HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

 
 

 


ESCLUSIVA

 

 
 


INGHILTERRA 1858
LA VICENDA DI ISABELLA ROBINSON COSTRETTA A DIFENDERSI DALL’ACCUSA DI ADULTERIO
NEL PRIMO PROCESSO DI DIVORZIO DELLA STORIA.

La rovina di Mrs Robinson
Isabella cadde in disgrazia agli occhi della sua
nazione perché nel suo diario descrisse
ogni scintilla della sua passione.

NELLO STESSO ANNO IN FRANCIA, DOPO L'ASSOLUZIONE DI IMMORALITA',
 GUSTAVE FLAUBERT PUBBLICAVA MADAME BOVARY

 

 

 




 

 


Cosa accade se una donna ha l'ardire di tenere un diario in cui descrive le proprie passioni, i sogni più intimi e i desideri sessuali?
Questa è la storia di Isabella Robinson, una madre, moglie e adultera di mezza età, che visse e amò nell’Inghilterra vittoriana.
 

 


Il libro della scrittrice inglese Kate Summerscale ci conduce nella mente e nel cuore di una donna libera e intelligente giudicata malata e povera vittima del demone isterico, costretta ad affrontare il primo processo di divorzio nella storia.

E’ la “storia segreta di una donna vittoriana”, alias il diario di Isabella Hamilton Walker Robinson portato in tribunale come prova del suo adulterio dal marito Henry Oliver Robinson, ingegnere civile “uomo meschino e arrogante”.

Tutto avvenne nell’estate del 1858 quando iniziò la causa di divorzio chiesta dal marito contro la consorte accusata di adulterio.

Fino a quel momento un matrimonio poteva essere sciolto soltanto da decreto parlamentare, ora invece si poteva recidere il vincolo coniugale in maniera più rapida attraverso un processo. Nel 1858 furono in centinaia a presentare domanda portando in aula storie di tradimenti e conflitti, i cui protagonisti erano uomini violenti e, soprattutto, donne dai facili costumi.

Il diario di Mrs Robinson fu letto e analizzato in aula. La lettura proponeva una figura nuova e inquietante, quella di una donna borghese sposata ma inquieta, infelice e bramosa di sensualità. Con grande stupore di coloro che ne lessero gli estratti, sembrava proprio che la signora Robinson avesse provocato, e scrupolosamente documentato, la propria rovina.

Il diario assomigliava ai turbamenti di Emma Bovary di Gustave Flaubert la cui stesura definitiva, dopo l’assoluzione di immoralità, avvenne nello stesso anno e raccontava nei dettagli l’insoddisfazione della donna e il suo desiderio di poter discutere di letteratura e politica, scrivere poesie, imparare le lingue e leggere gli ultimi articoli su temi scientifici e filosofici, ma in verità l’uomo che aveva sposato era di tutt’altro genere “poco istruito, di mentalità ristretta e temperamento violento, egoista, orgoglioso” che viveva solo per gli affari.

In quelle pagine naturalmente c’era un lui, un certo dottor Edward Lane, stimato medico idroterapico, di dieci anni più giovane di lei, a sua volta sposato. Mrs Robinson non risparmiò la sua bramosia e si lasciò andare a descrizioni particolareggiate ed erotiche in cui si alternavano angoscia ed euforia.

Insomma c’erano tutti i presupposti per una condanna ma clamorosamente i giudici ritennero il diario più un’opera immorale e licenziosa che la prova provata di un adulterio, quasi un confidente per Isabella prigioniera della sua solitudine. Cinque giorni di processo stabilirono che in quelle pagine c’era una donna infelice, dal cuore deluso, ma non vi erano prove della sua pazzia né tanto meno di una confessione di colpa.

Toccò questo in sorte a Isabella Robinson e finì che l’assolsero, incredibilmente. E il marito, che l’aveva denunciata, uscì senza più un soldo, umiliato e oppresso da una moglie che, come ormai tutto il mondo sapeva, lo disprezzava.


 

 



CONTINUA LA LETTURA SU:
COPERTINA DEL LIBRO
ACQUISTA IL LIBRO


FOTO GOOGLE IMAGE

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

1

Sei un artista? Hai un sito web, un blog? Sei una modella, un fotografo, scrivi?
Vuoi segnalare un evento d'arte? Fatti conoscere gratis su liberaeva.
Contattaci! Scrivi a liberaeva@libero.it

SEGUI LIBERAEVA SU

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori. 
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
  
(
All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.)
Scrivi a liberaeva@libero.it

 

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti