare un prete non è come stare con un uomo sposato, perché un’amante e una moglie combattono ad armi pari, mentre una donna non può vincere contro Dio in persona”.

Quel che accomuna tutte, è la solida convinzione di non far niente di male, amando un prete. Nel cuore poi, una speranza che nemmeno osano sperare, e cioè che questo nuovo Papa che sembra simpatico, umano, che piace a tutti, che telefona a sorpresa e si fa i selfie, possa dare loro una mano, cambiare le cose, e trasformare i preti in uomini e loro, da orrende peccatrici, in semplici, normali, e forse banali, compagne.

 

 

 

CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO DI LUCIANA GROSSO SU
http://d.repubblica.it/

 
 


 

 

 


HOME MAGAZINE

 

     
 
 
     

 



 

SEGUI LIBERAEVA SU

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori. 
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
  
(
All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.)
Scrivi a liberaeva@libero.it

 

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti