HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
CINEMA PASSIONE
Le Interviste

1

Mortimer Granville
Inventore del vibratore, originariamente nato
per curare l'isteria, e altre rivoluzionarie
tecniche per il sesso femminile







HYSTERIA 2011







 

Salve Dottor Mortimer ci racconta la sua storia?
Siamo nella Londra del 1880 dell’era vittoriana. Alla morte dei miei genitori vengo adottato dalla famiglia St. John-Smythe. Sono un giovane medico che lotto contro le vecchie terapie obsolete ed errate, soprattutto in campo igienico e di profilassi. Ovviamente questa mia ricerca di innovazione viene considerata troppo rivoluzionaria ed attira l’ira e le invidie dei vecchi medici fedeli alla medicina convenzionale tanto che vengo puntualmente licenziato.

Quindi è sempre alla ricerca di un nuovo impiego?
Lavoro saltuariamente in diversi ospedali e dopo un lungo peregrinare trovo un impiego fisso presso il dottor Dalrymple titolare di un rinomato studio di cura per il "male del secolo", specializzato soprattutto nella cura "manuale" dell'isteria.

Viene assunto come aiutante?
Per far fronte all'esercito di nobildonne che ogni giorno bussa al suo studio, il dottor Dalrymple mi assume come assistente. Tenga conto che al tempo l’isteria affliggeva buona parte delle signore di Londra e si manifestava variamente con tristezza, irritabilità, pianto frequente o incontenibile rabbia. Secondo il dottor Dalrymple, almeno la metà delle donne di Londra, in forme dalle più lievi alle più estreme, che comportano infine l'isterectomia, ne soffriva.

Ma in quello studio non trova solo l’impiego.
Il dottor Dalrymple ha due figlie: la primogenita Charlotte, di convinte ideologie socialiste e femministe, attiva nel sostegno ai bisognosi, ed Emily, di carattere più docile, musicista e ricercatrice. Mi innamoro di Emily, ma allo stesso tempo vengo osteggiato da Charlotte.

Cosa succede a quel punto?
La terapia del dottor Dalrymple consiste nel massaggio manuale della vulva delle pazienti, della durata di quasi un'ora, per riportare l'utero nella posizione originale e in tal modo guarire la malattia. Superando l’imbarazzo iniziale a poco a poco sostituisco il dottor Dalrymple in quella pratica, ma inizio a soffrire di forti crampi alla mano destra, con la quale lavoro. Per non perdere il lavoro nascondo il problema al mio principale, anche perché nel frattempo lui mi propone di diventare suo socio e di prendere in sposa Emily.

Come va con Emily?
Abbiamo una relazione, ma nessuno dei due sembra troppo convinto del rapporto e in effetti a seguito di diverse comprensioni la nostra relazione in poco tempo naufraga.

E per il problema alla mano?
Dapprima provo a lavorare con la mano sinistra, ma con risultati pessimi tanto che il dottor Dalrymple dopo diverse lamentele delle pazienti decide di licenziarmi.

Cosa fa?
Demoralizzato dall'ennesimo fallimento professionale, ma allo stesso tempo deciso a risolvere il mio problema alla mano mi viene l’idea del secolo ossia di sostituire la manualità con un vero e proprio vibratore elettrico. A quel punto consulto il mio amico Edmund, un appassionato di congegni elettrici per mettere in atto la mia idea ovvero uno strumento per la cura dei muscoli indolenziti in fisiatria.

Chi è Edmund?
È il figlio dei miei genitori adottivi, assillato dalle sue fissazioni tecnologiche mi mostra il suo prototipo di spolverino elettrico. A quel punto provo ad appoggiare la testina rotante sulla mano dolente, provandone un crescente sollievo.

Quindi scatta la realizzazione della sua idea…
Esatto! Ovvero utilizzare quell’oggetto elettrico sulle parti intime delle donne, in luogo della stimolazione manuale. Insieme al dottor Dalrymple testo il prototipo per cinque minuti su Molly la cameriera di casa con ottimi risultati.

Quindi niente strumento di piacere…
Assolutamente no! All'epoca il massaggio non era considerato una stimolazione erotica, perché si credeva che la donna non potesse ottenere l'orgasmo in assenza della penetrazione maschile.

Torniamo alla storia…
Charlotte la prima figlia del dottor Dalrymple, durante una manifestazione femminista, viene arrestata per aver picchiato un poliziotto. Al processo, l'accusa chiede l'internamento in manicomio per isteria e la soluzione più estrema, ossia l'isterectomia. Durante il processo intervengo in sua difesa in qualità di ricercatore, sostenendo che la diagnosi di isteria non può essere la risposta a tutte le richieste delle donne. Il giudice approva la mia diagnosi condannando Charlotte a una lieve pena.

Immagino che dopo quella difesa spassionata tra lei ed Charlotte sia nato qualcosa…
Chiedo la mano di Charlotte e con la vendita dei diritti del vibratore le dono il denaro necessario per le sue attività a favore dei più bisognosi.

E le sue terapie?
L’attività va a gonfie vele. Lo studio è sempre affollato di signore che si sottopongono alla terapia. La voce arriva fino alle orecchie della Regina Vittoria, la quale decide di acquistarlo.










Titolo originale: Hysteria.
Regia di Tanya Wexler con Maggie Gyllenhaal, Hugh Dancy, Jonathan Pryce, Rupert Everett, Ashley Jensen. Paesi di produzione Gran Bretagna, Francia, Germania, 2011, durata 100 minuti. Lingua originale inglese. In Italia al Box Office Hysteria ha incassato nelle prime 9 settimane di programmazione 1 milioni di euro e 271 mila euro nel primo weekend.
La realizzazione del film è durata 7 anni a causa della difficoltà di trovare produttori e distributori. Le riprese, avvenute a Londra e in Lussemburgo, sono durate un mese circa tra ottobre e novembre del 2010. Il film è stato presentato in concorso alla 6ª edizione del Festival Internazionale del Film di Roma. È uscito nelle sale italiane il 24 febbraio 2012
.






















 

 
 
 



L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA
 GRAZIE A:

https://it.wikipedia.org/wiki/Hysteria_(film_2011)
https://www.mymovies.it/film/2011/hysteria/


IMAGE GOOGLE


1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1