HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1


1

Commedia sexy all'italiana!
Non è un vero e proprio genere
cinematografico, forse sarebbe
meglio definirlo un sotto-genere,
soprattutto italiano, unico nel
panorama cinematografico mondiale,
in voga fra gli anni settanta ed i
primi anni ottanta del secolo scorso.











 



      Che cos’è la commedia erotica o per meglio dire la commedia sexy? Oh sì non è un vero e proprio genere cinematografico, forse sarebbe meglio definirlo un sotto-genere, soprattutto italiano, unico nel panorama cinematografico mondiale, in voga fra gli anni settanta ed i primi anni ottanta del secolo scorso.
Il genere ha degli schemi narrativi molto rigidi e non può discostarsi da una vicenda amorosa basata su relazioni più o meno erotiche, in un ambiente prettamente borghese, che il più delle volte termina a lieto fine. Il tono della narrazione è sempre leggero, semplice e distensivo infarcito da luoghi comuni che lo rendono di facile comprensione.

Arrivando a tutti gli strati della popolazione nelle sale cinematografiche riscuotono buoni incassi soprattutto perché gli italiani si dilettano e ridono sui loro stessi difetti o sui loro desideri inconfessati. La famiglia borghese diviene lo spazio in cui gli adolescenti vengono iniziati al sesso dai componenti della famiglia stessa. Abbiamo così un esercito di zie, cugine, nuore, cognate, servette e addirittura nonne che provvedono a iniziare nipoti, cugini e amici dei figli alle gioie del sesso.

Il filone prende spunto dal film di successo Grazie zia del 1968 di Salvatore Samperi, che ha per trama un rapporto incestuoso tra zia e nipote. Poi nel 1973 è la volta di Malizia sempre dello stesso regista che fa di Laura Antonelli l'interprete principale di queste pellicole. Nel 1971 era uscito il pregevole Non commettere atti impuri. Un film spigliato nel mischiare situazioni brillanti a spunti sociali ed esistenziali, che racconta la storia di un giovane di famiglia libertina che s’innamora di una ragazza con una madre bigotta.

Ma siamo ancora su situazioni non esplicite, il cambiamento e la vera commedia sexy arriva nel 1973 quando nelle sale esce il mitico Giovannona Coscialunga disonorata con onore. Il produttore è Luciano Martino, colui che ha l’idea ed è considerato il capostipite del genere facendo lavorare attrici come Edwige Fenech, con la quale ha anche una lunga relazione sentimentale. Produce tra gli altri: La signora gioca bene a scopa? del 1974; La liceale, L'insegnante, La poliziotta fa carriera del 1975; La professoressa di scienze naturali, La dottoressa del distretto militare, Classe mista, La segretaria privata di mio padre del 1976.

L’idea produttiva che sta alla base di Giovannona Coscialunga è sostanzialmente la stessa di Quel gran pezzo della Ubalda: unire momenti comici e situazioni sexy, le gag e le grazie esibite delle attrici. Fondamentali per questo genere sono la presenza di attori comici collaudati nella ripetizione di sperimentati cliché di successo e soprattutto di attrici bellissime nel ruolo delle protagoniste di richiamo. Tra i protagonisti maschili citiamo attori comici quali Lino Banfi, Pippo Franco, Renzo Montagnani, Mario Carotenuto, Alvaro Vitali, Gianfranco D'Angelo, Enzo Cannavale, Vittorio Caprioli. Enrico Montesano. Lino Banfi e Bombolo. Lando Buzzanca è considerato antesignano del genere con una serie di pellicole incentrate sul ruolo di maschio meridionale.

Tra le protagoniste femminili oltre alla citata Edwige Fenech si ricordano Anna Maria Rizzoli, Gloria Guida, Laura Antonelli, Barbara Bouchet, Senta Berger, Florinda Bolkan, Nadia Cassini, Serena Grandi, Eva Grimaldi, Agostina Belli, Femi Benussi, Erika Blanc, Carmen Villani e tante altre.


Le storie quasi tutte in fotocopia attingono nei luoghi di vita comune tipo scuole, palestre, collegi, preture, commissariati e ospedali e da qui si incarnano ruoli come la poliziotta impersonata magnificamente da Edwige Fenech nella poliziotta fa carriera del 1976 o La pretora di Lucio Fulci sempre dello stesso anno nel quale si vede il primo nudo integrale dell'attrice. Oppure caserme di militari e carabinieri dove si producono film di taglio estremamente popolare quali i barzelletta-movie. Altro filone largamente sfruttato è quello ambientato nelle scuole. Regine del genere sono Gloria Guida nella parte de La liceale e la stessa Edwige Fenech nella parte de L'insegnante.

Trai registi più famosi che si sono dedicati a questo genere ricordiamo Pasquale Festa Campanile; Michele Massimo Tarantini; Nando Cicero; Fernando Di Leo; Lucio Fulci; Giovanni Grimaldi; Romolo Guerrieri; Mariano Laurenti; Sergio Martino; Marino Girolami ecc.




FINE

 





































 
 
 





A CURA DI
ADAMO BENCIVENGA

FONTI:
https://it.wikipedia.org/wiki/Commedia_sexy_all%27italiana
https://www.giornalepop.it/10-sequenze-della-commedia-sexy/



Torna alla pagina del Cinema


1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1