HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
AUTOINTERVISTA

1

Sì… la vita è tutto un quiz
(LA GRANDE TRUFFA DI NON E' LA RAI)







Sono le 12,45 del 31 Dicembre 1991, le massaie che vedono la trasmissione
stanno già preparando le lenticchie per il cenone, quando durante il gioco a
premi “Il Cruciverbone” chiama una certa signora Maria Grazia di Bassano in
Teverina provincia di Viterbo....





 



Siamo nel 1991 e mentre l'Iraq lancia 37 missili Scud su Israele, la Croazia e la Slovenia dichiarano la propria indipendenza dalla Jugoslavia, nel mondo nasce il World Wide Web, gli italiani assistono alla trasformazione del Partito Comunista Italiano in Partito Democratico della Sinistra (PDS); al primo grande sbarco di 27.000 profughi albanesi e soprattutto alla grande truffa televisiva a Non è la Rai.

Adamo che succede a Non è la Rai del 1991?
Attenzione non è ancora la trasmissione di Gianni Boncompagni, il programma in diretta delle adolescenti e dei sogni erotici in cui i protagonisti del varietà erano balletti, giochi telefonici e canzoni, tutti eseguiti da un gruppo di ragazze minorenni o quasi. Andava in onda su Canale 5 e molte di quelle adolescenti sono poi diventate famose attrici, cantanti, conduttrici televisive e attrici comiche come Laura Freddi, Alessia Merz, Antonella Elia, Antonella Mosetti, Sabrina Impacciatore, Claudia Gerini, Lucia Ocone, Miriana Trevisan e Ambra Angiolini. Qui invece siamo nella prima edizione condotta da Enrica Bonaccorti.

Ok ma cosa succede in quel 31 Dicembre?
Sono all’incirca le 12,45 di un tranquillo martedì, le massaie che vedono la trasmissione stanno già preparando le lenticchie per il cenone, quando durante il gioco a premi “Il Cruciverbone” chiama una certa signora Maria Grazia di Bassano in Teverina provincia di Viterbo. Stranamente la signora dopo aver risposto a quattro domande di fila, invece di farsi aiutare nuovamente dalle lettere già scritte, sceglie il 96 orizzontale ovvero una riga completamente vuota e risponde alla quinta domanda addirittura prima che Enrica Bonaccorti l’abbia formulata.

Qual era la domanda?
La risposta esatta come del resto aveva pronunciato la concorrente era Eternit, ma il problema era appunto che la domanda: “Qual è il nome del cemento-amianto?” non era stata ancora pronunciata dalla Bonaccorti! Ovviamente la presentatrice va su tutte le furie e interrompe il gioco mandando la pubblicità.

Sì ok, ma durante il gioco non aveva avuto sospetti?
Beh per la verità qualcosina era trapelata. Sorpresa dalla sua bravura le aveva fatto i complimenti per aver indovinato le prime tre domande e addirittura scherzando le aveva chiesto se fosse la figlia di Einstein! Le domande in effetti non erano facili per un pubblico come quello di “Non è la Rai” ed era rimasta incredula al limite del sospetto quando alla quarta domanda “Quale fosse il nome di Schiele” senza neanche specificare se fosse un pittore o altro, la signora Maria Grazia, nonostante sul cruciverba ci fossero solo le due vocali della risposta, aveva pronunciato senza esitazione il nome giusto, ovvero Egon. Insomma Maria Grazia da Viterbo era troppo colta per quel pubblico sempliciotto che a quell’ora preparava il pranzo.

E veniamo a “Eternit”…
Quando la donna pronuncia la risposta prima che le fosse stata fatta la domanda, la presentatrice le chiede: “Signora, ma come fa a dare una risposta ad una cosa che ancora non le ho chiesto?” Dall’altra parte del telefono Maria Grazia da Viterbo non si è persa d’animo sostenendo che Enrica Bonaccorti le avesse fatto la domanda.

Come reagì la Bonaccorti?
Perse le staffe e annullò il tutto chiedendo spiegazioni a Maria Grazia, che al momento non trovò una giustificazione per l'accaduto. La presentatrice si sfogò dicendo che non le sembrava giusto prendere in giro chi ogni giorno provava a telefonare per guadagnare due soldi, magari per arrotondare una pensione misera e che dopo tanti anni di lavoro non le era mai accaduta una cosa del genere.

Immagino che siano state fatte molte ipotesi sull’accaduto.
Molte ipotesi, ma nessuna conferma. Forse una talpa in studio, ma non era sicuramente plausibile l’ipotesi che qualcuno potesse infilarsi tra i tubi Innocenti che sorreggevano il tabellone, leggere le lettere del cruciverba tutte al contrario, segnarle su uno schema e telefonare ad un complice. Difficile che nessuno se ne fosse accorto. No, no era davvero impossibile. Come del resto accusare gli enigmisti che da Milano facevano arrivare il cruciverba, erano tutte persone fidatissime, professionisti da anni e molto seri. Oppure che il fax potesse essere stato intercettato in qualche modo? Davvero fantascienza.

Immagino la bufera mediatica…
Il caso finì su tutti i giornali, ma la Fininvest decise di non sporgere denuncia. Alcuni maligni sussurrano addirittura che si trattasse di un caso montato ad hoc da Boncompagni e gli altri autori per alzare gli ascolti, ma tutti rigettarono con sdegno le accuse. I responsabili di Canale 5 annunciarono un'indagine interna e, in seguito, la concorrente si giustificherà dicendo di essere una sensitiva e di aver sognato la risposta esatta la notte precedente.

Come finì questa storia?
Nel paese delle truffe, lo stesso paese dove si sa in anticipo il vincitore di Sanremo, come vuoi che potesse finire? Praticamente una bolla d’acqua. La Fininvest non sporse mai denuncia e la signora Maria Grazia risultò semplicemente una medium che aveva indovinato non solo la risposta ma anche la domanda!!!



FINE


















YOUTUBE
https://www.youtube.com/watch?v=io_e6Berclo








 
 
 






https://it.wikipedia.org/wiki/Non_%C3%A8_la_Rai
https://movieplayer.it/news/enrica-bonaccorti-non-e-la-rai-truffa-cruciverbone_65370/
https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1992/01/03/da-bonaccorti-cruciverba-con-truffa.html







© All rights reserved

© Adamo Bencivenga - Tutti i diritti riservati
Il presente racconto è tutelato dai diritti d'autore.
L'utilizzo è limitato ad un ambito esclusivamente personale.
Ne è vietata la riproduzione, in qualsiasi forma, senza il consenso dell'autore












1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1