HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
MUSICA PASSIONE
Le AutoInterviste



Maledetta Primavera
Loretta Goggi
«..Che imbroglio se per innamorarmi basta un'ora.
Che fretta c'era, maledetta primavera? Che fretta
c'era, se fa male solo a me?»








(Loretta Gocci 1981)



 

 

Si tAdamo mi parli della canzone Maledetta primavera?
È un brano scritto da Amerigo Cassella per il testo e da Gaetano "Totò" Savio per la musica interpretato magistralmente da Loretta Goggi. La canzone partecipò al Festival di Sanremo 1981 classificandosi al secondo posto dietro Per Elisa, brano cantato da Alice.

Il Festival dell’81 quello con la conduzione di Claudio Cecchetto?
Quello dei Ricchi e Poveri per la prima volta senza Marina Occhiena che si esibirono con Sarà perché ti amo ed anche altri partecipanti, al debutto o quasi, che ebbero un momento di gloria come: Edoardo De Crescenzo (Ancora), Fiorella Mannoia (Caffè nero bollente), Luca Barbarossa (Roma spogliata), e appunto Alice, che vinse a sorpresa con 'Per Elisa' di Battiato e Giusto Pio.

Maledetta primavera oltre al riconoscimento al festival ebbe un notevole successo commerciale, vero?
Il disco singolo, dopo l’esecuzione sanremese entrò nella top ten dei singoli più venduti in Italia nella settimana del 14 marzo 1981 direttamente nella terza posizione e vi rimase per ben quattordici settimane. Alla fine dell'anno il disco della Goggi risultò l'ottavo singolo più venduto dell’anno, diventando il maggior successo della cantante, e di sicuro la sua canzone più conosciuta.

Divenne anche un successo internazionale…
Il singolo fu distribuito anche in Portogallo, Olanda e Germania. Il brano ebbe un ottimo successo anche in Svizzera, dove riuscì ad arrivare alla seconda posizione, ed in Austria dove arrivò alla quattordicesima.

Ci sono state numerose cover…
Nel corso degli anni il brano è stato cantato in diverse lingue, inglese, francese, spagnolo, finlandese, olandese, tedesco, ceco, croato e molte altre. La versione spagnola, Maldita primavera, ebbe un notevole successo in Spagna e nelle Americhe.

La storia della canzone?
Pensa che il brano originariamente era stato pensato come sigla di coda dello show di Canale 5 "Hello Goggi", ma alcuni ritardi in fase di realizzazione del programma fecero sì che Loretta e il suo management optassero invece per far debuttare la canzone sul più prestigioso palco di Sanremo.

Un titolo che è entrato nel linguaggio comune degli italiani…
“Maledetta primavera” è un tormentone che perdura dal 1981. Pensa che la Goggi fino ad allora era stata conosciuta per i suoi ruoli televisivi e per il successo musicale delle sigle di alcuni programmi tra i quali “Taratapunzi-e”; “Cicciottella” e 'L'aria del sabato sera'). Quindi “Maledetta primavera” fu un successo inaspettato tanto che la cantante all’annuncio del suo secondo posto dichiarò: "Un minuto dopo l'annuncio ero così emozionata che lenti a contatto mi scivolavano sulle mani e mi colò tutto il rimmel.”

Chi erano gli autor?
Come detto Amerigo Cassella e Gaetano “Totò” Savio. Il primo ha firmato pezzi come “Bella senz’anima” di Cocciante, il secondo ha collaborato a lungo con la Goggi ma ha lavorato anche con artisti come I Camaleonti e Massimo Ranieri.

Il significato della canzone?
Quella di “Maledetta primavera” è la storia di una donna che si lascia andare ad una notte di passione. La mattina seguente lei però si accorge che il 'sogno erotico' si è trasformato in qualcosa di più profondo e di essere sentimentalmente coinvolta. Al contempo, però, si rende conto che il suo amore non è corrisposto. Quindi tutta colpa della primavera, notoriamente la stagione dei risvegli, anche quelli ormonali!





 






Su Youtube ci sono varie versioni...
https://www.youtube.com/watch?v=OdwtyOIC1_4











Maledetta primavera
Artista Loretta Goggi
Tipo album Singolo
Pubblicazione Febbraio 1981
Durata 4:10
Album di provenienza Il mio prossimo amore
Genere Pop
Etichetta WEA
Produttore Gaetano "Totò" Savio
Registrazione 1981
Formati Vinile
Certificazioni
Dischi d'oro Italia Italia
Dischi di platino Italia Italia





Il testo
 Voglia di stringersi e poi
Vino bianco, fiori e vecchie canzoni
E si rideva di noi
Che imbroglio era
Maledetta primavera!
Che resta di un sogno erotico se
Al risveglio è diventato un poema?
Se a mani vuote di te
Non so più fare
Come se non fosse amore
Se per errore
Chiudo gli occhi e penso a te
Se per innamorarmi ancora
Tornerai, maledetta primavera
Che imbroglio se
Per innorarmi basta un'ora?
Che fretta c'era
Maledetta primavera?
Che fretta c'era
Se fa male solo a me?
Che resta dentro di me?
Di carezze che non toccano il cuore
Stelle una sola ce n'è
Che mi può dare
La misura di un amore
Se per errore
Chiudi gli occhi e pensi a me
Se per innamorarmi ancora
Tornerai, maledetta primavera
Che imbroglio se
Per innamorarsi basta un'ora?
Che fretta c'era
Maledetta primavera?
Che fretta c'era
Maledetta come me
Lasciami fare
Come se non fosse amore
Ma per errore
Chiudi gli occhi e pensa a me!
Che importa se
Per innamorarsi basta un'ora?
Che fretta c'era
Maledetta primavera?
Che fretta c'era
Lo sappiamo io e te
Maledetta primavera



 


 

 
 
 



L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA
 GRAZIE A:

https://it.wikipedia.org/wiki/Maledetta_primavera/Mi_solletica_l%27idea
https://www.melodicamente.com/sono-solo-canzonette-maledetta-primavera-loretta-goggi/




IMAGE GOOGLE


1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1