HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY


1


1
INTERVISTA IMPOSSIBILE
Kim Hunter
Un tram che si chiama Desiderio
Attrice cinematografica, teatrale e televisiva americana.
Ha vinto un Oscar e un Golden Globe, entrambi
come miglior attrice non protagonista, per la
sua interpretazione di Stella Kowalski nel film del
1951 A Streetcar Named Desire. Ha anche interpretato
il personaggio dello scimpanzé Zira nelle prime tre
puntate dell'adattamento cinematografico originale
“Il pianeta delle scimmie” .







(Detroit, 12 novembre 1922 – New York, 11 settembre 2002)



 

 



Madame le sue origini?
Il mio nome vero è Janet Cole, sono nata a Detroit nel Michigan. Mia madre Grace Lind era una pianista, mio padre Donald Cole un ingegnere, purtroppo lui morì quando avevo solo 3 anni. La mia famiglia era benestante e frequentai il Miami Beach High School.

La sua carriera?
Mi interessai alla recitazione quando ero ancora piccola e all'età di 17 anni mi unii a un piccolo gruppo teatrale e feci il mio debutto sul palcoscenico in Penny Wise. Ero bassa di statura e certamente non avevo le sembianze di una vamp per cui non credevo mai di intraprendere sul serio la carriera di attrice, ma poi nel 1942 la mia performance in Arsenico e Old Lace al Pasadena in California attirò l'attenzione di David O. Selznick che mi fruttò un sostanzioso contratto cinematografico.

Poi l’Actors Studio…
Iniziai a prendere sul serio la cosa tanto che la Selznick Productions/RKO mi fece firmare un contratto di sette anni e mi cambiò nome in Kim Hunter. A 21 anni nel 1943 divenni ufficialmente un’attrice cinematografica. Il mio primo film fu un noir, The Seventh Victim , e il mio primo ruolo da protagonista fu nel fantasy britannico del 1946 A Matter of Life and Death .

Nel 1944 il primo matrimonio…
Mi sposai con William Baldwin, un pilota e capitano del Corpo dei Marines. Abbiamo avuto una figlia insieme Kathryn. Poi nel 1946 ci separammo.

Poi la chiamò il teatro…
Era il 1947 quando venni chiamata sul palco di Broadway a ricoprire il ruolo di Stella Kowalski nella commedia Un tram che si chiama Desiderio. La rappresentazione ebbe un enorme successo tanto che la produzione decise di farne un film. Elia Kazan in persona mi volle nel cast del film ovviamente nello stesso ruolo che recitavo a teatro.

Dal suo debutto erano passati otto anni.
Già era il 1951 quando recitai nel film Un tram che si chiama Desiderio con Marlon Brando e Vivien Leigh nel ruolo di Stella per il quale vinsi l'Oscar e il Golden Globe come miglior attrice non protagonista.

Nello stesso anno il secondo matrimonio…
Mi sposai con l'attore e sceneggiatore Robert Emmett. Insieme abbiamo avuto un figlio, Sean Robert. Siamo rimasti insieme fino alla sua morte avvenuta nel 2000 per un'appendicite. Con Robert occasionalmente ci esibivamo insieme in rappresentazioni teatrali.

Poi vennero i primi problemi.
Io sono sempre stata una democratica liberale e nel 1949 firmai una petizione a favore dei diritti civili. Automaticamente finii nella lista nera della giunta d'indagine maccartista (HUAC) dove erano elencati i personaggi dello spettacolo filo-sovietici. Comunque non fui mai accusata in commissione di attività anti-americane, continuai a lavorare seppur a raggio ridotto.


L'attrice morì a New York l'11 settembre 2002, a 79 anni, per un infarto. Fu cremata e le sue ceneri furono date a sua figlia. Nella sua vita professionale ha ottenuto un Premio Oscar nel 1952 per la Miglior attrice non protagonista per Un tram che si chiama Desiderio e sempre nello stesso anno per lo stesso film un Golden Globe 1952. Kim Hunter ha ricevuto due stelle sulla Hollywood Walk of Fame , una per i film al 1615 di Vine Street e una seconda per la televisione al 1715 di Vine Street.





























 

 
 
 



L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA
 GRAZIE A:

https://en.wikipedia.org/wiki/Kim_Hunter
https://it.wikipedia.org/wiki/Kim_Hunter
http://www.cinekolossal.com/star2/h/hunter/






IMAGE GOOGLE
Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it




INTERVISTE IMPOSSIBILI
ELENCO ALFABETICO      ELENCO CRONOLOGICO        ELENCO PER CATEGORIE







1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1