HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
AMARSI? CHE CASINO!

1


Alberto II del Belgio
La figlia illegittima
Il re del Belgio, i suoi due amori e quella figlia che non sarà mai principessa





Una Beautiful in salsa belga, una relazione extraconiugale tra un sovrano
e una baronessa. Da quella storia clandestina nasce una figlia illegittima
che da 15 anni chiede di essere riconosciuta trascinando in tribunale tre membri
della famiglia reale per ottenere un test del Dna che dovrebbe finalmente chiarire
le cose. Sembra la trama di un romanzo di intrighi a corte e invece è tutto vero!

 






Adamo chi è Alberto II del Belgio?
È il sesto re dei belgi dal 9 agosto 1993, succeduto al fratello Baldovino, e fino al 21 luglio 2013, quando abdica in favore del figlio Filippo.

Quando si sposa con Paola Ruffo di Calabria?
Il matrimonio sfarzoso viene celebrato nel 1959. La bella principessa dal carattere indipendente viene immediatamente etichettata dai giornali “l’italienne” e viene descritta come una donna capricciosa e frivola. I due coniugi hanno tre figli: Filippo nel 1960, Astrid nel 1962, Laurent nel 1963. Nel 1966 c’è chi giura che i due vivano separati in appartamenti diversi.

Ed è proprio allora che nella vita di Alberto entra l’affascinante baronessa Sybille de Sélys de Longchamps…
Lei è sposata con Jacques Boël, rampollo di una dinastia di industriali e somiglia come una goccia d’acqua a Romy Schneider. Tra il Re e la bella Sybille nasce dapprima un’intima amicizia, lui si sfoga con lei confidandole che in casa respira un clima insopportabile e che sua moglie Paola è isterica, fino a quando, durante una serata danzante, lui si dichiara durante un ballo sulle note di Strangers in the night.

Nel 1968 la baronessa scopre di essere incinta…
La donna insieme al marito per sfuggire ai pettegolezzi si rifugia a Londra, ma questo non impedisce ad Alberto di continuare a vedere la bella Sybille e a farle visita quando suo marito è assente. Dopo due anni nasce una bimba, la quale, si dice, che sia stata concepita addirittura nella casa della baronessa in assenza del marito.

Sybille piano piano si allontana dal marito e nel 1979 divorzia.
Di voci in quel periodo ne girano molte, sia a Londra che a Bruxelles, evidentemente il povero ricco industriale ne ha le tasche piene. Quindi divorzia liberando Sybille, ma lei non vuole fare assolutamente la fine di Wallis Simpson per cui quando Alberto inizia a parlare di separazione da sua moglie Paola lei si spaventa convincendolo a non divorziare. Anche perché nel frattempo nella vita di Sybille è entrato un nobiluomo locale, Anthony Cayzer, figlio di lord Rothrwick, la cui fortuna al tempo è stimata intorno ai 40 milioni.

Questo nuovo legame di Sybille non impedisce ai due amanti di rimanere in contatto, vero?
Alberto e Sybille continuano a vedersi fino al 1984, anno della rottura definitiva. Delphine intanto cresce e con l’aiuto del Re viene mandata a studiare in Svizzera. Scoprirà dalla madre la vera identità del padre due anni dopo la rottura con Alberto ovvero nel 1986.

Quando esplode lo scandalo della figlia illegittima?
Nel 1999 quando il giornalista Mario Danneels, appassionato di cronache reali, dà alle stampe il libro “Paola, dalla Dolce Vita alla vita da regina” nel quale rivela la distanza assiderale tra i coniugi e l’amore segreto di Re Alberto e soprattutto l’esistenza di una figlia mai riconosciuta, frutto di quella lunga relazione extraconiugale, nata quando ancora lui era un principe ereditario.

Alberto come si difese davanti a quella bomba?
Prova a disinnescarla catalogando la notizia come l’invenzione di un giovane scrittore in cerca di gloria, ma successivamente sono proprio le due donne, madre e figlia, ad intraprendere un’acerrima battaglia contro il Re, chiedendo a più riprese, ma invano il test del DNA che accerterebbe in via definitiva la scottante verità.

Dopo quella bomba cosa succede?
Appena uscita la notizia le due donne scelgono il silenzio nonostante resse di giornalisti bivaccano giorno e notte sotto la loro casa. Forse la baronessa attende un gesto da parte del Re in nome di quella figlia e dei venti anni trascorsi insieme.

Qualcuno sa di questa relazione clandestina?
Nei salotti bene di Bruxelles è il segreto di Pulcinella, ma, nonostante tutti ne parlino, Alberto sceglie la strada dell’ipocrisia cercando goffamente di zittire le voci. In un famoso discorso alla nazione in occasione del Natale conferma che lui e la moglie Paola hanno passato un periodo di crisi, ma al tempo ampiamente superato grazie all’amore, e che qualcuno ha e sta ancora cercando di rovinare quella ritrovata tranquillità.

Delphine intanto cresce…
Delphine, a conferma della confessione della madre, intanto ha scoperto, a seguito di un test del DNA, di non avere alcun legame genetico con Jacques Boël. Ovviamente cerca il vero padre, chiama più volte Alberto a palazzo anche perché la pressione della stampa nel frattempo è divenuta insopportabile. Ma il re freddamente le dice di lasciarlo in pace perché lei non è sua figlia. Delphine non demorde, dice di aver tentato ogni tipo di approccio, vale a dire: Lettere, mediazione di religiosi e altri intermediari privati, ma finora ogni approccio si è rivelato penosamente inutile.

Quindi intraprende le vie legali…
Il percorso giudiziario non è ancora terminato. Ovviamente gli avvocati di corte stanno sfruttando tutti i cavilli possibili per non arrivare al giudizio finale e quindi non far sottoporre il loro regale assistito al test del DNA. Primo fra tutti appellandosi al principio di inviolabilità del re, ma ora che il re ha abdicato a favore del figlio Filippo, essendo decaduta l’immunità, la donna è tornata all’attacco. Gli avvocati di Delphine hanno presentato una nuova richiesta, stavolta solo su Alberto visto che ora è Filippo ad essere protetto da immunità. Ma visti i ripetuti rifiuti dell’ex sovrano del Belgio, Delphine ha pensato di fare causa anche alla presunta sorellastra, la principessa Astrid. Dimostrando il legame di sangue con lei, anche la parentela con il re diventerebbe cosa certa.

E la baronessa, ovvero sua madre, che fine ha fatto?
Visti gli inutili tentativi della figlia concede un’intervista alla tv belga durante la quale mostra una serie di fotografie delle sue vacanze con Alberto, su uno yacht in Sardegna. In quelle foto si vedono i due amanti felici e lui che tiene tra le sue braccia la piccola Delphine.



E ora?
Ora Delphine è una artista affermata con all’attivo esposizioni a Parigi, Bruxelles e Londra. Risiede stabilmente nella capitale britannica nel quartiere di Portobello e nella sua bella casa vittoriana dal portone rosso a tre piani e del valore di alcuni milioni. Nessuno ormai più dubita che sia davvero il frutto della relazione di sua madre con l’allora principe di Liegi. Di frequente organizza vernissage per le sue sculture dove è ospite fisso il suo fratellastro Laurent.


























 

 
 
 


L'INTEVISTA E' A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
REALIZZATA GRAZIE A:

https://www.vanityfair.it/people/mondo/2018/08/05/delphine-la-figlia-del-re-che-non-sara-mai-principessa
https://www.ladyblitz.it/attualita/delphine-boel-figlia-re-belgio-provero-che-mio-padre-1511238/
https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/1999/10/24/imbarazza-anche-londra-il-segreto-di-delphine.html
http://www.eunews.it/2013/06/26/voglio-il-test-del-dna-la-presunta-figlia-illegittima-imbarazza-il-re-del-belgio/7936
http://rottasulgossip.blogspot.com/2013/08/la-madre-di-delphine-boel-presunta.html


















1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1