HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
CINEMA PASSIONE
Intervista impossibile a

1

Marianne
PROTAGONISTA DEL FILM
Ritratto della giovane in fiamme
Storia di una passione purissima
Marianne, pittrice di talento, viene ingaggiata per fare
il ritratto di Héloïse, una giovane donna che ha da poco
lasciato il convento per sposare l’uomo a lei destinato.










 



Marianne dove e quando si svolge la sua storia?
Siamo nel 1770, in quella Francia in cui, di lì a meno di un ventennio, vedrà il fuoco della Rivoluzione che cambierà tutto, ma non spazzerà via il pregiudizio e le costrizioni. Io sono una pittrice e vengo chiamata a lavorare su un'isola della Bretagna, immersa nell’Oceano, in casa di una nobile decaduta, per dipingere il ritratto di sua figlia Héloïse.

Più precisamente?
Devo realizzare il suo ritratto di nozze. Héloise è appena uscita dal convento ed è promessa sposa ad un nobile di Milano in sostituzione della sorella maggiore che è morta tragicamente. Lei però non vuole sposarsi ed ha già rifiutato di posare per un precedente pittore perché sa che al completamento del ritratto dovrà necessariamente sposarsi.

E quindi?
Quindi vengo presentata dalla madre come la nuova dama di compagnia e inizio ad osservare la ragazza per poter comunque adempiere al mandato. Osservo il suo volto, scruto i suoi gesti e i suoi movimenti di giorno durante le nostre passeggiate per poi dipingerla in segreto durante la notte senza mai vederla in posa.

Quindi cosa succede?
Col passare dei giorni però tra noi si instaura un profondo rapporto. Héloïse è molto giovane, deve ancora imparare tutto dalla vita, e così vengo irrimediabilmente attratta dai suoi gesti semplici e dalla semplicità del suo animo. Di contro la mia esperienza e la mia libertà affascina la ragazza.

Riesce a completare il ritratto anche se a distanza?
Con estrema fatica riesco a portare avanti l’opera anche perché il mio sentimento per la giovane è così forte che non riesco a trovare la giusta lucidità per ritrarla ed anche perché a fatica riesco ad uscire dai canoni del bello al maschile che la mia professione richiederebbe, ma il mio animo rifiuta.

Una sorta di tormento interiore…
Ormai mi sento molto legata a lei e quando finisco il dipinto non riesco più a mentirle per cui confesso l’inganno a Héloïse e le mostro il quadro. La ragazza dopo il primo turbamento per l’imbroglio critica la tela trovandola poco somigliante e soprattutto senza anima accusandomi di aver preferito sottostare alle regole della pittura piuttosto che lasciarmi guidare dalle mie sensazioni.

Lei cosa fa?
Delusa per averla delusa in un momento di ira distruggo il dipinto causando così la collera della madre di Héloïse, la quale mi invita a fare le valigie ed andare via da quella casa. A quel punto però Héloïse, vedendomi dispiaciuta e capendo con quanto impegno e dedizione avessi cercato di dipingerla a memoria, inaspettatamente dichiara davanti alla madre di voler posare e questa volta per sua volontà.

Poi cosa accade?
In realtà Héloïse non vuole che io vada via e anche se finora nessuna delle due ha manifestato all’altra i propri sentimenti segreti siamo più che felici per quella decisione. La madre di Héloïse parte per Milano dandomi una settimana per rifare il ritratto e lasciandoci sole in compagnia della serva Sophie. Il legame tra noi due cresce. Nei nostri momenti di intimità suono per lei “L'estate di Vivaldi” al clavicembalo e mi lascio andare raccontandole i miei amori precedenti. Héloïse invece mi legge il libro di Orfeo ed Euridice, suo autentico mito.

E il nuovo ritratto?
Héloïse posa per me per ore e ore e durante una di queste sedute sveliamo reciprocamente i nostri sentimenti e ci baciamo avidamente. È il nostro primo bacio, poi seguiranno degli altri fino a che decidiamo di dormire insieme ed avere un vero e proprio rapporto sessuale.

Quindi tutto bene…
Oh no, il tempo scorre inesorabilmente e più si intensifica il rapporto e più subentra la paura dell’addio. E mano mano che il ritratto viene completato tra noi sorgono tensioni, paure e diffidenze reciproche. Da parte mia subentra una forte ribellione verso quella ineluttabilità e quel matrimonio, sono gelosa e inizio ad avere delle visioni notturne della mia amata Héloïse vestita da sposa. Lei, dal canto suo, si innervosisce perché secondo lei portando a compimento il ritratto accetto passivamente la fine della nostra relazione.

Alla fine però accettate ambedue quel destino…
Siamo alla fine del Settecento e sappiamo ambedue che la nostra relazione non può avere futuro. Prima che sua madre torni ci riappacifichiamo e allora decidiamo di vivere intensamente l’attimo passando le restanti notti insieme. Duranti le quali, disegno per me un suo piccolo ritratto in modo da portarla sempre con me, e disegno per lei sul libro di Orfeo ed Euidice un mio autoritratto in modo che lei mi ricordi anche quando saremo separate. Per stare ancora più insieme cerchiamo di non dormire la notte e vivere ogni secondo della nostra storia, ma poi inevitabilmente arriva il giorno dell’addio.

Non la rivedrà più?
La rivedrò per ben due volte a Milano ma senza essere vista. La prima volta la vedo in un'esposizione di quadri ritratta in un altro dipinto con suo figlio. Tra le mani stringe il libro di Orfeo ed Euidice con dito indice infilato nella pagina sulla quale avevo disegnato il mio ritratto.

E la seconda?
L'ultima volta, la vedo durante un concerto, la osservo a distanza mentre è travolta da forti emozioni ascoltando l'Estate di Vivaldi.










Titolo originale:
Portrait de la jeune fille en feu
Il film è stato premiato al Festival di Cannes, ha ottenuto 1 candidatura ai Nastri d'Argento, ha ottenuto 1 candidatura a Golden Globes, ha ottenuto 1 candidatura a BAFTA, ha ottenuto 3 candidature e vinto un premio ai European Film Awards, ha ottenuto 9 candidature e vinto un premio ai Cesar, ha ottenuto 4 candidature e vinto 2 Lumiere Awards, ha ottenuto 1 candidatura a Critics Choice Award, ha ottenuto 1 candidatura a Spirit Awards, ha ottenuto 1 candidatura a Goya, ha vinto un premio ai NSFC Awards
Regia di Céline Sciamma. 2019 con Noémie Merlant, Adèle Haenel, Luàna Bajrami, Valeria Golino, Cécile Morel. Titolo originale: Portrait de la jeune fille en feu. Titolo internazionale: Portrait of a Lady On Fire. Genere Drammatico, - Francia, 2019, durata 120 minuti. Uscita 19 dicembre 2019 distribuito da Lucky Red.




.












 

 
 
 



L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA
 GRAZIE A:

https://www.mymovies.it/film/2019/ritratto-di-una-donna-in-fiamme/
https://it.wikipedia.org/wiki/Ritratto_della_giovane_in_fiamme
https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/12/11/ritratto-della-giovane-in-fiamme-storia-di-una-passione-purissima-che-vibra-libera-e-autentica/5609276/
http://www.cineforum.it/recensione/Ritratto-della-giovane-in-fiamme


IMAGE GOOGLE


1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1