HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

 
 

 


 

 
 

 



SUCCEDE A CANNES
Divieto di scarpe basse sulla Croisette
La dittatura del tacco 12
ALCUNE OSPITI SONO RIMASTE FUORI PERCHE’ INDOSSAVANO
SCARPE BASSE, E QUINDI NON ABBASTANZA GLAMOUR.

TRA QUESTI ANCHE LA MOGLIE DEL REGISTA ASIF KAPADIA
 
 


Il sito di review cinematografica “Screen Daily”
ha confermato che i tacchi alti sono obbligatori
per la passerella sul tappetto rosso del Cannes Film Festival.

Il giornale ha pubblicato la notizia dopo la testimonianza di un habitué del festival: “Una persona che conosco,
sulla cinquantina, è stata invitata a comprarsi un paio di scarpe adeguate e tornare”, dice la fonte.

 

 




 

 

 

 

 


Sembra che questa persona non sia la sola, anzi altri inviati parlano di un gruppo di signore respinte dagli inflessibili bodyguard poco prima della proiezione del film con Cate Blanchett, Carol.
Anche Asif Kapadia, il regista del documentario su Amy Winehouse presentato al festival, ha detto in un tweet che sua moglie è stata ripresa per non indossare i tacchi alti, pur riuscendo a entrare.
Possibile? Ebbene sì, anche perché da sempre il festival ha un dress code rigidissimo. Gli uomini sono obbligati a indossare giacca nera e papillon, le signore abiti e scarpe eleganti e quindi si sottintende con il tacco.

 

 


Ma finora la regola era stata applicata solo sul red carpet ed era abbastanza blanda il resto del giorno, soprattutto per quanto riguarda le scarpe.
Potenza della moda che vince su tutto scardinando anche regole di bon ton ormai desuete. Quest’anno, dopo i ventilati divieti di selfies, che già avevano terrorizzato le celebrities a caccia di fan, ecco che il dress code viene applicato alla lettera con le signore "agées" che non riescono a godersi il film Carol perché indossavano scarpe “flat”.

 

 

 

Ora i vertici del Festival sono nell’occhio del ciclone per l’episodio. Nel tardo pomeriggio è stata la stessa direzione a gettare acqua sul fuoco: sia il direttore del festival Gilles Jacob che il direttore generale Thierry Fremaux hanno parlato di “rumors” senza alcun fondamento.
Una nota pubblicata sul sito del Festival conferma il dress-code: “Per la serata di gala sono richiesti smoking, abito da sera, senza alcuna raccomandazione per le scarpe.
«Il regolamento non è cambiato: Nessuna menzione sulle scarpe»

 

 





 

FONTI:
http://d.repubblica.it/moda/2015/05/19/news/high_heels_cannes_2015_polemica
http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/cannes-sfigati-non-entrano
http://www.iodonna.it/personaggi/star-look/2015/05/19/tacchi-bassi-sul-red-carpet-

FOTO GOOGLE IMAGE
 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1

Sei un artista? Hai un sito web, un blog? Sei una modella, un fotografo, scrivi?
Vuoi segnalare un evento d'arte? Fatti conoscere gratis su liberaeva.
Contattaci! Scrivi a liberaeva@libero.it

SEGUI LIBERAEVA SU

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori. 
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
  
(
All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.)
Scrivi a liberaeva@libero.it

 

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti