HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
INTERVISTA IMPOSSIBILE

1

Dolores Costello
La Dea del Cinema Muto
Suo marito, l’attore John Barrymore disse di lei: “La
creatura più bella del mondo, affascinante, snella e
dai capelli dorati. Mai visto uno splendore simile.
Mio Dio! Sapevo che lei era quella che stavo
aspettando. Aspettando tutta la mia vita. Solo per lei. "


 






(Pittsburgh, 17 settembre 1903 – Fallbrook, 1º marzo 1979)


 

 

Madame le sue origini?
Sono figlia d’arte di origine irlandese e tedesca. Mio padre era il celebre attore Maurice Costello e mia madre Mae Altschuk era una famosa attrice. Nacqui in Pennsylvania, a Pittsburgh. Insieme a mia sorella Helene feci le mie prime apparizioni cinematografiche, debuttando nel 1909, a soli sei anni, in un ruolo di fatina. Poi recitai per la Vitagraph come attrice bambina fino al 1915. Molti dei miei film di quel periodo avevano come protagonista mio padre, vera star del cinema muto.

La sua infanzia Madame?
Trascorsi la mia infanzia studiando in una scuola privata, ma una volta adolescente lasciai la casa per studiare da modella in una scuola a New York City. In quegli anni posai per il famoso stilista James Montgomery Flagg.

Insieme a sua sorella minore Helene lavorò in molti teatri di Broadway…
Era il 1924, lavoravamo per la rivista George White Scandals, era un numero di danza in coppia. Mentre lo spettacolo era in tour a Chicago ci vide un intermediario della Warner Bros il quale ci mise immediatamente sotto contratto. Insieme a nostra madre ci trasferimmo a Hollywood.

Lei fu soprannominata Goddess of the Silent Screen ovvero La Dea del cinema muto
Come detto avevo calcato le tavole polverose del palcoscenico fin da bambina, nel 1926 vinsi l'edizione di quell'anno del premio WAMPAS Baby Stars, un'iniziativa pubblicitaria promossa negli Stati Uniti dalla Western Association of Motion Picture Advertisers, che premiava ogni anno tredici ragazze giudicate pronte ad iniziare una brillante carriera nel cinema.

Sempre nel 1926 fu chiamata a recitare nel film drammatico Il mostro del mare (The Sea Beast)…
La storia era tratta da Moby Dick e nel ruolo del capitano Achab recitava il grande John Barrymore. Pensi che durante una delle lunghe scene di bacio svenni e quell'immagine senza vita con le braccia oscillanti sono state catturate dalla pellicola e non tagliate.

Nonostante lui all’epoca avesse 44 anni e lei appena 23 scoppiò la scintilla…
Oh sì ero ancora molto giovane e lui un grande seduttore. Appena mi vide disse: "... la creatura più bella del mondo, una bambina affascinante, snella e timida e dai capelli dorati. Mai visto questo splendore. Mio Dio! Sapevo che lei era quella che stavo aspettando. Aspettando tutta la mia vita. Solo per lei. "

Come andò?
Lui lasciò la sua fidanzata, la star del cinema Mary Astor e ci mettemmo insieme. La nostra relazione sfociò, due anni dopo, nel matrimonio. Tra noi c’era molta sintonia, anche lui discendeva da una celebre dinastia di grandi attori. Dal nostro matrimonio nacquero Dolores Ethel Mae e John Drew Barrymore.

Il vostro matrimonio durò appena sei anni…
Nel 1931 mi ritirai dalle scene per dedicarmi completamente alla famiglia, ma purtroppo il matrimonio naufragò. Del resto John era un uomo troppo affascinante per legarsi ad una sola donna! Con il tempo divenne alcolizzato e violento. Si spense nel 1942 per cirrosi al fegato. Tre anni dopo sposai John Vruwink il mio ostetrico personale che mi aveva assistito durante le mie due gravidanze.

Bionda e dai lineamenti delicati non ci mise molto a diventare una star…
Adoravo il mio lavoro e nel giro di pochi anni raggiunsi l’apice del successo. Nel 1927, insieme al mio futuro marito avevo recitato in "Quando un uomo ama", un adattamento della Manon Lescaut e nel 1928 fu la volta del film L’Arca di Noè con George O'Brien diretto da Michael Curtiz .

Concluso il matrimonio con Barrymore tornò al cinema…
Feci qualche film, ma il forte trucco di scena aveva devastato la pelle delicata del mio viso, non c’era altra soluzione che ritirarmi.


Dolores Costello dopo 32 film trascorse gli anni rimanenti della sua vita in semi-isolamento, gestendo una fattoria di avocado a Fallbrook, una cittadina a venti miglia fuori da San Diego. L’ultimo sui film fu This Is the Army del 1943 ancora sotto la direzione di Michael Curtiz. Negli anni '70 la sua casa fu inondata da un’alluvione che distrusse gran parte della sua proprietà e tutti i cimeli della sua carriera cinematografica e della sua vita insieme a John Barrymore. Si spense per un enfisema a Fallbrook, in California il 1 ° marzo del 1979 all’età di 75 anni. Riposa nel cimitero del Calvario, East Los Angeles
Dolores Costello ha una stella sulla Hollywood Walk of Fame per i suoi contributi a Motion Pictures, alla 1645 Vine Street.































 

 
 
 



L'INTERVISTA A CURA DI ADAMO BENCIVENGA
E' STATA REALIZZATA
 GRAZIE A:

https://it.wikipedia.org/wiki/Dolores_Costello
https://en.wikipedia.org/wiki/Dolores_Costello
http://www.emol.org/celebrities/costello/index.html



IMAGE GOOGLE
Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it




INTERVISTE IMPOSSIBILI
ELENCO ALFABETICO      ELENCO CRONOLOGICO        ELENCO PER CATEGORIE




 

1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1