HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
EROS & FUMETTI
INTERVISTA IMPOSSIBILE A



1

Jacula
La vampira ottocentesca
Jacula è un personaggio immaginario
di genere erotico/horror.
Pubblicato a fumetti tra il 1969
e il 1982 è una vampira senza
freni e inibizioni, eversiva nei
confronti del potere costituito. I
suoi bersagli principali sono
la famiglia, la chiesa
e le istituzioni borghesi..






(Anno pubblicazione: 1969)


 

 


Madame, ci descrive il suo personaggio?
Jacula è un personaggio immaginario ideato da Renzo Barbieri e Giorgio Cavedon e dal disegnatore Giorgio Cambiotti. La serie di genere erotico/horror portava il mio nome.

Quando nasce?
In realtà esordisco nel marzo 1969 su un'altra testata dell'editore, ovvero Isabella. Nello stesso anno però, sempre pubblicata dalla ErreGI e poi dalla Ediperiodici, uscì la testata che portava il mio nome, in formato tascabile. Il personaggio nacque sull'onda del successo dei fumetti neri degli anni ‘60 caratterizzati da elementi trasgressivi e violenti ai quali viene aggiunta la componente erotica. In tutto dal 1969 al 1982 vennero pubblicati 327 volumi sia in formato tascabile che in quello gigante.

Dicono che le sue fattezze fossero identiche a quelle della cantante Patty Pravo…
Beh sì, furono gli stessi autori ad ammettere di essersi ispirati graficamente a Patty.

Chi era Jacula?
Jacula è una vampira che vive avventure dell'orrore ambientate a cavallo tra Ottocento e Novecento rivisitando tutti i luoghi classici dell’immaginario dell’occulto e del mistero con streghe, antiche maledizioni, ritorni dall'oltretomba e castelli infestati dagli spettri.

Come vampira però differisce dal modello tradizionale…
Sono immune ai raggi del sole, questo fu possibile grazie a una pozione del dottor Carlo Verdier, un vampiro che nel corso della serie sarà mio compagno, ma, come tutti gli altri vampiri, non sono immune all’aglio e ai crocefissi.

Un horror pennellato puntualmente da situazioni erotiche…
Nelle mie avventure incontro vari personaggi del genere horror come Frankenstein, l’uomo lupo, Jack lo squartatore, lo zombie, la mummia o il mostro della laguna nera. L’elemento erotico è più o meno presente.

La sua figura oltre che erotica lei è alquanto dissacratoria.
Nella storia sono una donna forte ed emancipata oltre che affascinante e divento portabandiera dei valori rivoluzionari, per questo motivo sono una vampira senza freni e inibizioni, eversiva nei confronti del potere costituito. I miei bersagli principali sono la famiglia, la chiesa e le istituzioni borghesi.

Pensa che ebbe successo per questi motivi?
Penso che in quel contesto culturale, ossia perbenismo borghese imperate e i dettami della religione non al passo coi tempi, ogni tematica legata alla libertà sessuale suscitava sicuramente apprezzamento e tanta curiosità. E poi ci metta i tagli della censura che invece di moralizzare creavano ancora più morbosità.

Ebbe successo anche all’estero vero?
Venni pubblicata in vari paesi europei ma ottenni successo in Francia. Come gli italiani, i francesi venivano attratti dalle mie imprese erotico/horror/gotiche. Il successo fu strepitoso e senza precedenti. Molte donne si identificarono con Jacula, una eroina disinibita e sessualmente libera che anticipava in sostanza tematiche femministe.

Come mai poi chiuse i battenti?
Le cause furono molte tra le quali la perdita di freschezza e la ripetitività delle storie e la grave crisi del fumetto popolare agli inizi degli anni 80 per l'affermazione sul mercato dei video porno.

I numeri confermano la sua tesi.
In una statistica del 1983 venne fuori che in quell’anno uscivano regolarmente in edicola 39 testate per la bellezza di un milione di albi venduti ogni mese! Tutte di genere erotico che poi sfociava in Horror tipo la zombie Cimiteria, licantropi come Ulula e soprattutto vampire. Dopo il mio successo seguirono a ruota Zora (con i lineamenti di Catherine Deneuve), Sukia (con le sembianze di Ornella Muti) e Yra.


 










Jacula
fumetto
Titolo orig. Jacula
Lingua orig. lingua italiana
Paese Italia
Autore Giorgio Cavedon, Renzo Barbieri
Editore ErreGI/Ediperiodici
Albi 327 (completa)
Genere erotico, horror
Uscita dal 1969 al 1982




























 

 
 
 



L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA GRAZIE A
https://it.wikipedia.org/wiki/Jacula
http://www.gorgonia.it/lifestyle/alessandro-biffignandi-emanuele-taglietti/




IMAGE GOOGLE
Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it






1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1