HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
MUSICA PASSIONE
Le AutoInterviste



Almeno tu nell'universo
Invocazione d'amore
(Mia Martini, 1989)
Sai, la gente è matta
Forse è troppo insoddisfatta
Segue il mondo ciecamente
Quando la moda cambia
Lei pure cambia
Continuamente, scioccamente
Tu, tu che sei diverso
Almeno tu nell'universo











 

 

Adamo mi parli della canzone Almeno tu nell'universo?
Fu scritta da Bruno Lauzi e Maurizio Fabrizio nel 1972 nella stessa settimana di Piccolo uomo. Rimase nel cassetto per molti anni e poi chissà per quale strano motivo gli autori la depositarono in Siae soltanto nel 1979. Ma anche questa volta rimase inedita a lungo, in quanto Bruno Lauzi desiderava che a cantarla, per il testo e per le vicende personali di Mia Martini, fosse proprio la sua cantante preferita.

Quindi passarono ancora molti anni.
Per la precisione dieci perché Mia si ricordò di questa canzone solo nel 1989 e riascoltandola si decise a presentarla al Festival di Sanremo di quell'anno, ottenendo il Premio della Critica e una gran quantità di apprezzamenti da parte del pubblico che pose fine al periodo più oscuro della sua carriera.

Dalle prime parole del testo si avverte il disagio emotivo della cantante: Sai, la gente è strana. Prima si odia e poi si ama. Cambia idea improvvisamente…
Esatto fu questa canzone a segnare il ritorno sul palco e al successo della cantante dopo un lungo periodo di ostracismo da parte del mondo dello spettacolo.

Di cosa si trattava?
La spiegazione è semplice e aberrante: alcuni colleghi, forse per invidia o chissà che avevano sparso la voce che Mia Martini portasse iella. Chiunque lavorasse con lei era destinato a incappare in qualche guaio. Un venticello vigliacco che le causò un vero e proprio tracollo emotivo. A poco a poco tutte le porte le si chiusero in faccia. C’era gente che aveva paura di lei al punto che si rifiutava di partecipare a manifestazioni nelle quali avrebbe dovuto partecipare. Addirittura un manager la scongiurò di non partecipare a un festival, perché con lei presente nessuna casa discografica avrebbe mandato i propri artisti.

E Mia Martini cosa fece?
Si era arrivati all’assurdo per cui la cantante calabrese decise di tagliare drasticamente i ponti con l’ambiente discografico, ritirandosi dalle scene. Poi nell’89 le si presentò l’occasione di tornare a Sanremo.

Non fu facile vero?
Assolutamente no. Pensa che inizialmente i dirigenti della Fonit Cetra proposero la canzone a Paola Turci e poi ad una allora sconosciuta Mietta, ma la cantante rifiutò, permettendo così il ritorno sulle scene di Mia Martini. Furono i suoi amici e discografici Giovanni Sanjust e Lucio Salvini ad insistere e a sostenere questo ritorno in grande stile. Loro proposero la canzone eseguita appunto da Mia al direttore artistico del Festival Adriano Aragozzini e così Mia Martini riuscì a partecipare alla manifestazione con questo brano.

Fu un successo vero?
Quell’anno la vittoria andò a “Ti lascerò”, cantata dalla coppia Anna Oxa - Fausto Leali, ma, come detto, oltre al Premio della Critica il brano ottenne un notevole successo di vendite raggiungendo il sesto posto assoluto nella classifica dei dischi più venduti. Nel 2007 fu scelto per la campagna pubblicitaria della Fiat Croma, risultando di conseguenza tra i titoli più scaricati nell'iTunes Store per molte settimane, assieme ad altre canzoni di Mia Martini come Minuetto e Gli uomini non cambiano. Nell'ottobre del 2017, il brano ottiene un nuovo disco d'oro per le vendite.

Quindi la gente è proprio strana come dice Mia?
Il brano prende spunto da questa convinzione e oltre ad essere strana e matta è anche troppo insoddisfatta, e segue il mondo ciecamente, quando la moda cambia lei pure cambia, continuamente e scioccamente. Poi però la protagonista prende coscienza e si rende conto che l’amore è una vera e propria forma di riscatto. E nonostante il mondo si muova e cambi a velocità spesso insostenibile esiste un punto fermo, ovvero quel Tu di cui ci si innamora, che ovviamente è diverso, un punto fermo che non ruota mai intorno a lei, ma rimane fisso e splende granitico come un diamante in mezzo al cuore.

Un inno all’amore, ma anche alla solitudine…
Beh io la vedo come un'invocazione rabbiosa e distruttiva, di quelle che si gridano quando ormai tutto intorno crolla e ti senti sola. Ma sola davvero. Ed è proprio in quel momento, come accade spesso, che in fondo alla disperazione intravedi quella luce che ti illumina l’anima e della quale vorresti fidarti ciecamente, perché immagini e ti illudi che lui, almeno lui, sia quello che ti amerà davvero, che sia sincero, che sia davvero appunto, diverso dall’altra gente.


Ci furono anche molte cover del brano.
È stato in assoluto uno dei brani italiani più interpretato e riarrangiato. Tra le cover di successo ricordiamo in ordine cronologico:
1994: Thelma Houston versione inglese ("Flame");
1995: Mina nell’album “Pappa di latte”;
1997: Fiordaliso nell’album “Como te amaré”;
2003: Elisa nella colonna sonora del film “Ricordati di me”;
2006: Massimo Ranieri nell’album “Canto perché non so nuotare...da 40 anni”;
2007: Elisa durante il Festival di Sanremo
2008: Anna Tatangelo Live Radio ItaliaTV Musicamore;
2009: Fausto Leali in Una piccola parte di te;
2009: Marco Mengoni in Dove si vola;
2010: Gilda Giuliani in Canto Mimì;
2010: Elisa in duetto con Fiorella Mannoia durante il Festival di Sanremo;
2012: Gigi D'Alessio, Loredana Bertè e Macy Gray durante il Festival di Sanremo;
2012: Mietta durante la settima puntata del talent di Rai1, Tale e quale show
2013: Chiara Galiazzo durante il festival di Sanremo;
2019: Serena Rossi al Festival di Sanremo in duetto con Claudio Baglioni e nello sceneggiato dedicato a Mia Martini.








 






Su Youtube ci sono varie versioni...
https://www.youtube.com/watch?v=yK3AHqzEi10
https://www.youtube.com/watch?v=pSi0dbNAN9M






Il testo
 Sai, la gente è strana
Prima si odia e poi si ama
Cambia idea improvvisamente
Prima la verità poi mentirà lui
Senza serietà
Come fosse niente
Sai, la gente è matta
Forse è troppo insoddisfatta
Segue il mondo ciecamente
Quando la moda cambia
Lei pure cambia
Continuamente, scioccamente
Tu, tu che sei diverso
Almeno tu nell'universo
Un punto sei, che non ruota mai intorno a me
Un sole che splende per me soltanto
Come un diamante in mezzo al cuore
Tu, tu che sei diverso
Almeno tu nell'universo!
Non cambierai
Dimmi che per sempre sarai sincero
E che mi amerai davvero di più, di più, di più
Sai, la gente è sola
Come può lei si consola
Per non far sì che la mia mente
Si perda in congetture, in paure
Inutilmente e poi per niente
Tu, tu che sei diverso
Almeno tu nell'universo
Un punto sei, che non ruota mai intorno a me
Un sole che splende per me soltanto
Come un diamante in mezzo al cuore
Tu, tu che sei diverso
Almeno tu nell'universo
Non cambierai, dimmi che per sempre sarai sincero
E che mi amerai davvero di più, di più, di più
Non cambierai
Dimmi che per sempre sarai sincero
E che mi amerai davvero, davvero di più









Almeno tu nell'universo
Artista Mia Martini
Pubblicazione 22 febbraio 1989
Durata 5:02
Album Martini Mia...
Genere Pop Musica leggera
Etichetta Fonit Cetra
Registrazione Sanremo '89
Vendite: 25.000+
Autori: Bruno Lauzi (testo) Maurizio Fabrizio (musica)
Esecuzioni principali Mina (1995), Elisa (2003)














 


 

 
 
 



L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA
 GRAZIE A:

https://it.wikipedia.org/wiki/Almeno_tu_nell%27universo
https://libreriamo.it/news/perche-almeno-tu-nelluniverso-mia-martini-considerarsi-poesia/
https://www.cosmopolitan.com/it/star/a26249182/almeno-tu-nell-universo-mia-martini-significato-sanremo-2019/










IMAGE GOOGLE


1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1