HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

 
 

Verdekiwi


FOTOGRAFIE

Femme Fatale

 
 

 

 


Verdekiwi,
Femme Fatale
Giulio Asso, in arte verdekiwi, giovane fotografo e architetto, con in attivo due mostre personali, numerose partecipazioni
collettive e alcuni premi di fotografia. "Nato" come fotografo d'architettura da anni è ormai alla ricerca di un'immagine artistica
che rappresenti al meglio una delle più belle forme d'arte presente in natura: la donna.

Il rapporto che intercorre tra una rappresentazione fotografica in un ambiente spaziale e un elemento figurativo può paragonarsi a un avventura che nasconde sempre nuove spinte verso lo sviluppo di tematiche e segni fin d’ora rimasti celati, e terreno fertile per l’interpretazione personale. Le foto di Giulio Asso presentano, per vari aspetti questa ricerca, che richiede sempre un’attenzione più profonda per poter oltrepassare la linea della superficie estetica ed essere compresa nel suo significato. Come ogni espressione formale, uno dei mezzi migliori per accedere a una realtà della foto si può trovare nel confronto che si attua tra le varie parti delle fotografie stesse. L’architettura, ammaestrata con razionalità, si pone completamente a disposizione della figura femminile e soprattutto per ciò che essa deve significare per l’artista, ma che può riguardare La donna narrata nelle immagini, come fulcro di un combattimento interiore, è sicura e forte, dominate in alcuni momenti, eppur riflessiva nel suo aspetto non convenzionato. Una forza che trova la sua base in ciò che il fotografo costruisce attorno alle protagoniste delle sue immagini. Si crea attorno ad esse un linguaggio, quello architettonico che attraverso profondità, sfondi bidimensionali, ma arcaicamente decorati, danno voce alla loro fermezza sia fisica sia morale. Ne nasce un viaggio di andata e ritorno alla figura dalla “sovrastruttura” architettonica ideale, che isola la donna ma allo stesso tempo la completa, la sorregge visivamente nel suo essere presenza viva, fatta di carne e forme. La descrizione si gioca attraverso la consapevolezza nell’uso della luce, che è lo strumento di relazione tra i due oggetti nelle fotografie. Strumento magico che fa parlare i due elementi e che in questo modo diviene grammatica per descrivere un soggetto particolare, una di tanti altre sfumature di femme fatale.

© All rights reserved

 

 

 

 

Sei un artista? Hai un sito web, un blog? Sei una modella, un fotografo, scrivi?
Vuoi segnalare un evento d'arte? Fatti conoscere gratis su liberaeva.
Contattaci! Scrivi a liberaeva@libero.it

SEGUI LIBERAEVA SU

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori. 
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
  
(
All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.)
Scrivi a liberaeva@libero.it

 

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti