HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
MUSICA PASSIONE
Le AutoInterviste



Certe notti
«Ci vediamo da Mario, primo o poi»
(Luciano Ligabue, 1995)
Per caso. Una notte, quasi per sfida, Ligabue decise di
scrivere una canzone con tutti gli accordi in tonalità Mi
maggiore, e solo all’alba si rese conto di essere riuscito
nell’intento e di aver creato un capolavoro.









«Certe notti la strada non conta
E quello che conta è sentire che vai
Certe notti la radio che passa Neil Young
Quelle notti fra cosce e zanzare
E nebbia e locali a cui dai del tu
Certe notti c'hai qualche ferita
Che qualche tua amica disinfetterà
Certe notti se sei fortunato bussi alla porta di chi è come te
C'è la notte che ti tiene fra le sue tette
un po', mamma un po' porca com'è
Quelle notti da farci l'amore, fin quando fa male
Fin quando ce n'è»



 

 


Ciao Adamo, mi parli del brano “Certe notti”?
Certe notti è un singolo di Luciano Ligabue, il primo estratto dall'album Buon compleanno Elvis, pubblicato il 25 agosto 1995.

Come nasce?
Per caso. Una notte, quasi per sfida, Ligabue decise di scrivere una canzone con tutti gli accordi in tonalità Mi maggiore, sostituendo solo al re# semidiminuito il re naturale, per evitare una marcata dissonanza, e solo all’alba si rese conto di essere riuscito nell’intento e di aver creato un brano che in seguito sarebbe diventato una delle sue canzoni più famose.

Così bello che lo inserisce come primo estratto nel suo album Buon compleanno Elvis…
Ma veramente non è andata così… nei lavori precedenti aveva sempre aperto i suoi album con pezzi decisamente più rock e veloci per cui non avrebbe voluto proporre il brano come primo singolo, ma la casa discografica ascoltando il pezzo glielo impose dicendo: ovviamente la canzone è quella lì!

E Ligabue come ci rimase?
Alcuni anni dopo disse: “Quando la casa discografica decise per "Certe Notti" come lancio di "Buon compleanno Elvis" rimasi colpito. Mi sembrava strana come scelta. Quella canzone aveva evidentemente un potere che neanche io le sapevo riconoscere, ma meno male che quel potere l'ha avuto e che ha prodotto quello che ha prodotto.”

Da quel giorno sarà tutto diverso…
Nulla, per Luciano Ligabue, fu più come prima. Il primo disco era stato un grandissimo successo. I successivi avevano venduto abbastanza, ma non avevano bucato il cuore del suo pubblico, Certe notti, invece, spianò la strada rappresentando il punto più alto della carriera del rocker di Correggio.

Il testo?
Il testo parla del modo di intendere e di vivere la notte da parte di un qualsiasi giovane dell’epoca, tra sensazioni e emozioni contrastanti che si alternano, come nella vita di tutti i giorni, tra notti balorde e quelle di falsa esaltazione che si susseguono ad attimi di euforia, momenti di solitudine, compagnie femminili più o meno sincere.

Cosa aveva di magico?
Non so, forse il potere di raccontare la provincia, le serate di chi non più giovanissimo, a cavallo della via Emilia, andava alla ricerca di un significato profondo da dare alla notte che stavano vivendo o aveva vissuto. La macchina che percorre le vie, la vecchia auto radio che indovina la canzone giusta al momento giusto. La donna che ti procura ferite e l’altra che ti guarisce dalle ferite. Il sesso. Insomma tra il bar del paese, le note di Neil Young, cosce e zanzare, nebbia, locali ed autostrade certe notti se sei fortunato bussi alla porta di chi è come te, c'è la notte che ti tiene fra le sue tette un po' mamma e un po' porca com'è, quelle notti da farci l'amore fin quando fa male fin quando ce n'è. Perché in fondo, “chi si accontenta gode così così”.

E il Bar Mario?
Beh sì, il Bar Mario rappresenta i tanti locali dove tutti i giovani si danno appuntamento, iniziando o concludendo le loro nottate, quindi un posto rassicurante e di ritrovo che, in qualche modo, ha lo stesso significato del celebre "Roxy Bar" citato da Vasco Rossi in "Vita spericolata".

La musica?
È una ballata rock caratterizzata dall'arpeggio di chitarra elettrica di Federico Poggipollini, che ha dichiarato d'aver preso spunto dalle tastiere iniziali in Lucy in the Sky with Diamonds dei Beatles.

Riscosse un successo enorme vero?
Probabilmente è il pezzo più famoso di tutto il repertorio del cantante emiliano. Nel 1996 vinse la Targa Tenco per la migliore canzone dell'anno. In seguito con un sondaggio promosso dalla rivista Tutto sarà eletto "Canzone italiana degli anni novanta". Pensa che tredici anni dopo la pubblicazione, ossia nel 2008 il brano tornò in classifica raggiungendo il 14º posto, spinto dalle vendite della raccolta Primo tempo in cui era stato inserito.

E l’album?
Anche l’album, grazie alla forza del singolo conquista pubblico e critica arrivando a vendere oltre 1.200.000 copie, numeri oggi inimmaginabili in Italia, ottenendo il disco di platino europeo IFPI e vincendo tre premi al "Premio Italiano della Musica PIM" consacrando definitamente Ligabue nella musica che conta.




Su Youtube ci sono varie versioni...
https://www.youtube.com/watch?v=sURek0ZaupE










Il testo
Certe notti la macchina è calda
E dove ti porta lo decide lei
Certe notti la strada non conta
E quello che conta è sentire che vai
Certe notti la radio che passa Neil Young
Sembra avere capito chi sei
Certe notti somigliano a un vizio
Che tu non vuoi smettere, smettere mai
Certe notti fai un po' di cagnara
Che sentano che non cambierai più
Quelle notti fra cosce e zanzare
E nebbia e locali a cui dai del tu
Certe notti c'hai qualche ferita
Che qualche tua amica disinfetterà
Certe notti coi bar che son chiusi
Al primo autogrill c'è chi festeggerà
Qui si può restare soli, certe notti qui
Che chi s'accontenta gode, così così
Certe notti sei sveglio, o non sarai sveglio mai
Ci vediamo da Mario prima o poi
Certe notti ti senti padrone di un posto
Che tanto di giorno non c'è
Certe notti se sei fortunato bussi alla porta di chi è come te
C'è la notte che ti tiene fra le sue tette
un po', mamma un po' porca com'è
Quelle notti da farci l'amore, fin quando fa male
Fin quando ce n'è
Qui si può restare soli, certe notti qui
Che se ti accontenti godi, così così
Certe notti son notti o le regaliamo a voi
Tanto Mario riapre, prima o poi
Certe notti qui, certe notti qui
Certe notti qui, certe notti
Certe notti sei solo più allegro
Più ingordo, più ingenuo e coglione che puoi
Quelle notti son proprio quel vizio
Che non voglio smettere, smettere, mai
Qui si può restare soli, certe notti qui
Che chi s'accontenta gode, così, così
Certe notti sei sveglio o non sarai sveglio mai
Ci vediamo da Mario prima o poi
Certe notti qui, certe notti qui
Certe notti qui


Certe notti
Compositori: Luciano Ligabue
Artista: Luciano Ligabue
Album: Buon compleanno Elvis
Pubblicazione 25 agosto 1995
Dischi di platino: Italia; (vendite: 100 000+);
Tipo album: Singolo
Genere: Pop Rock
Etichetta Warner Music Italy


 


 

 
 
 



L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA
 GRAZIE A:

https://it.wikipedia.org/wiki/Certe_notti
http://www.marcoliberti.it/2014/11/certe-notti-la-consacrazione-di-ligabue-sulle-orme-di-vasco.html
https://bologna.repubblica.it/cronaca/2015/08/25/news/i_vent_anni_di_certe_notti_-121595556/
https://significatocanzone.it/certe-notti-luciano-ligabue-significato-testo
https://www.lastampa.it/2015/08/25/spettacoli/ligabue-celebra-i-anni-di-certe-notti-aveva-un-potere-che-non-seppi-riconoscere-uQ5zXQDDDGtZHjNY50SgmL/pagina.html




IMAGE GOOGLE


1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1