HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
INTERVISTA IMPOSSIBILE

1

Frances Dee
Un unico grande amore

Attrice cinematografica statunitense ha recitato
al fianco di Maurice Chevalier nei primi film musicali.
Nel 1933 incontrò l’amore della sua vita… Sposò l’attore
 Joel McCrea e il matrimonio durò per tutta la vita.








(Los Angeles, 26 novembre 1909 – Norwalk, 6 marzo 2004)


 

 

Madame le sue origini?
Il mio nome completo è Frances Marion Dee, sono nata a Los Angeles. Ero la figlia più giovane di Frank Marion Dee, un ufficiale dell’esercito americano, e Henriette Putnam. Quando ancora ero un’adolescente per ragioni di lavoro di mio padre ci trasferimmo a Chicago, lì frequentai la Shakespeare Grammar School e mi diplomai nel 1927 alla Hyde Park High School.

Dopo due anni di studi all'Università fece ritorno in California…
Iniziai a recitare per la compagnia teatrale Pasadena Playhouse, poi nel 1929 debuttai nel cinema come comparsa per la Twentieth Century Fox, nel film Montecarlo di Ernst Lubitsch, una delle prime commedie musicali dopo l'avvento del sonoro.

Poi altri film…
Notata da un talent scout della Paramount, interpretai il ruolo di una cameriera, figlia del proprietario di un ristorante, di fronte a Maurice Chevalier nel film Playboy of Paris del 1930. Poi una tragedia americana nel ruolo di Sondra Finchley diretta da Josef von Sternberg. Quando nel 1933 girai Blood Money un mio amico, alla prima del film, mi ammonì per aver interpretato il ruolo di una prostituta. Su due piedi negai e gli dissi: “Mio caro, non ho interpretato una prostituta, ma una cleptomane ninfomane e masochista!”

Nel 1933 incontrò l’amore della sua vita…
Incontrai il mio futuro marito e attore, Joel McCrea, sul set del film The Silver Cord. Lui mi fece una corte asfissiante ed io cedetti volentieri. Dopo un brevissimo fidanzamento ci sposammo il 20 ottobre 1933 a Rye, New York ed avemmo tre meravigliosi figli: Jody nel 1934, David l’anno dopo e Peter nel 1955.

Il vostro matrimonio fu uno dei più duraturi di Hollywood…
Oh sì eravamo una coppia benvoluta da tutti. Acquistammo una vasta proprietà con un ranch a Thousand Oaks, nella California meridionale, un vero paradiso! Lì cavalcavo, allevavo animali e mi occupavo dei prodotti della terra.

E il rapporto con suo marito?
Ottimo! Pensi che con Joel recitammo anche insieme in due western: Un mondo che sorge nel 1937 e Le quattro facce del West del 1948. L'unione durò fino alla morte di mio marito, avvenuta il 20 ottobre 1990, ossia il giorno del nostro cinquantasettesimo anniversario di matrimonio.

Madame torniamo al cinema e agli anni trenta… La critica apprezzava le sue performance ritenendola adatta ai ruoli sempre più importanti che le vennero affidati…
Per la freschezza del mio aspetto fui scelta per ruoli romantici come Meg in Piccole Donne del 1933, la maggiore delle quattro sorelle March. Poi nel dramma Schiavo d'amore del 1934, accanto a Bette Davis e Leslie Howard, nel melodramma storico Becky Sharp del 1935, primo film girato in Technicolor, e nell'avventuroso Anime sul mare del 1937, con Gary Cooper.

Si dice che non fu nel cast di Via col Vento a causa della sua bellezza!
Vero sì, avevo girato diversi film con il produttore David O. Selznick, ma per ironia della sorte ho perso quella possibilità perché secondo gli addetti ai lavori avrei oscurato la divina Vivien Leigh.

Il ruolo andò a Olivia de Havilland…
Già, la dolce e coraggiosa Melania Hamilton fu interpretato da Olivia, la quale in quell’occasione venne prestata dalla MGM e vinse una nomination all'Oscar e grazie a quel film fece una carriera di grande successo.

Dopo un'intensa attività negli anni trenta dal 1940 lei diradò le sue apparizioni
Quell’anno ebbi un collasso sul set durante le riprese del film Figlio, figlio mio! Il mio ruolo andò alla collega Laraine Day. Qualche anno dopo girai film interessanti tipo Il disonesto, tratto dal romanzo Bel Ami di Guy de Maupassant, e il melodramma L'ambiziosa.


Frances Dee si spense il 6 marzo 2004, all'età di 94 anni a Norwalk nel Connecticut, per le conseguenze di un ictus. Per il suo contributo al cinema la sua stella brilla sulla Walk of Fame al 7080 di Hollywood Blvd.

































 

 
 
 



L'INTERVISTA E' A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
FONTI:
http://www.imdb.com/name/nm0214168/bio
https://it.wikipedia.org/wiki/Frances_Dee
https://en.wikipedia.org/wiki/Frances_Dee
https://www.theguardian.com/news/2004/mar/10/guardianobituaries.film1


IMAGE GOOGLE





INTERVISTE IMPOSSIBILI
ELENCO ALFABETICO      ELENCO CRONOLOGICO        ELENCO PER CATEGORIE




1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1