HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
MUSICA PASSIONE
Le AutoInterviste



La compagnia
La canzone della felicità ritrovata
"Mi sono alzato, mi son vestito
e sono uscito solo solo per la strada.
Ho camminato a lungo senza meta
finché ho sentito cantare in un bar."

(Lucio Battisti, 1976)









 

 

Adamo mi parli del brano “La compagnia” di Lucio Battisti?
In realtà la canzone è stata scritta da Mogol e Carlo Donida per Marisa Sannia addirittura nel 1969 e solo nel 1976 la canzone venne ripresa da Lucio Battisti e pubblicata nell’album La batteria, il contrabbasso, eccetera.

Chi era Marisa Sannia?
Marisa era una cantante sarda nata a Iglesias nel 1947. Dopo aver vinto il concorso nazionale Rai per voci nuove, ottenne un contratto discografico quadriennale dalla Fonit Cetra. Per il suo aspetto e il suo modo di cantare dagli atteggiamenti adolescenziali era vista come la Françoise Hardy italiana. Nel 1968 partecipa al Festival di Sanremo e si classifica seconda con Casa bianca, composta da Don Backy. Nel 1969 incide la Compagnia primo 45 giri per la CGD, la sua nuova casa discografica. Torna nelle classifiche nel 1971 Com'è dolce la sera.

Battisti la riscopre otto anni dopo da quella della Sannia, quali sono le differenze?
Beh la canzone ebbe già un discreto successo nella versione della cantante sarda, ma venne poi riscoperta per via dell'interpretazione di Lucio Battisti che ne rallentò notevolmente la ritmica e l'arrangiamento generale del brano.

Di cosa parla la Compagnia?
Parla del "giorno dopo" della fine di un amore. Un uomo uscito per passeggiare viene richiamato da una musica in un bar e qui, con una compagnia di sconosciuti, riesce a dimenticare il suo amore ormai lontano. Insomma la rivincita sulla depressione, sulla tristezza profonda di un uomo che tramite una compagnia gaudente chiassosa ritrova un momento di felicità e leggerezza.

Chi era l’autore Carlo Donita?
In milanese che avevo partorito canzoni come Le colline sono in fiore 1965 (Wilma Goich); Gli occhi miei 1968 (Dino e Wilma Goich); Prigioniero del mondo 1968 (Lucio Battisti); La spada nel cuore 1970 (Patty Pravo e Little Tony); La folle corsa 1971 (Formula 3, Little Tony e Lucio Battisti). Battisti aveva una devozione per Carlo Donida, un autore stimato negli ambienti e semisconosciuto al grande pubblico. Una di quelle figure rare e apparentemente secondarie che costellano gli scenari di ogni genere. Battisti in tutta la sua carriera ha cantato solo quattro canzoni di altri. Una di queste è appunto “La compagnia”, con una interpretazione geniale che inizia con un incedere blues, scarno e malinconico e poi cede ad una pura e semplice voglia di vivere.


Ci sono altre versioni vero?
Nel 1982 il gruppo sardo Coro degli Angeli ne incide una versione nel suo album Canzoni Di Mogol-Battisti (nonostante la canzone sia scritta da Donida e non da Battisti). Mina la pubblica nel 1988 nel suo album Ridi pagliaccio. I Tazenda la ripropongono nel 1994 nel loro album antologico Innocenti evasioni. Vasco Rossi la riporta al successo inserendola in Vasco Extended Play del 2007.

Vasco amava particolarmente questa canzone…
In un’intervista disse: «Ho imparato ad amare il pezzo quando non facevo ancora questo mestiere, l'ho sempre trovato commovente. Qualche tempo fa, poi, l'ho riascoltato in un momento particolare, mentre ero in macchina. E mi ha toccato come la prima volta. È da allora che ho voglia di cantarla! Battisti è un grande artista, un genio! Ne La compagnia ho voluto aggiungere la malinconia che ci sento dentro e poi...Questo mi sembrava anche il momento giusto per divulgare il testo, un gioiello che parla di "canzoni e vino e allegria"... Riferite ovviamente a come può improvvisamente guarire un cuore spezzato da una donna... Ma cose altamente proibite in questa società dell'apparire.»




 






Su Youtube ci sono varie versioni...
LIVE MARISA SANNIA https://www.youtube.com/watch?v=UR67TlR-vm0
Tazenda https://www.youtube.com/watch?v=hrRYWnoML-0
Battisti https://www.youtube.com/watch?v=QZezf11QT3c
Vasco rossi https://www.youtube.com/watch?v=Yr7olNgZ5Bc
Mina https://www.youtube.com/watch?v=GT4XP3EykzQ










Il testo
Mi sono alzato,
mi son vestito
e sono uscito solo solo per la strada.
Ho camminato a lungo senza meta
finché ho sentito cantare in un bar.
Finché ho sentito cantare in un bar.
Canzoni e fumo
ed allegria,
io ti ringrazio sconosciuta compagnia!
Non so nemmeno chi sia stato a darmi un fiore,
ma so che sento più caldo il mio cuor.
So che sento più caldo il mio cuor!
Felicità!
Ti ho perso ieri ed oggi ti ritrovo già!
Tristezza va’!
Una canzone il tuo posto prenderà!
Abbiam bevuto
e poi ballato,
è mai possibile che ti abbia già scordato?
Eppure ieri morivo di dolore
ed oggi canta di nuovo il mio cuor.
Oggi canta di nuovo il mio cuor.
Felicità!
Ti ho perso ieri ed oggi ti ritrovo già!
Tristezza va’!
Una canzone il tuo posto prenderà!









Lucio Battisti
La compagnia
Artista Lucio Battisti
Autori Carlo Donida Labati Giulio Rapetti
Genere Pop Rock
Edito da Edizioni musicali Acqua azzurra
Incisione Lucio Battisti, la batteria, il contrabbasso, eccetera
Data 1976
Durata 5 min 51 s









 


 

 
 
 



L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA
 GRAZIE A:

https://it.wikipedia.org/wiki/La_compagnia
https://www.spettakolo.it/2018/09/09/prigioniero-del-mondo/





IMAGE GOOGLE


1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1