HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
MUSICA PASSIONE
Le AutoInterviste

1

Prospettiva Nevski
Battiato 1980
«E il mio maestro mi insegnò
com’è difficile trovare l’alba
dentro l’imbrunire».





 

 

Adamo mi parli della canzone Prospettiva Nevski?
È un brano scritto e cantato da Battiato, pubblicato per la prima volta nel 1980 nell'album Patriots, nel 1994 fu poi ripubblicato nell'album Unprotected.

Cosa dice?
Il titolo è riferito all'omonima strada che attraversa la città di San Pietroburgo e prende il nome dal fiume Neva, che la costeggia per un lungo tratto. La canzone è ambientata in Unione Sovietica, nell'epoca immediatamente successiva alla rivoluzione d'ottobre del 1917. Epoca in cui nell'ex impero russo era ancora in corso la guerra civile in molte repubbliche dello sterminato paese.

Perché Battiato colloca la canzone proprio in quel periodo?
Perché con Lenin ancora al potere vi erano spazi di libertà sia in economia, che nella società civile e nelle arti. Insomma l'iniziativa individuale era più che tollerata, pur se sempre sotto il controllo del partito bolscevico al potere. Purtroppo questi spazi vennero soffocati con la prematura morte di Lenin e la presa del potere da parte di Stalin.

Ma è difficile trovare l’alba dentro l’imbrunire…
Le trasformazioni sociali e politiche in atto erano di una portata così epocale ed ombrosa, da non lasciar intravedere l’alba ovvero la speranza per una società migliore.


Ci sono diversi riferimenti nel testo…
Lungo la Prospettiva Nevski si potevano incontrare personaggi di spicco della cultura russa come il ballerino e coreografo ucraino di origine polacca Vaclav Fomič Nižinskij, ricordato anche per la relazione omosessuale avuta con il suo impresario, il mecenate Sergej Djagilev, il musicista russo e poi naturalizzato prima francese, e poi statunitense Igor’ Fëdorovič Stravinsky e il regista Ejzenstein, noto soprattutto per capolavori come La corazzata Potëmkin.

Prospettiva Nevski è anche un racconto dello scrittore russo Gogol contenuto nei suoi “Racconti di Pietroburgo”.
Battiato riprende quelle atmosfere descrivendo con poche ma chiarissime pennellate quella strada voluta da Pietro il Grande che attraversa la città russa. Scriveva Gogol: “Non c'è niente di meglio della Prospettiva Nevskij, almeno a Pietroburgo, dove essa è tutto.”

Battiato ci riproverà anni dopo con Alexander Platz…
Sono entrambi brani che descrivono le atmosfere intorno al socialismo reale, possiamo dire l’inizio e la fine di quella fase storica, infatti Alexander Platz, racconta il periodo finale del modello socialista russo.

Successivamente il brano venne ripreso dalla cantante Alice vero?
Nel 1985 Alice lo inserì nel suo album “Gioielli rubati”' e divenne uno dei brani più significativi del suo repertorio. Battiato e Alice ebbero anche modo di duettare insieme in più concerti, come ad esempio nel concerto “Live in Roma” del 2016. Nel 1996 il brano venne ripreso dai Bluvertigo.







 

 










Il testo
Un vento a trenta gradi sotto zero
Incontrastato sulle piazze vuote e contro i campanili
A tratti come raffiche di mitra disintegrava i cumuli di neve
E intorno i fuochi delle guardie rosse
Accesi per scacciare i lupi e vecchie coi rosari
E intorno i fuochi delle guardie rosse
Accesi per scacciare i lupi e vecchie coi rosari
Seduti sui gradini di una chiesa
Aspettavamo che finisse messa e uscissero le donne
Poi guardavamo con le facce assenti
La grazia innaturale di Nijinsky
E poi di lui si innamorò perdutamente il suo impresario
E dei balletti russi
E poi di lui si innamorò perdutamente il suo impresario
E dei balletti russi
L'inverno con la mia generazione
Le donne curve sui telai vicine alle finestre
Un giorno sulla prospettiva Nevski
Per caso vi incontrai Igor Stravinsky
E gli orinali messi sotto i letti per la notte
E un film di Ejzenstejn sulla Rivoluzione
E gli orinali messi sotto i letti per la notte
E un film di Ejzenstejn sulla Rivoluzione
E studiavamo chiusi in una stanza
La luce fioca di candele e lampade a petrolio
E quando si trattava di parlare
Aspettavamo sempre con piacere
E il mio maestro mi insegnò com'è difficile trovare
L'alba dentro l'imbrunire
E il mio maestro mi insegnò com'è difficile trovare
L'alba dentro l'imbrunire











Prospettiva Nevski
Artista Franco Battiato
Autore/i Franco Battiato
Genere New wave
Musica d'autore
Esecuzioni notevoli Alice, Bluvertigo
Pubblicazione originale
Incisione Patriots (album)
Data 1980
Etichetta Emi Italiana
Durata 3 min : 56 s












 


 

 
 
 



L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA
 GRAZIE A:

https://it.wikipedia.org/wiki/Prospettiva_Nevski_(brano_musicale)
https://significatocanzone.it/prospettiva-nevsky-franco-battiato-testo-significato
https://www.bad-boy.it/2013/09/franco-battiato-prospettiva-nevskij-testo-e-curiosita-musicali/
IMAGE GOOGLE



LEGGI LA STORIA DELLE ALTRE CANZONI SU MUSICAPASSIONE


1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1