HOME       CERCA NEL SITO       CONTATTI      COOKIE POLICY

1


1

Giallo!
Giallo, perché questo nome? Semplice, deriva dalle copertine dei primi libri "Gialli Mondadori" che erano appunto di colore giallo.








In inglese Mystery, una trama costruita ad enigma, un preciso programma narrativo secondo regole esatte: un inizio accattivante, un intreccio centrale e un finale risolutore.



 



      Conoscere le motivazioni, le dinamiche, le strategie, le connotazioni psicologiche di quell’unico breve momento, il movente e l’arma, e la sua soluzione evolutiva. Nient’altro. Vittima, Assassino, Motivazione e Condanna. Nulla di più semplice. Matematica pura senza lasciare nulla al caso. Ogni elemento deve essere rigidamente ben distinto e sotto controllo, affinché nulla resti in sospeso o inspiegato.

E il tutto narrato attraverso stati emozionali, giallo suspense appunto, uno stato d'animo di sospensione, d'incertezza e d'ansia, tipico di chi attende impazientemente che un fatto si verifichi o che una situazione d’incertezza si risolva. E in nome della suspense concorrono precisi ingredienti: la colonna sonora, la scelta di determinate inquadrature, la presenza di colpi di scena nella trama, il linguaggio, il ritmo.

Giallo ambiente, perché il luogo in cui avviene il crimine è sempre reale, inaspettato, spesso si tratta di un luogo chiuso o circoscritto, che consente al lettore di seguire passo passo le indagini.
Viene descritto in modo minuzioso, attraverso l'osservazione dell'investigatore, dando spazio a più sfere sensoriali (visiva, olfattiva, uditiva, tattile), e analizzando anche i particolari all'apparenza meno significativi.

Giallo appunto, giallo protagonismo sull’estrema attenzione riservata alla caratterizzazione del personaggio che ha dato vita a veri e propri cicli di film basati sulle vicende dello stesso investigatore. Giallo Sherlock Holmes, padre del giallo moderno che utilizza la deduzione unita al metodo scientifico con l’aiuto di strumenti e analisi delle prove. E’ un investigatore privato di nazionalità inglese.
Alto, molto magro, volto angoloso dal naso aquilino, sguardo acuto e penetrante. E’ molto sicuro di se stesso e dell’infallibilità dei propri ragionamenti. Suona il violino per rilassarsi. Abita a Londra in un appartamento di Baker Street con il Dottor Watson.

Giallo Hercule Poirot. Lui è un investigatore privato, ex ispettore della polizia in pensione, di origine belga, È alto poco più di un metro e mezzo, grassoccio, piuttosto anziano. La sua testa è a forma oblunga, simile ad un uovo. I baffi sono la sua vera e propria mania. Porta sempre con sé un ombrello.
Giallo Miss Marple, è un’anziana signora, ormai ottantenne, di nazionalità inglese che si occupa della sua casa, nel villaggio di St. Mary Mead, e soprattutto del suo giardino. Da giovane è stata, per un breve periodo, un’infermiera. E’ magra e minuta, ha occhi azzurri sbiaditi e capelli candidi, in genere raccolti ordinatamente in una crocchia. All’apparenza sempre con la testa tra le nuvole, è in realtà un’acuta e infallibile osservatrice. Ama osservare gli uccelli (e i suoi compaesani) con il binocolo e prendere il tè con le amiche, dedicandosi al pettegolezzo.

A differenza di Holmes i figli della penna di Agatha Christie fanno esclusivo uso della deduzione razionale per mezzo di analogie. Appunto Agatha Christie e quindi giallo whodunit ovvero quelle storie con un omicidio, un detective ed una serie di indiziati fra i quali si nasconde l’assassino. E mi viene in mente Assassinio sull’Orient-Express e Assassinio sul Nilo e Dieci piccoli indiani. Gran Bretagna (patria del giallo classico), Francia (patria di Georges Simenon), chi non ricorda Jean Gabin nella parte del commissario Maigret?

Il genere letterario tradizionalmente si fa risalire alla metà del 19° sec. e alle opere di E.A. Poe. Ma il giallo al cinema nasce negli anni trenta del Novecento, quasi contemporaneamente al periodo di maggior successo del genere letterario che negli stessi anni viveva la sua età dell'oro.
Dagli anni quaranta, con l'avvento dell'hard boiled e del noir, i protagonisti si fanno americani diventano i duri, come l'Humphrey Bogart de Il mistero del falco, come Philip Marlowe dalla penna di di Raymond Chandler. Negli anni cinquanta e sessanta il genere giallo prende sempre di più le sfumature della spy story, mentre tra gli anni settanta e ottanta si sviluppa il thriller nelle sue tantissime accezioni.

Giallo appunto, giallo poliziesco, giallo Alfred Hitchcock, giallo ispettore Callaghan con la trama focalizzata per lo più sulle indagini di polizia. Giallo Hard Boiled con le sue storie dure, grezze, ad alto tasso di violenza, dove spesso l’eroe fa ricorso agli stessi metodi dei criminali che deve affrontare per sopravvivere agli eventi. Giallo gangster, giallo Padrino, focalizzato sulla figura del criminale. Giallo mafia, giallo thriller, da to thrill (palpitare, rabbrividire), giallo azione, giallo legale con protagonisti avvocati e giudici che agiscono dentro e fuori le aule di tribunale. Giallo medico con le sue investigazioni scientifiche.

Giallo spionaggio, conosciuto come spy story, spionaggio internazionale, appunto giallo James Bond. Il solo ad aver assunto connotati così originali da essere considerato come un genere autonomo con le sue fughe e i suoi inseguimenti. E poi il giallo gentiluomo all’Arsenio Lupin, il Giallo Horror, beh qui noi italiani non possiamo non citare la nostra sfumatura di giallo, ovvero il nostro giallo Argento.






FINE

 









 
 
 





A CURA DI
ADAMO BENCIVENGA

FONTI:
http://doc.studenti.it/appunti/narrativa/2/genere-giallo.html
Sabina Marchesi http://guide.supereva.it/giallo_e_noir/interventi/2005/03/202667.shtml
http://www.treccani.it/enciclopedia/giallo_(Enciclopedia_del_Cinema)/
http://filmedvd.dvd.it/genere/Giallo/scheda/
http://it.wikipedia.org/wiki/Cinema_giallo
http://www.edurete.org/pd/sele_art.asp?idp=197&ida=3047



Torna alla pagina del Cinema


 

1

1

 


SEGUI LIBERAEVA SU

1 1 1

 

 

Tutte le immagini pubblicate sono di proprietà dei rispettivi autori.
Qualora l'autore ritenesse improprio l'uso, lo comunichi e l'immagine in questione verrà ritirata immediatamente.
( All images and materials are copyright protected and are the property of their respective authors.
If the author deems improper use, they will be deleted from our site upon notification.) Scrivi a liberaeva@libero.it

Questo sito non utilizza cookies a scopo di tracciamento o di profilazione. L'utilizzo dei cookies ha fini strettamente tecnici.
 COOKIE POLICY


 

1

TORNA SU (TOP)

 LiberaEva Magazine Tutti i diritti Riservati  Contatti


1