HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
INTERVISTA IMPOSSIBILE

1

Annette Kellerman
Queen of the Sea
(La sirena australiana)

Nuotatrice e attrice australiana divenne famosa in
tutto il mondo per le sue eccezionali imprese.
Diventò attrice, lavorando anche nel vaudeville
e girando numerosi film. Fu una delle prime
donne a usare il costume a un pezzo,
cosa che, all'epoca, provocò grande scandalo.







(Sydney, 6 luglio 1887 – Gold Coast, 5 novembre 1975)


 

 


Le sue origine madame?
Il mio nome completo era Annette Marie Sarah Kellerman e sono nata a Darlinghurst nel Nuovo Galles del Sud in Australia. I miei genitori erano Frederick William Kellermann, violinista australiano ed Alice Ellen Charbonnet, pianista e insegnante di musica francese.

I suoi primi anni madame?
Fin da piccola frequentai corsi di nuoto. A 15 ero padrona di tutti gli stili, vinsi la mia prima gara e conoscevo le tecniche di immersione.

Fu allora che decise di prendere sul serio il nuoto.
Era il 1902 quando mi dedicai anima e corpo a questo sport prendendo parte a vere e proprie gare. Il risultato fu che vinsi la gara delle cento yard donne in 1' 2" e diventai campionessa del miglio del Nuovo Galles del Sud in 33' 49".

Poi il trasferimento a Melbourne…
Mia madre aveva accettato il posto di insegnante di musica in una scuola femminile e ci trasferimmo lì. Ebbi l’occasione di esibirmi in pubblico sia nel nuoto che nei tuffi, e di nuotare in due spettacoli giornalieri in una grande vasca di vetro piena di pesci all'Exhibition Aquarium. Nel giugno-luglio del 1903 feci alcune immersioni di grande spettacolarità nello show The Breaking of the Drought al Melbourne Theatre Royal.

A quel punto l’Australia le stava stretta…
Mi recai in Inghilterra insieme a mio padre dove attirai l'attenzione mondiale nuotando nel Tamigi per oltre 21 km. Partii dal Putney Bridge ed arrivai al molo di Blackwall in 3 ore e 54 minuti. Poi sponsorizzata dal Daily Mirror feci un tentativo di attraversare la Manica, ma fallii rovinosamente.

Poi fu la volta degli USA…
Feci uno spettacolo al New York Hippodrome esibendomi immersa in una piscina di vetro. Era il 1907 e quello spettacolo venne considerato il primo balletto acquatico e quindi venni accreditata come inventrice del nuoto sincronizzato.

Sempre in America sostenne il diritto delle donne a indossare il costume da bagno a un pezzo unico…
Ero stufa di quei costumi che erano dei veri e propri abiti, abbinati con pantaloni ingombranti che coprivano tutto il corpo e impedivano di fatto di nuotare. Ricordo che per protesta mi mostrai sulla spiaggia di Revere Beach nel Massachusetts in un costume a un pezzo che lasciava nude le braccia e le gambe, ovviamente subii un arresto per indecenza, ma nel contempo contribuii ad ammorbidire le leggi repressive in materia di costumi da bagno femminili.

Da lì inventò una sua linea di costumi da bagno monopezzo…
Le "Annette Kellermans", come erano conosciute, furono il primo passo verso il costume da bagno moderno.

Nel 1912 il matrimonio…
Avevo venticinque anni quando mi sposai, il 26 novembre 1912, con il mio manager, lo statunitense James Raymond Louis Sullivan a Danbury, nel Connecticut. Dal matrimonio, che durò tutta la vita, non nacquero bambini.

In quel momento, con la sua attività teatrale, guadagnava 1250 dollari la settimana.
Come attrice di vaudeville mi esibii nei maggiori teatri d'Europa, d'America e d'Australia. I miei numeri, oltre alle scene in acqua, includevano balletti davanti agli specchi, camminate sul filo, acrobazie, canzoni e interpretazioni maschili.

Nel 1919 fu la volta del cinema…
Lavorai per la Vitagraph Company of America. Nel film La figlia degli Dei in cui interpretavo una bellissima ragazza paragonata agli dei fui la prima attrice a presentarmi nuda sullo schermo.

Grazie al cinema divenne molto famosa…
Ovviamente la maggior parte dei film avevano come tema avventure acquatiche. Mi esibivo in spettacolari performance senza controfigura in profonde immersioni nel mare o, addirittura, in vasche di coccodrilli.



Oltre alla sua carriera sportiva, cinematografica e teatrale, la Kellermann fu anche scrittrice di successo. Pubblicò diversi libri tra cui How to Swim nel 1918, Physical Beauty: How to Keep It nel 1919, un libro di storie per bambini intitolato Fairy Tales of the South Seas nel 1926, e My Story , un'autobiografia inedita. Ha anche scritto numerosi libretti di vendita per corrispondenza su salute, bellezza e fitness.
Vegetariana convinta, la Kellerman era proprietaria di un negozio di cibi naturali a Long Beach, in California. Nel 1970, lei e il marito ritornarono a vivere in Australia. Nel 1974, fu onorata con l'International Swimming Hall of Fame a Fort Lauderdale, in Florida. Continuò a esercitarsi nel nuoto fino agli ultimi anni di vita. Preceduta dalla morte del marito, Annette Kellerman morì nell'ospedale di Southport, nel Queensland, il 5 novembre 1975, all'età di 88 anni. Venne cremata e le sue ceneri furono sparse in mare sopra la Grande barriera corallina.
Per il suo contributo all'industria del cinema, ha avuto una stella sulla Hollywood Walk of Fame al 6608 di Hollywood Blvd.



























 

 
 
 



L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA
 GRAZIE A:
https://it.wikipedia.org/wiki/Annette_Kellerman
https://en.wikipedia.org/wiki/Annette_Kellermann






IMAGE GOOGLE
Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it




INTERVISTE IMPOSSIBILI
ELENCO ALFABETICO      ELENCO CRONOLOGICO        ELENCO PER CATEGORIE











1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1