HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
INTERVISTA IMPOSSIBILE

1

Jeanne Moreau
La donna della Nouvelle Vague
Icona del cinema francese, attrice, regista e cantante,
 amata per la sua voce un po’ roca, il suo sguardo
diretto, il suo spirito libero. François Truffaut disse
di lei «Ogni volta che me la immagino a distanza la
vedo che legge non un giornale ma un libro, perché
Jeanne non fa pensare al flirt, ma all'amore.»








(Parigi, 23 gennaio 1928 – 31 luglio 2017)


 

 

Madame le sue origini?
Sono nata a Parigi il 23 gennaio del 1928, e sono figlia di Anatole-Désiré Moreau, un barista francese, gestore di una brasserie a Montmartre, e di Katherine Buckley, una ballerina inglese delle Follies Bergéres, di origini irlandesi.

La sua infanzia?
Passai i miei primi anni a Vichy, poi da adolescente tornai nella capitale, feci il liceo e poi, all’insaputa dei miei genitori iniziai a frequentare corsi di teatro. Avevo talento ed entrai presto al Conservatorio di Parigi. Debuttai sul palcoscenico nel 1947, al Festival Teatrale di Avignone.

A vent’anni si sposa….
Sposai il regista Jean-Louis Richard, ma era un mero matrimonio riparatore. Mio figlio Jérôme Duvon nacque subito dopo le nozze. Nel 1951 divorziai da Jean-Louis.

Intanto nel 1950 aveva debuttato alla Comédie-Française…
Ah sì con lo spettacolo "Les Caves du Vatican" scritta da André Gide. In quel momento ero la più giovane attrice della troupe. Nei panni di una prostituta ebbi un notevole successo e finii in copertina su Paris Match.

Una carriera precoce…
Già intorno ai vent'anni ero una delle attrici più famose in Francia. Questa ascesa la devo principalmente ai registi Louis Malle, François Truffaut e in seguito all’amicizia con Orson Welles.

Contemporaneamente al successo teatrale arrivano anche i primi ruoli cinematografici…
Nel 1954 interpretai come protagonista La regina Margot e nel 1956, mentre a teatro facevo La gatta sul tetto che scotta, girai come protagonista Ascensore per il patibolo e Gli amanti di Louis Malle nel quale interpreto un’eroina fuori dagli schemi.

Con Malle un intenso rapporto professionale e sentimentale.
Era un regista eccezionale ed un uomo meravigioso.

Eravamo a fine anni cinquanta e Hollywood la reclamava…
Attraversai l'Atlantico per partecipare ad alcuni film di produzione americana. Hollywood si era innamorata di me, dicevano che avevo le capacità di incarnare personaggi dalla grande sensualità e al contempo drammatici. Comunque fu una esperienza interessantissima visto che ebbi l’opportunità di conscere diversi scrittori tra i quali Henry Miller e Tennessee Williams.

Un primo riconoscimento ufficiale arriva dal Festival di Cannes che nel 1960…
Cannes mi consacrò migliore attrice per il film “Moderato cantabile” di Peter Brook, tratto dal libro di Marguerite Duras. Poi seguirono altri titoli internazionali come La notte di Michelangelo Antonioni ed Eva di Joseph Losey.

Fu l’attrice perfetta della Nouvelle Vague francese…
Lavorai oltre a Malle, con Francois Truffaut e Jean Luc Godard. Le pellicole facevano scalpore poiché nella dinamica delle storie il sesso non era una componente fra le tante, ma assumeva aspetti trasgressivi e cerebrali divenendo addirittura il tema di base.

A proposito di Truffaut…
Lo avevo già incontrato nel 1958 durante il festival di Cannes e tra noi era nata una forte simpatia. Finalmente nel 1962 lavorammo insieme in “Jules e Jim”. Per questo film incisi anche la colonna sonora: "Le tourbillon de la vie" ed il singolo fu un successo immediato tanto che ricevetti molte offerte come cantante. Nel giro di pochi anni incisi ben due album. Con Francois girai anche il film “I 400 colpi”.

Dopo quel film tutti i grandi registi ai suoi piedi…
Troppo buono! Diciamo che i copioni venivano scritti appositamente per me. Venni chiamata da Orson Welles con “Falstaff” a Luis Bunuel con “Diario di una cameriera”, da Rainer Werner Fassbinder con “Querelle de Brest” a Wim Wenders con “Fino alla fine del mondo” ecc… Negli anni 90 Luc Besson mi volle per interpretare l'insegnante di buone maniere della killer Anne Parillaud del film 'Nikita'.

In quel periodo c’è spazio anche per una relazione clandestina…
Conobbi il regista inglese Tony Richardson e tra noi si istaurò una lunga relazione. Il problema era che Tony era il marito di Vanessa Redgrave.

Leggo di un altro matrimonio…
Nel 1977 mi sono sposata  con il regista americano William Friedkin, purtroppo il matrimonio è durato solo due anni.


Nel 1992 riceve il Leone d'Oro alla carriera dalla Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia1mentre nel 1995 il Premio César onorario.
Nel 1998 viene organizzato per lei un omaggio da parte dell'Academy statunitense presentato da Sharon Stone. In patria è l'unica attrice ad aver presieduto per ben due volte la giuria del Festival di Cannes, nel 1975 e nel 1995. Dal 1986 al 1988 è stata presidente dell'Académie des Césars, nel 2000 l'attrice ha ricevuto l'Orso d'oro alla carriera al Festival del cinema di Berlino. Dal 2003 è presidente di giuria del festival Premiers Plans dedicato ai giovani registi. Nel 2005 ha creato inoltre la scuola di cinema "Les Ateliers d'Angers". È morta da sola, a 89 anni, nella notte, nella sua casa di Parigi




















 

 
 
 



L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA
 GRAZIE A:

https://it.wikipedia.org/wiki/Jeanne_Moreau
http://www.corriere.it/esteri/17_luglio_31/francia-morta-l-atrice-jeanne-moreau-aveva-89-anni-7b0c75f2-75cf-11e7-bcc9-f72f41c1edd8.shtml




IMAGE GOOGLE
Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it




INTERVISTE IMPOSSIBILI
ELENCO ALFABETICO      ELENCO CRONOLOGICO        ELENCO PER CATEGORIE




 

1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1