HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1
RACCONTI

1

Bisanzio Velata
Hawaiian dream






 


Wellington House, Inghilterra, dicembre 1811
Mio caro Thomas, è passato quasi un anno dall’ultimo Natale trascorso assieme.
Il Natale del 1810 che ti ha portato via da me e dalla tua terra.
Ora tu sei in Nuova Zelanda, sposato e mi dicono in procinto di divenire padre.
Questa notte ti ho sognato, o meglio ho sognato Alexander e Thomas ancora assieme, innamorati e felici sulle coste di Corfù.
Oniro e Morfeo mi hanno fatto tornare indietro nel tempo e nello spazio, fino all’estate del 1810 .


I loro papaveri sugli occhi ti hanno riportato a me; solo leggero lino bianco ti vestiva e i tuoi capelli biondi erano scompigliati dal vento. Ti guardavo e desideravo stare fra le tue braccia, ardevo dalla voglia di baciare le tue labbra dal sapore di sale, e di sentirmi una volta di più tuo e di sentirti ancora mio.
L’alba ci coglieva nudi fra le semplici e ruvide lenzuola di lino , così diverse dalla calda e liscia seta di Wellington House.

La brezza marina, ricca del sale e degli umori del Mediterraneo, trovava le finestre aperte e, insinuandosi fra le candide tende di cotone, ci avvolgeva nell’abbraccio suadente di Poseidone. Noi due, come novelli Pelope.
Ricordi anche tu? O solamente io ho bevuto dal calice della memoria?
Le passeggiate, i sentieri e le alte scogliere, il semplice e sobrio ristoro nella casa di un pescatore, il sapore del formaggio e del ruvido e scuro pane con un filo del verde olio greco…..Per me ora è più prezioso di qualunque banchetto a Sant’ James Palace.
E poi la sera, la luna e le stelle illuminavano il nostro cammino fino alla spiaggia, ed un falò scaldava i nostri visi ed arrostiva un pesce.
Mangiavamo guardandoci ed assaporando fino in fondo la nostra libertà greca.
Nudi nuotavamo nel blu, le onde ci avvicinavano e le nostre labbra si scambiavano silenziosi messaggi d’amore.

La poesia greca allietava il ristabilirsi del nostro respiro, dopo gli affanni di Amore.
Tu leggevi nel tuo perfetto greco di Amori lontani ed io sorridevo del tuo accento inglese.
I nomi si confondono nelle nebbie del tempo, Socrate, Fedro, Alcibiade e Diotima…
Credo negli dei, li abbiamo incontrati in quei giorni oramai così lontani….
Eravamo a Garitsa, e Artemide ci sorrise.
Apollo ci accolse e narrò i suoi sfortunati amori per Ciparisso e Giacinto.
A noi sembrava che il Fato avesse riservato alta sorte e invece……Oceani e Terre ci separano ora….

Ma come eravamo giunti alle coste di Corfù?
Sospinti dalle magiche parole della nostra sorella Isabella Teotocchi Albrizzi. Mi ha scritto, mi chiede di te. Cosa le devo dire?
Le racconterò di te, come per me sei restato nella mia memoria e nel mio cuore.
Del Thomas rimasto sull’isola dello Ionio, assieme ad Alexander non più rispettivamente barone di Boscastle e duca di Wellington.

Ma due uomini che hanno avuto il coraggio di scegliere di essere felici; che hanno lasciato ardere su falò greci il loro passato e illuminare il loro futuro.
Gli dei sorridono a loro che ancora li possono vedere e sentire.
Sono sicuro che Thomas e Alexander si amino tuttora sulle spiagge e sulle lenzuola di ruvido lino greco, mentre il duca di Wellington compie il suo dovere nella fredda e nebbiosa Inghilterra, e il barone di Boscastle amministra le sue tenute nella quasi sconosciuta e selvaggia Nuova Zelanda.

Mi è mancato il coraggio di lasciare tutto e tenere l’unico dono degli dei per me significativo, te.
Ho permesso che altri scegliessero al posto mio e ti portassero lontano. Perdonami se puoi.
Io non ci riesco e getto la spugna.
Per sempre tuo Alexander



Bisanzio Velata







FINE

 





 
 
 



Il racconto è frutto di fantasia. Ogni riferimento a persone e fatti realmente accaduti è puramente casuale..
© All rights reserved
https://twitter.com/BisanzioV
bisanzio.velata@gmail.com
TUTTI I RACCONTI DI BISANZIO VELATA
Photo     Margarita Kareva

© Bisanzio Velata - Tutti i diritti riservati
Il presente racconto è tutelato dai diritti d'autore.
L'utilizzo è limitato ad un ambito esclusivamente personale.
Ne è vietata la riproduzione, in qualsiasi forma, senza il consenso dell'autore


 

1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1