HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
PERSONAGGI D'ARTE


1

Cecilia Gallerani
La Dama con l'ermellino
La giovane amante di Ludovico Sforza, ritratta
da Leonardo, fu una delle donne più belle e
famose del Rinascimento.







(1489)


 

 


Adamo chi è la Dama con l'ermellino?
La dama, ritratta nel dipinto a olio di Leonardo da Vinci del 1489, va sicuramente identificata con la nobildonna Cecilia Gallerani.

Chi era?
Cecilia era nata a Milano nel 1473 da Fazio Gallerani e Margherita de' Busti, quindi all’epoca del ritratto aveva all’incirca sedici anni.

Le sue origini?
Di origini senesi, la famiglia Gallerani approdò a Milano agli inizi del Quattrocento quando il nonno di Cecilia, Sigerio Gallerani, esponente del partito ghibellino a Siena, si vide costretto a fuggire a causa della prevalsa guelfa. A Milano i Gallerani ricoprirono ruoli importati presso la corte ducale mantenendo un tenore di vita elevato con un ricco patrimonio terriero in Brianza.

Dove abitavano?
Avevano la loro dimora nei pressi di porta Comasina sotto la parrocchia di San Simpliciano, luogo in cui nel 1473 nacque Cecilia, penultima di sette fratelli e una sorella. Poi all'età di sessantasei anni il padre di Cecilia morì e l'istruzione di Cecilia venne probabilmente curata dalla madre che, figlia di studiosi, incoraggiò il suo talento.

Si dice che Cecilia fosse intelligente e bella…
Cresceva abbastanza bene tanto che all’età dieci anni già aveva la coda di pretendenti e la sua famiglia stipulò un accordo matrimoniale fra lei e Stefano Visconti, per evitarle la vita monastica, allora normale consuetudine per le figlie femmine che non si sarebbero sposate. Sembra che comunque che cinque anni dopo l’accordo sia stato annullato a causa dell'impossibilità delle due famiglie di far fronte alle doti pattuite.

Quindi non più promessa e di nuovo nubile…
Esiste un documento di compravendita del 1489 dove stranamente Cecilia non risulta domiciliata come i fratelli presso la casa di famiglia, bensì sotto la Parrocchia del Monastero Nuovo. Questo fatto denota che la ragazza viva indipendentemente nella città milanese senza per altro essere costretta a rifugiarsi in un convento per proseguire gli studi. Ora, essendo a conoscenza che Ludovico Sforza detto “il Moro” commissiò il quadro a Leonardo in quel periodo, possiamo avvalorare la tesi della presenza del Duca accanto a Cecilia.

Quindi fammi capire… Cecilia Gallerani allora sedicenne era amante di Ludovico Sforza?
Si pensa fosse la sua amante già all’età di tredici anni. Per lei Ludovico perse la testa, del resto lei è bella di una bellezza moderna e acerba, intrigante e, nonostante l’età, maliziosa ed esperta nell’arte del sedurre. Persino Leonardo ne rimase affascinato.

Abbiamo delle prove che fosse la sua amante?
La presenza ufficiale di Cecilia alla corte degli Sforza è datata 1490, ovvero l’anno dopo del ritratto quando l’ambasciatore estense Jacopo Trotti in una lettera al duca Estense dichiara: «…si dice che il male del signor Ludovico è causato dal troppo coito di una sua puta che prese presso di sé, molto bella, parecchi di fa, la quale gli va dietro dappertutto, e le vuole tutto il suo ben e gliene fa ogni dimostrazione…» Il termine "puta" utilizzato dall’ambasciatore denota la giovane età di Cecilia.

Si parla anche di una certa Zanetta ovvero la sorella di Cecilia anche lei adolescente ma molto chiacchierata…
Zanetta era la sorella maggiore e nonostante la sua giovane età era già l’amante di Aloisio Terzago, segretario e tuttofare di Ludovico Sforza. Per cui si può certo immaginare che la regia fosse tenuta ben stretta dalla madre delle due sorelle, quella Margherita de' Busti che non aveva esitato a suo tempi di combinare il matrimonio di Cecilia con un Visconti.

Torniamo al quadro… Cecilia quando venne ritratta da Leonardo?
Come detto in quel periodo. Mentre posava per il dipinto, Cecilia ebbe modo di apprezzare Leonardo e lo invitò nei cenacoli di intellettuali di Milano, in cui si discuteva di filosofia e di varia cultura. Lei era una donna molto colta, parlava correntemente il latino e faceva del canto e della scrittura i suoi principali interessi.

Un’opera fantastica!
L'opera è uno dei dipinti simbolo di Leonardo Da Vinci e l'identificazione con Cecilia Gallerani si basa su ciò che rappresenta l'animale, ossia l'ermellino. Oltre che simbolo di purezza e di incorruttibilità si chiama in greco “gale” che allude smaccatamente al cognome della fanciulla. Inoltre venne datata 1489 ovvero quando Ludovico il Moro ricevette il prestigioso titolo onorifico di cavaliere dell'Ordine dell'Ermellino dal re di Napoli.

Ma con Ludovico il Moro non si sposò mai vero?
Rimase a vivere in casa Sforza anche quando Ludovico decise di sposare Beatrice d'Este, ovvero la donna più bella e più elegante del Rinascimento. Ma Beatrice è fredda di natura mentre Cecilia si fa preferire perché possiede la dote apparente della sottomissione e sa quando si deve ritirare avendo ancora il gioco in mano. Insomma Cecilia rimase incinta ed ebbe un figlio dall’amante e per giunta maschio. Lo chiamarono Cesare e il duca lo amò senza riserve nonostante fosse illegittimo.
Alla nascita di Cesare però Cecilia fu allontanata dalla corte, a causa della gelosia di Beatrice, dallo stesso Ludovico ricevendo in dono diversi immobili e beni tra cui il Palazzo Carmagnola, a pochi passi dal Castello Sforzesco, dove la bella Cecilia visse per qualche anno.

Poi si sposò…
Il 27 luglio 1492 a quasi vent’anni convolò a nozze con il conte Ludovico Carminati detto "il Bergamino". Andarono a vivere a casa di lui l'attuale Villa Medici del Vascello in San Giovanni in Croce vicino Cremona. Durante quegli anni fece sfoggio di cultura trasformando la sua residenza in un circolo per letterati ed artisti in genere. Morì a sessantatré anni e fu sepolta nella cappella della famiglia Carminati.












Titolo originale
La dama con l'ermellino
Dama z gronostajem.jpg
Autore Leonardo da Vinci
Data 1488-1490
Tecnica olio su tavola
Dimensioni 54,8×40,3 cm
Ubicazione Museo Nazionale di Cracovia, Cracovia






 

 
 
 



L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA
 https://www.theartpostblog.com/dama-con-lermellino/
https://galateavaglio.com/2019/05/03/cecilia-gallerani-la-gran-dama-con-ermellino-del-rinascimento/
https://it.wikipedia.org/wiki/Dama_con_l%27ermellino



IMAGE GOOGLE
Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it




INTERVISTE IMPOSSIBILI
ELENCO ALFABETICO      ELENCO CRONOLOGICO        ELENCO PER CATEGORIE




1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1